Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Visita al Cimitero degli Inglesi di Firenze

Visita al Cimitero degli Inglesi di Firenze

Dove

Indirizzo evento: 
Piazzale Donatello 38, Firenze
Cimitero degli Inglesi

Quando

Sabato 24 Ottobre 2020
ore 10

Ritrovo

Come arrivare: 

Cimitero degli Inglesi

Piazzale Donatello 38, Firenze

Ora di ritrovo: 
ore 09:45 ritrovo all’ingresso del Cimitero degli Inglesi

Contatti

Organizzatore: 
Club di Territorio di Firenze
Cellulare: 
339/5072127
Indirizzo mail: 
firenze@volontaritouring.it
Recapito di emergenza: 
339/5072127
Console accompagnatore: 
Massimo Conti Donzelli
Presenza guida: 
Guida dell'evento: 
Massimo Conti Donzelli
Referente: 
Davide Vezzi

Il Cimitero degli Inglesi di Firenze in quanto protestante, fu fatto edificare fuori delle mura cittadine su una montagnola in prossimità della Porta a Pinti (oggi distrutta), a spese di una società che rappresentava la Chiesa evangelica riformata svizzera e che aveva acquistato l'area dal governo granducale nel 1827 per realizzare un cimitero internazionale ed ecumenico, anche per i russi e i greco-ortodossi. Prima di allora i non cattolici e non ebrei che morivano a Firenze potevano essere sepolti solo a Livorno (all’antico cimitero degli inglesi)

 

Carlo Reishammer disegnò per primo quello che venne poi chiamato il cimitero "degli Inglesi", con un recinto poligonale diverso dall'attuale. Giuseppe Poggi gli diede la sua attuale forma ovale quando a Firenze, divenuta capitale d’Italia nel 1865, demolì le mura e creò i viali di Circonvallazione, ideando l'ovale di Piazza Donatello con l'"isola" cimiteriale. Il cimitero si definì quindi come area soprelevata al centro del nuovo piazzale, delimitata dalle due corsie di scorrimento dei nuovi viali, tanto da acquisire, in questo suo isolamento, l'appellativo di "isola dei morti".
Nel 1877, essendo oramai il cimitero compreso all'interno della nuova città, fu proibito alla comunità protestante l'uso del luogo per nuove sepolture (recentemente ripreso) per cui per lungo tempo l'isola mantenne inalterato il proprio carattere ottocentesco che ancora fortemente la caratterizza: la comunità non cattolica da allora iniziò ad usare il Cimitero degli Allori in zona Galluzzo.

Le inumazioni tra il 1828 ed il 1877 avevano d'altra parte portato a saturare in buon parte l'isola, con la realizzazione i 1409 tombe riferibili a sedici nazioni diverse, con una prevalenza di inglesi (760 tombe), fatto che - assieme all'uso di identificare i protestanti con questi - aveva portato a far definire dai fiorentini il cimitero come "degli Inglesi", nonostante la proprietà svizzera.

La presenza di tombe coronate da statue o da altri elementi scolpiti, l'irregolare disposizione delle sepolture, il tracciato dei vialetti che salgono sulla montagnola, la presenza di una certa varietà di essenze arboree ed arbustive, rendono il luogo di grande suggestione e assolutamente rappresentativo di quella dimensione pittoresca che l'Ottocento romantico - e in particolare la colonia di stranieri che aveva scelto Firenze come seconda patria - coniugava con la storia medioevale e rinascimentale della città.

Questo giardino della memoria accoglie 1409 tombe di letterati, artisti, mercanti ed altre personalità di 16 nazioni diverse, a documentare l'importanza e la vivacità anche culturale della colonia degli stranieri protestanti nella città

 

ore 09:45  ritrovo all’ingresso del Cimitero degli Inglesi 

ore 10     inizio della visita guidata

ore 12    fine della visita guidata

 

Socio Tci e familiare: € 8 - non socio: € 11

Altre informazioni utili: 

Prenotazioni:
Dal 05 al 20  ottobre 
Tel. 339/5072127 

Informazioni:
firenze@volontaritouring.it

Quota di partecipazione:  
Socio Tci e familiare: € 8 - non socio: € 11

La quota comprende:
Ingresso al Cimitero, auricolari, visita guidata a cura di una guida interna

Modalità di pagamento e condizioni di partecipazione:
il pagamento avverrà sul posto il giorno della visita
(si prega di presentarsi con il contante possibilmente preciso per facilitare i pagamenti)
E’ obbligatorio presentarsi muniti di mascherina

AVVISO: 
La visita avverrà nel rispetto dei protocolli di sicurezza sanitaria della regione Toscana, pertanto potrà accedere un numero ridotto di persone rispetto allo standard abituale delle visite Touring

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club