Scopri il mondo Touring
  • Home
  • News Touring
  • Aiuta il Touring Club Italiano a svelare i tesori della Puglia

Grazie ai volontari Touring di Aperti per Voi in tantissimi hanno già visitato bellezze nascoste del Salento

Aiuta il Touring Club Italiano a svelare i tesori della Puglia

3 Gennaio 2019
Dona
La Puglia, lo sappiamo, custodisce cultura e tesori, tra cui molti ancora poco conosciuti. A questi il Touring Club Italiano dedica sempre più energie e risorse per tutelare e mantenere viva la loro integrità e mostrarli il più possibile. Come? Con il sempre più importante contributo dei suoi volontari, che grazie all’iniziativa Aperti per Voi collaborano a tenere aperti monumenti in tutta Italia.

Tre i siti già adottati in Puglia, per la precisione in Salento, dai Volontari Tci per il Patrimonio Culturale nell'ambito dall'iniziativa Aperti per Voi. A Brindisi sono 28 i volontari che accolgono dal 2014 i visitatori presso la Casa del Turista, che ha fino ad oggi registrato 26mila visitatori tra brindisini e (molti!) turisti. A Taranto i volontari sono invece 38 e accolgono i visitatori presso la Cattedrale di San Cataldo e il Museo diocesano di arte sacra di Taranto che dal 2017 hanno accolto quasi quattromila entusiasti visitatori.
 
Ve li presentiamo nei particolari, rimandando alle schede sul sito di Aperti per Voi, dove si trovano approfondimenti, gli orari e le istruzioni di visita. Per sostenere il Touring e l'iniziativa Aperti per Voi è sempre più importante associarvi al Tci. Soltanto con il contributo dei suoi soci il Touring riesce a tutelare il bene comune e arricchire la cultura del nostro territorio.
 
Taranto, le volte della cattedrale di san Cataldo / foto Giuseppe Leva
 
I VOLONTARI DEL TCI A TARANTO
Taranto e il Touring Club Italiano nel 2018 hanno consolidato ancora di più il loro rapporto. Dopo il sostegno alla promozione del Museo diocesano di arte sacra, i volontari di Aperti per Voi hanno iniziato ad accogliere  i visitatori anche alla Cattedrale di San Cataldo, dando vita a un vero e proprio circuito turistico
 
La Cattedrale di san Cataldo si trova nel cuore della città vecchia. È la più antica cattedrale pugliese. Dalla facciata esterna, in un trionfo di eleganti firme settecentesche tra nicchie con santi, angeli e medaglioni si accede alle tre navate. E mentre guardando in alto si ammira il “cielo d’oro della cattedrale” che adorna il soffitto della chiesa, si cammina su un pavimento costellato da frammenti di un mosaico che riprendeva l’ascesa al potere o “il volo” di Alessandro Magno.
 
Allestito nei locali del cinquecentesco Seminario arcivescovile, in piena Città Vecchia, e inaugurato nel 2011, il Museo Diocesano di arte sacra di Taranto (MuDi) raccoglie ben sette sezioni tematiche, è sviluppato su tre piani ed espone oltre 350 opere d'arte tra cui una discreta quantità di manufatti scultorei, una ricca documentazione pittorica che testimonia le grandi scuole meridionali, pregiati paramenti sacri, alcuni sportelli di tabernacolo, tra cui quello dal valore inestimabile in oro zecchino e topazio scolpito. Di notevole valore sono, inoltre, gli argenti e gli ori provenienti prevalentemente dal cosiddetto Tesoro di San Cataldo.

La cattedrale di San Cataldo, a Taranto / foto Giuseppe Leva

I VOLONTARI DEL TCI A BRINDISI
Per i brindisini era un cortile e nulla più. Il cortile di un palazzo signorile che si affaccia sul lungomare del porto interno di Brindisi. Un palazzo che oggi ospita la Casa del turista, ovvero la sede della locale Azienda di Promozione Turistica e, dal 2014, anche l’unico sito Aperti per Voi della città pugliese.
 
A dispetto del suo aspetto esterno, che lo fa assomigliare a qualsiasi altro palazzo del lungomare cittadino, la Casa del turista nasconde al suo interno una serie di tesori che raccontano la storia della città. Tesori scoperti con una campagna di scavo iniziata nel 1999 e conclusa nel 2011 che ha portato alla luce un’area archeologica di epoca romana, con la strutture commerciali probabilmente legate alle attività portuali. Una struttura cui, nel periodo medievale, si sovrappose una chiesa probabilmente appartenuta all’ordine monastico cavalleresco di San Giovanni Gerosolimitano, che qui aveva una sede poiché Brindisi all’epoca era il più importante porto d’imbarco verso la Terra Santa.
 
Non solo, nell’area sono stato rinvenute delle sepolture di epoca tardomedievale che si accompagnano ad altre, una quarantina, risalenti al II secolo d.C. che fanno pensare all’esistenza di una necropoli. Una storia complessa e stratificata che però rischiava di rimanere nascosta per sempre perché il Comune, proprietario dell’area, non aveva modo di aprirla stabilmente al pubblico. E proprio per questo sono intervenuti i Volontari per il Patrimonio Culturale del Touring. 
 
 
Brindisi, la Casa del Turista
 
COME SOSTENERE APERTI PER VOI
Solo grazie a persone che credono nella nostra missione il progetto Aperti per Voi potrà andare avanti. Per continuare a tenere aperti questi luoghi abbiamo bisogno anche del vostro aiuto! 

Potete sostenere Aperti per Voi facendo una piccola donazione sul sito apposito e/o diventando Volontari. In questo modo ci aiuterete a rendere accessibili i luoghi d'arte e cultura, a tutti, ogni giorno. Una piccola donazione può dare un futuro a tanti luoghi che altrimenti rimarrebbero chiusi nel cassetto!

INFORMAZIONI
Per donare e sostenere il progetto, scoprire tutti i luoghi Aperti per Voi, capire come diventare Volontari Touring cliccate su dona.touringclub.it!
 
 
Dona