Scopri il mondo Touring

Grandi appuntamenti e piccole manifestazioni: ecco i nostri consigli

Che cosa fare il weekend del 23-24 novembre in tutta Italia

di 
Stefano Brambilla
19 Novembre 2019
 
Non sapete come passare il prossimo weekend? Vi diamo dieci (e più) consigli per appuntamenti interessanti, mostre, incontri e visite per tutta la famiglia. Molti altri li potete trovare nella nostra sezione eventi.

1. IN CAMPANIA PER FUTURO REMOTO
Da anni è uno dei festival della scienza più apprezzati e seguiti. Torna anche nel 2019 (dal 21 al 24 novembre) alla Città della Scienza di Napoli "Futuro Remoto", con grandi mostre, laboratori, dimostrazioni, eventi, incontri e spettacoli. Una festa di tutti e aperta a tutti, dove si parlerà di quinta rivoluzione industriale, di robot, di internet delle cose e di molto altro. 

Info: sito dedicato.

2. IN EMILIA ROMAGNA PER LA MANO, GUERCINO E IL PO
Si intitola U.MANO ed è la nuova mostra di Fondazione Golinelli, il grande Centro di arti e scienze a Bologna. Fino al 9 aprile l'esposizione ha come obiettivo quello di recuperare l'alleanza storica tra arte e scienza e sceglie di indagare attraverso il tema della mano il ruolo dell'uomo in un presente dominato dalla tecnologia. Il percorso espositivo è sviluppato su più piani di lettura: dall’esplorazione dell’interiorità dell’uomo all’aprirsi alla comprensione dell’universo che gli sta intorno, in stretto e inevitabile collegamento con il cervello. In mostra i maestri del passato dialogano con il presente attraverso installazioni, esperienze di realtà aumentata, rimaterializzazioni, innovazioni robotiche applicate e postazioni interattive.

Info: sito dedicato.
 


Cento (Fe) rende omaggio al suo cittadino più illustre, Giovanni Francesco Barbieri, detto il Guercino (1591-1666): alla Pinacoteca San Lorenzo e alla Rocca si tiene la mostra Emozione Barocca. Il Guercino a Cento che documenta l’evoluzione stilistica dell’artista centese, dalla formazione alla maturità. La mostra presenta 27 dipinti, 32 affreschi e 20 disegni opere in gran parte appartenenti al patrimonio culturale cittadino, mai più esposti al pubblico dopo il terremoto del 2012, come le tele della Cappella Barbieri della Chiesa del Rosario, cappella di famiglia del pittore ricostruita all’interno del percorso espositivo, insieme ad altre opere della Pinacoteca Civica di Cento, attualmente inagibile. Un’importante porzione della mostra verrà riservata nella Pinacoteca San Lorenzo alla ricca collezione di disegni di Guercino di proprietà della Pinacoteca Civica di Cento, e altri fogli che provengono da collezioni private e istituti bancari che documentano la sua straordinaria capacità inventiva e il suo innato talento grafico.

Info: nostra scheda dedicata. Biglietto ridotto per i soci Tci.  


 
 
“Una fetta di culatello di Zibello per un sacco di plastica”. Si chiama così l'iniziativa di Massimo Spigaroli - chef e sindaco di Polesine Zibello (Pr) - che si inserisce nel più ampio progetto “Puliamo in Po e puliremo il mondo”. La presentazione durante un convegno domenica 24 novembre alle ore 15.30 presso il Teatro Pallavicino di Zibello. “Abbiamo raggiunto l’84,1% di raccolta differenziata collocandoci in Emilia-Romagna al quinto posto tra comuni inferiori a 5.000 abitanti" spiega Spigaroli. "Essere un comune virtuoso ci consente ora di destinare le nostre energie al suo bosco fluviale per liberarlo dalle plastiche e dai rifiuti portati dalle piene dal Po e a tutte le emergenze del territorio. Lo faremo con  un semplice gesto, raccogliendo quanto sta contaminando l’ambiente evitando così che torni al fiume e arrivi al mare”. Sempre al Teatro Pallavicino, lunedì 25 novembre una sezione tecnica. L’iniziativa è aperta anche al pubblico fino ad esaurimento posti.


3. IN PIEMONTE PER SEGANTINI E LA BAGNA CAUDA
La grande mostra Divisionismo La rivoluzione della luce che apre il 23 novembre a Novara nella magnifica cornice del Castello Visconteo Sforzesco ha l’ambizione di essere la più importante mostra dedicata al Divisionismo realizzata negli ultimi anni, movimento giustamente considerato prima avanguardia in Italia. Ordinata in otto sezioni tematiche, l’esposizione consta di settanta opere tutte di grande qualità e bellezza, provenienti da importanti musei e istituzioni pubbliche e da collezioni private; tra gli artisti, Angelo Morbelli, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Carlo Fornara. 

Info: nostra scheda evento. Biglietto ridotto per i soci Tci.



È anche il weekend del Bagna Cauda Day. In oltre cento locali si cucinerà - con o senza aglio! - uno dei più tradizionali piatti della cucina piemontese: saranno a disposizione migliaia di posti a tavola ad Asti, in Piemonte, Liguria, Valle d'Aosta e nel mondo. Il programma è ricco di appuntamenti, dagli eventi musicali ai film; al Bagna Cauda Market del mercato coperto di Asti si possono acquistare i prodotti per la bagna cauda. Appuntamento venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 novembre.
 
 

4. IN SARDEGNA PER IL BENESSERE NATURALE
Si chiama “Festival di Scirarindi“ ed è una manifestazione dedicata alla scoperta della Sardegna naturale. Il 23 e 24 novembre a Cagliari si parlerà dunque di benessere, buon vivere e sostenibilità sull'isola secondo un approccio olistico. Tra i temi trattati: economia etica e consumo critico, produzioni alimentari biologiche a chilometro zero e di qualità, turismo consapevole, bioedilizia e tutela dell’ambiente, eco-cultura, medicine olistiche, discipline bio-naturali, ricerca interiore.

Info sul sito dedicato.

 
5. IN LOMBARDIA PER IL TORRONE
Si conclude questo weekend la Festa del torrone a Cremona, che già domenica scorsa ha visto migliaia di visitatori aggirarsi tra bancarelle, degustazioni, incontri e molto altro. L'occasione giusta per visitare la città lombarda e i suoi splendidi musei, quello del violino in primis... 
Info sul sito dedicato; che cosa fare a Cremona nella nostra news dedicata.


6. NELLE MARCHE PER IL FESTIVAL E LA CICERCHIA
La Regione Marche e il Salone del Libro di Torino organizzano la rassegna Sedendo e mirando, incontri, libri, autori e spettacoli per la platea delle Marche: un festival che coinvolge per il 2019 le città di Macerata (venerdì 22 novembre), Fabriano (sabato 23 novembre) e Ascoli Piceno (domenica 24 novembre), tutte e tre inserite nel cosiddetto “cratere del terremoto”. Il titolo Sedendo e mirando rimanda al celebre verso della poesia di Leopardi (il cui manoscritto compie 200 anni) e al noto dipinto di Tullio Pericoli; i teatri storici sono stati scelti come sedi principali del festival: il programma vuole dunque valorizzare gli spazi ospitanti, proponendo lectures, presentazioni di libri, spettacoli, dialoghi dedicati a temi importanti.

Info: sito di Amat Marche



La regina dei legumi poveri è pronta a far festa: parliamo della cicerchia, specialità marchigiana cui Serra de’ Conti (An) dedica dal 22 al 24 novembre una festa ad hoc, giunta alla XXII edizione. Nello splendido centro storico di impianto duecentesco racchiuso da una cinta muraria spezzata da dieci torrioni, prenderà vita una manifestazione che fonde sapientemente cultura del cibo, benessere, momenti di riflessione sulla biodiversità nell’agroalimentare e convivialità. I visitatori resteranno sorpresi dalla versatilità della cicerchia in cucina e dal gusto che riesce a regalare a moltissime ricette: specialità da assaggiare nelle antiche cantine, nelle grotte, nelle locande e nelle osterie di Serra de’ Conti.

Info sul sito di Fuoriporta.



 
7. IN TRENTINO PER ISADORA
È aperta da ottobre al Mart di Rovereto la mostra che esplora il culto di Isadora Duncan sulle avanguardie e sull'arte del secolo scorso attraverso le opere di grandi maestri internazionali. Duncan è stata riferimento centrale per il superamento dei canoni classici del balletto romantico ed esempio illuminante per le avanguardie storiche. Personalità carismatica e ribelle, si distingue per una danza svincolata da qualsiasi condizionamento sociale, per il ruolo di donna forte e capace, tenace e intuitiva. Sono oltre 170 le opere esposte: dipinti, sculture, documenti, fotografie che testimoniano come la pioniera della danza moderna abbia attraversato confini geografici e temporali, tanto che ancora oggi, a un secolo di distanza, la sua figura è quasi leggendaria. Centrali nel percorso espositivo sono il tema della liberazione del corpo femminile, l'influenza esercitata da Duncan nel contesto culturale del primo Novecento e il suo legame con l'Italia.

Info: sito dedicato

8. IN LIGURIA PER IL MUSEO
Dal 19 novembre al Galata Museo del Mare è visibile una nuova sezione dedicata all’evoluzione della marina mercantile, dal dopoguerra ad oggi. Al 4 piano del Museo, dopo la sezione “Andrea Doria, la nave più bella del mondo”, i visitatori del Galata potranno scoprire come è cambiato il panorama portuale contemporaneo attraverso il nuovo allestimento realizzato dal Mu.MA grazie all’Associazione Promotori Musei del Mare onlus. La vetrina è dedicata in particolare a quattro attori protagonisti del mondo dello shipping: Coeclerici, d’Amico Società di Navigazione, Famiglia Marsano e Rimorchiatori Riuniti che hanno permesso di ricostruire questa evoluzione storica e di vedere le diverse tipologie di navi mercantili. Una bella occasione per scoprire o tornare al Galata, uno dei musei più belli di Genova.

Info sul sito dedicato. Biglietto ridotto per i soci Tci.



9. IN VALLE D'AOSTA PER LE MOSTRE
Segnaliamo due mostre aperte recentemente ad Aosta. Il Museo Archeologico Regionale ospita un ricco percorso espositivo di 80 opere tra disegni e dipinti di Carlo Fornara, massimo esponente del divisionismo; l’esposizione è focalizzata sui due decenni cruciali della parabola di Fornara, l’ultimo dell’Ottocento e il primo del Novecento, ed esamina la stagione più intensa della sua produzione, in parallelo alla genesi e all’apice del divisionismo in Italia. Al centro San Benin, invece, ha aperto il 15 novembre "Olivo Barbieri. Mountains and Parks", la personale dedicata a uno dei maggiori fotografi contemporanei: sono oltre 50 i lavori esposti in un percorso ventennale che comprende, tra le altre, una serie di grandi immagini fotografiche inedite sulle montagne della Valle d’Aosta realizzate per l’occasione. Per la prima volta, poi, viene presentata la produzione scultorea dell’artista attraverso tre imponenti lavori plastici.

Info: Fornara, nostra scheda evento; Barbieri, nostra scheda evento. Biglietto ridotto in entrambe per i soci Tci. 



10. IN TOSCANA PER MICHELANGELO
Nel 2019 Firenze celebra non soltanto il quinto Centenario della morte di Leonardo da Vinci ma anche i cinquecento anni dalla nascita del duca Cosimo I de’Medici (Firenze 1519 – 1574) e di Caterina de’Medici, Regina di Francia (Firenze 1519 – Blois, 1589). La Fondazione Casa Buonarroti partecipa con un suo progetto, inaugurato il 19 novembre e intitolato "Michelangelo ed i Medici attraverso le carte dell'Archivio Buonarroti", che privilegia il ricchissimo archivio della famiglia Buonarroti ed, in particolare, i documenti michelangioleschi di eccezionale importanza che vi sono conservati. Le carte, pressochè sconosciute al grande pubblico, consentono infatti di seguire le varie tappe della lunga e operosa vita del sommo artista, morto a Roma nel 1564 all’età di ottantanove anni; e i legami che lo unirono con la famiglia Medici e i personaggi di cui si celebra l'anniversario.  

Info: nostra scheda evento. Biglietto ridotto per i soci Tci. 



11. A MILANO, TORINO E ROMA PER MOSTRE
Se siete a Milano, Torino o a Roma e siete indecisi quale mostra visitare, ecco i nostri consigli:
- Milano, le mostre da non perdere a novembre e dicembre
- Torino, le mostre da non perdere a novembre e dicembre
- Roma, le mostre da non perdere a novembre e dicembre