Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Verona: visita alla Chiesa di San Giorgio in Braida

Verona: visita alla Chiesa di San Giorgio in Braida

Dove

Indirizzo evento: 
Piazzetta San Giorgio 7 - Verona
Chiesa di San Giorgio in Braida

Quando

Sabato 18 Maggio 2019
ore 10:00

Ritrovo

Ora di ritrovo: 
Ore 10.00 Piazzetta San Giorgio 7 - Verona

Contatti

Organizzatore: 
TCI Club di Territorio di Verona
Telefono di riferimento: 
3384537216
Indirizzo mail: 
verona@volontaritouring.it
Recapito di emergenza: 
3384537216
Presenza guida: 

CHIESA DI SAN GIORGIO IN BRAIDA

18 maggio 2019

Ore 10.00   Piazzetta San Giorgio 7 - Verona

 

La chiesa di San Giorgio è situata nella parte settentrionale della città, poco distante dall'omonima porta con la poderosa facciata di pietra bianca. Costruita alla fine del XV secolo, è affiancata da una maestosa cupola e da un campanile attribuiti a Michele Sanmicheli, il maggiore architetto veronese dell'epoca.

Guardando la facciata in marmo bianco della chiesa di San Giorgio in Braida si notano elementi tipici della architettura rinascimentale, come la presenza della serliana del piano superiore, ed altri tipici del seicento, come la voluta che ne divide i due piani.

La chiesa infatti, pur cominciata in epoca rinascimentale, risente molto del clima controriformistico del seicento.

Si noti la perfetta simmetria tra i due piani: l'apertura della serliana che si ritrova nel portone d'ingresso del piano inferiore, gli ordini di pilastri schiacciati, sopra corinzi, sotto ionici.

Nelle due nicchie ai lati del portone vi sono le statue di San Giustignano e San Giorgio, che viene ritratto secondo la tradizionale iconografia come un giovane soldato di bell'aspetto.

La cupola COLPISCE PER L'EQUILIBRIO CON CUI SI INSERISCE NELL'AMBIENTE circostante, per la maestosità che aggiunge a tutto il complesso e per il magistero con cui fu terminata, nonostante le difficoltà di lavorare su un edificio preesistente.

Iniziata nel 1484 fu terminata nel 1604, molto dopo la morte del grande architetto.

Anche il campanile (seppur incompiuto) testimonia la maestria del Sanmicheli nel costruire gli edifici rispettando l'armonia del contesto, che esso esprime con la sua naturale simmetria rispetto a quello del Duomo, sulla sponda opposta del fiume.

La torre si presenta con la base a bozze di pietra bianca, sovrastata da una finestra con timpano spezzato in mezzo a pilastri angolari di ordine ionico. Sopra di essi corre una ricca trabeazione, dove i motivi liturgici si ripetono in modo costante, e nel secondo ordine si apre una cella campanaria in cotto.

Varcato l'ingresso si respira un clima di semplicità ed equilibrio: una navata unica che offre un forte senso di spazialità, con pareti bianche su cui si aprono grandi cappelle adorne di quadri, che contribuiscono ad un'unità di insieme.

Per la ricchezza delle opere contenute San Giorgio fu definita una pinacoteca dal Maffei e dal Goethe, che ebbe un apprezzamento particolare per la prima tela della parete di sinistra: "Sant'Orsola con le Vergini" di Giovan Francesco Caroto. Il quadro, seppur schematico nell'interpretare l'episodio, possiede colori molto ben calibrati e figure di una dolcezza estrema, che rimandano a quella raffaellesca.

Arrivando all'altare si rimane estasiati dalla purezza e dalla vivacità delle tinte con cui PAOLO CALIARI (DETTO IL VERONESE) seppe interpretare il Martirio di San Giorgio.

E' da notare come l'abside sia stato progettato proprio per accogliere questo capolavoro, che quindi è perfettamente inserito nella struttura della chiesa.

Ai lati vi sono due grandiose tele di gusto manierista, aventi la medesima tematica (manna che cade dal cielo) di Felice Brusasorzi e del Farinati.

Un tardo manierismo che il Brusasorzi rappresenta anche su una tela della parete di sinistra, nelle figure di tre arcangeli, con un gusto per l'artificiosità nei movimenti innaturali dei personaggi e una accentuata espressività dei volti.

Sopra l'entrata è da AMMIRARE IL BATTESIMO DI GESU' DEL TINTORETTO, dove un fascio di luce improvvisa che scende dall'Agnus Dei concentra l'attenzione sul Cristo, mentre a sinistra la figura titanica del Battista rimane in ombra, dando l'impressione di camminare verso lo spettatore.

 

(Verona.net)

Altre informazioni utili: 

Quota di partecipazione

  • Socio TCI                           € 3
  • Non Socio                          € 5

 

Prenotazioni

  • Dal 01/05/2019 al 16/05/2019
  • - tel. 3384537216
  • - verona@volontaritouring.it
  • - vicolo Broglio 2 (S.Zeno) - 37123 Verona
  • (su appuntamento)

 

Tel. attivo il giorno della visita

  • 3384537216

 

La quota comprende

  • Visita guidata

 

Modalità di pagamento e condizioni di partecipazione:

  • pagamento quota in loco prima della visita

 

Accesso disabili: 

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club