Scopri il mondo Touring

Un itinerario da Sirmione a Riva del Garda fino a Gardone Riviera

Che cosa fare in camper sul lago di Garda

di 
Fabrizio Milanesi
20 Marzo 2018

Pare d’essere al mare. Ma la realtà non lascia delusi. Anzi. Quando si arriva in prossimità delle rive del lago di Garda si rimane spiazzati dal più grande tra gli specchi d'acqua dolce italiani. Siamo finiti su una spiaggia o ai piedi di una valle alpina? Non è il navigatore a sbagliarsi. In effetti le Dolomiti sono lì, a una manciata di chilometri e il microclima temperato è un regalo dell'influenza della enorme distesa d’acqua: 368 chilometri quadrati racchiusi in un perimetro che ne conta ben 162.

Avete ancora dubbi se andare sul lago di Garda in Camper? Chiedetelo a Catullo, Byron, (certo, anche Goethe… immancabile) e ovviamente a D’Annunzio. E domandatelo a centinaia di migliaia di innamorati del clima gardesano. Ma voi avete una (anche due) marce in più. Viaggiate in libertà su un camper, un passepartout ideale per vivere intensamente natura, cultura e gioie del palato. Ciak, motore, azione. Si parte.
 
 Se avete un camper, pensate a un’assicurazione con Linea Strada InCamper, il prodotto innovativo e conveniente di Vittoria Assicurazioni dedicato al mondo del camper!

Per richiedere un preventivo personalizzato, basta andare sul sito www.rcamper.it o chiamare il numero verde 800 403060: in pochi minuti potrete scoprire i vantaggi esclusivi dell'offerta ed acquistare direttamente la vostra assicurazione!
 
COME ARRIVARE
Le vie principali sono la A4 Milano-Venezia con uscite a Desenzano, Sirmione, Peschiera; oppure l'autostrada A22 del Brennero (uscite Affi/Lago di Garda Sud e Rovereto/Lago di Garda Nord). Se si arriva sulla sponda ovest, il collegamento è con la Statale 45 bis (la Gardesana occidentale). Sulla sponda est si transita dalla Statale 249 (la Gardesana orientale).
 

Con il Touring hai vantaggi esclusivi per le tue vacanze

SCOPRILI TUTTI
 
SIRMIONE
Partiamo dalla riva meridionale del lago di Garda, la più mediterranea. Partiamo da Sirmione, che sorge proprio su una stretta penisola che si allunga nell'acqua. Sirmione conserva a stento l’atmosfera di un antico villaggio di pescatori. Oggi come ieri è famosa per la sua fonte di acqua calda curativa che la rende destinazione spesso affollata in tutte le stagioni. Il castello visconteo dalle torri merlate controlla l’unico ingresso al centro storico. Vi troverete con un gelato tra le mani a cercare lo scorcio migliore per guardare il lago spuntare tra le case.
 
All’estremità della lingua di terra si arriva alle rovine della più grande villa romana dell’Italia del nord (I secolo a.C-I secolo d.C.), considerata a lungo la residenza del poeta latino Catullo. Non perdetevi qualche ora nelle terme, alcune davvero all’avanguardia e con piscine esterne vista lago.
 
PESCHIERA DEL GARDA
Imbocchiamo la gardesana occidentale per raggiungere in pochi chilometri Peschiera del Garda. Una antica città militare che ha conservato le fortificazioni erette dalla Serenissima Venezia nel XVI secolo. Per entrare nel centro storico ci sono due accessi monumentali, la porta di Verona (1553) a est, quella di Brescia (1558) a Ovest. Quanto è rilassante passeggiare su vie e stradine tra terra e acqua.
 
PUNTA SAN VIGILIO (GARDA)
Uscendo da Peschiera si prosegue in direzione Garda. Si attraversano Lazise e Bardolino per arrivare a punta San Vigilio. Lasciate il camper in sosta, anzi dimenticatelo pure per un paio d’ore e godetevi uno dei più pittoreschi affacci sul lago. Si cammina tra il verde di un viale di cipressi e seguendo il selciato la stradina vi porterà sul porticciolo. Che vista meravigliosa!
 
Panorama dalla Punta San Vigilio/thinkstockphotos
 
MALCESINE
Superate Torri del Benaco e Brenzone ecco uno sperone roccioso che sovrasta il lago. A Malcesine, borgo certificato dal Touring con la Bandiera arancione per le sue qualità turistiche-ambientali, c’è l’antico castello degli Scaligeri. Imponente, con il suo curioso mastio a forma di pentagono. Nel castello potete trovare esposizioni permanenti e temporanee e testimonianze del passaggio di Goethe nel suo Viaggio in Italia (sì, sempre lui). Se avete tempo prendete la teleferica che si arrampica fino a più di 1700 metri d’altitudine, alle pendici del monte Baldo.
 
TORBOLE
Nella stiva del camper avete qualcosa che somiglia a una sogliola in vetroresina? Tombola, anzi Torbole! Sierte in uno dei paradisi italiani del windsurf. Il vento soffia ininterrottamente. E se non siete windsurfer, un’idea è fare la passeggiata fino a Sarca del Garda. Si supera una lingua di sabbia e da un ponte si apre il panorama di vele e d’azzurro.
 
Torbole, paradiso per il windsurf/thinkstockphotos
 
RIVA DEL GARDA
Edifici sgargianti di colore, architetture barocche e una rocca antica. Si presenta così Riva. Il borgo è stretto sulla punta più a nord del lago. È un po’ il mare del Trentino Alto Adige. Riva è una vera cittadina, servita e attiva tutto l’anno.
 
SULLA GARDESANA OCCIDENTALE, FINO AL SANTUARIO DI MONTECASTELLO
Qualcuno vorrà improvvisamente guidare! E come dargli torto. La strada è magnifica e attraversa tratti in cui le montagne scendono a precipizio in acqua. Si pensi solo che per costruire questo tratto della Gardesana (inaugurato nel 1931), si aprirono 70 gallerie e 56 ponti. Superati i borghi di Pregasio e Tignale (altra Bandiera arancione del Touring) non perdetevi la deviazione per il santuario di Montecastello (XIII-XIV secolo). Il santuario è sull’orlo di una parete verticale di oltre 700 metri.
 
Il santuario di Montecastello/foto tignale.org
 
GARDONE RIVIERA E IL VITTORIALE DEGLI ITALIANI
Magnolie, allori, palme, roseti e limoni. Giù i finestrini. Perché nell’elegante Gardone meglio arrivarci respirando a pieni polmoni. La località è molto (molto) apprezzata e si trovano alberghi lussuosi e negozi alla moda; anche i servizi turistici sono eccellenti, come dimostra la Bandiera arancione del Touring. Sono solo il prologo al cuore della visita, il Vittoriale degli italiani, l’ultima residenza di Gabriele D’Annunzio. Il “Vate”era un esteta e non per caso si scelse come buen retiro questa tenuta di nove ettari, tra natura lussureggiante, libri e opere d’arte. 
 
Gardone Riviera e il Vittoriale degli italiani/thinkstockphotos 
 
INCROCI GASTRONOMICI 
A voi la scelta della sosta golosa. Vi diamo qualche coordinata in un repertorio che più vario non si può. L’olio extravergine di oliva del Garda Orientale e i vini di Franciacorta sono gli imperdibili a tavola del “basso Garda”. Nell’”alto Garda” non perdetevi la carne salata aromatizzata in salamoia e i broccoli di Torbole. Protagonista in tutto il territorio è il pesce: trote, lavarelli, carpe, alborelle e il rarissimo carpione (presidio Slow Food).
 
Thinkstockphotos
 
I SERVIZI PER I CAMPERISTI
Scegliere gli indirizzi migliori in un’area servitissima sarebbe limitante rispetto a esigenze e gusti. Quindi vi consigliamo la guida Tci Campeggi e villaggi turistici: una selezione accurata di indirizzi selezionati tra campeggi, villaggi turistici e agricampeggi.
 
GUIDE E APPROFONDIMENTI
- Fatevi ispirare dalla nostra guida L'Italia in Camper da comprare nei Punti Touringsul nostro sito a prezzo scontato!
- Per non perdere il meglio dell'enogastronomia locale, ecco la guida Vinibuoni d'Italia.
- Sul sito dei borghi Bandiera arancione, tutte le info sui tre Comuni certificati: Malcesine, Tignale e Gardone Riviera
 
L'ASSICURAZIONE
Se avete un camper, pensate a un’assicurazione con Linea Strada InCamper, il prodotto innovativo e conveniente di Vittoria Assicurazioni dedicato al mondo del camper!
Per richiedere un preventivo personalizzato, basta andare sul sito www.rcamper.it o chiamare il numero verde 800 403060: in pochi minuti potrete scoprire i vantaggi esclusivi dell'offerta ed acquistare direttamente la vostra assicurazione!
 
 
 

Associati al Touring per avere offerte esclusive e 1100 euro di buoni sconto per le tue vacanze in tutta Italia 

DIVENTA SOCIO