Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Venezia: visita alla 58° Biennale d’arte

Venezia: visita alla 58° Biennale d’arte

Dove

Indirizzo evento: 
Venezia
Corderie all’Arsenale

Quando

Domenica 13 Ottobre 2019
ore 10,00 - la visita si svolge nel corso della intera giornata (termine ore 17,30-18,00)

Ritrovo

Come arrivare: 

con vaporetto:

da P.le Roma/Ferrovia:

  • linea 1: fermata Arsenale (45 min c.a.)

 

da Ferrovia/P.le Roma:

  • linea 4.1:fermata Arsenale (36 min.ca)
  • linea 5.1: ferm. Giardini Biennale (30 min.ca) 
Ora di ritrovo: 
0re 10,00 alla biglietteria delle Corderie all’Arsenale

Contatti

Organizzatore: 
Tci Consoli di Venezia
Telefono di riferimento: 
Dal 23 sett. al 10 ott.: 327 5575292
Recapito di emergenza: 
348 2660404
Console accompagnatore: 
Donatella Perruccio Chiari
Presenza guida: 
Guida dell'evento: 
prof. Eva Comuzzi

Visita TCI Venezia n. 16/19

 

May You Live In Interesting Times

58° Biennale d’arte

 

13 ottobre 2019

 

Ore 10,00 Guida della prof. Eva Comuzzi

 

May You Live in Interesting Times (Che tu possa vivere in tempi interessanti), questo il titolo scelto dal curatore Ralph Rugoff, che si rifà ad un’antica maledizione cinese, citata per anni da autori e politici di tutto il mondo, ma sconosciuta nello stato da cui proviene. Un titolo dunque ‘sospetto’ che proviene da una frase dalla dubbia origine e autenticità e ci apre le porte ad una contemporaneità stratificata, ambivalente, contraddittoria. Certo pericolosa, ma con molti strumenti per poterla trasformare e dirigere attraverso il buonsenso, la responsabilità e l’impegno di ogni singola persona.

 

Molte delle opere esposte affrontano le tematiche contemporanee più preoccupanti, dall’accelerazione dei cambiamenti climatici alla rinascita dei programmi nazionalisti in tutto il mondo, dall’impatto pervasivo dei social media alla crescente disuguaglianza economica. Tuttavia, dobbiamo partire dal presupposto per cui l’arte è più di una mera documentazione del periodo storico in cui viene realizzata», ha spiegato Ralph Rugoff.

 

Divisa in due presentazioni distinte – la Proposta A all’Arsenale e la Proposta B al Padiglione Centrale ai Giardini – la mostra include 79 artisti provenienti da tutto il mondo. A loro il compito di restituire la propria visione del presente, spaziando liberamente tra fotografia, pittura, installazione, video e robotica. Ad affiancare l’esposizione principale sono le 90 Partecipazioni Nazionali negli storici Padiglioni ai Giardini, oltre ai 21 eventi ospitati in varie sedi della città.

 

Profilo della prof. Eva Comuzzi (1977):

  • Storica dell'arte contemporanea e curatrice.
  • Dopo la laurea in Conservazione dei Beni Culturali, lavora per diversi anni alla Galleria d'Arte Contemporanea di Monfalcone, specializzandosi nell'operato delle giovani generazioni di artisti.
  • Al termine di questa esperienza inizia a collaborare con gallerie private, istituzioni pubbliche e la fiera di Verona e nel 2011 fonda NASAC (Nuova Accademia delle Arti Storico-Artistiche Contemporanee: https://www.facebook.com/evacomuzzi), progetto itinerante e trasversale che, attraverso delle conversazioni aperte a tutti, ha lo scopo di far conoscere e divulgare le arti e la loro connessione con le altre discipline. A questo proposito, nel 2015 e grazie alla collaborazione con Erika Ciani, operatrice del benessere e istruttrice yoga uisp, svolge workshop di arte e yoga e yoga, simboli e sacramenti dove, alla parte teorica si unisce quella pratica.
  • Dal 2009 segue i corsi di bioenergetica e Cabala e Tarocchi di Emanuele Mocarelli e Antonino Maiorana, preziosa fonte di integrazione nel suo percorso di studi. Ha seguito i seminari di Marina Valcarenghi “Fra gioia e Dolore” e Astrologia Psicosomatica” tenuto da Lidia Fassio.
  • Nel 2014 e 2016 viene selezionata in due università estive presso il Centre Pompidou di Parigi (Magiciens de la Terre) e la Kent University, sempre a Parigi, per partecipare al seminario Matters of perception: objects and materialities of affect tenuto da Samantha Frost.
  • Nel 2016 collabora con l’Ambasciata Italiana e l’Ars Aevi Museum di Sarajevo.
  • Scrive per le riviste exibart e artribune. Attualmente collabora con ArtVerona, MOROSO, Le Arti Tessili di Maniago, ArtPort e OnArt.

 

Altre informazioni utili: 

Quota di partecipazione:

  • Socio TCI:   € 40,00
  • Non socio: € 42,00

 

Prenotazioni:

  • Dal 23 sett. al 10 ott.
  • -solo telefoniche al: 327 5575292

 

Tel. attivo nei giorni della visita: Console: Donatella Perruccio Chiari 348 2660404

 

La quota comprende: Guida, radioguida, assicurazione infortuni/RCT.

 

Modalità di pagamento e condizioni di partecipazione:

  • - prenotazioni, solo telefoniche
  • - pagamento entro 3 gg. dalla prenot.   con bonifico all’IBAN:
  •    IT 73 Z 02008 36190 000104553985
  •    C/C intest.: G. Mason / D. Perruccio

 

condizioni di partecipazione:

- al momento della prenotazione si deve comunicare il numero di tessera TCI (valida) propria e dello accompagnatore ed il numero di cellulare;

- la visita è aperta a soci e non soci;

- un socio può portare un  accompagnatore non socio (se c’è disponibilità di posti);

- nel caso di mancata partecipazione, comunicata entro 3 gg. dall’evento, il socio può richiedere il rimborso della quota versata (detratte le spese) a condizione che possa essere sostituito;

- il non socio non accompagnato da un socio, potrà prenotare solo se non sia stato raggiunto il n° max previsto;

- il non socio avrà gli stessi diritti e lo stesso trattamento del socio.

 

Ora e luogo di ritrovo: 0re 10,00 alla biglietteria delle Corderie all’Arsenale

 

 max partecipanti: 25

 

durata della visita: la visita si svolge nel corso della intera giornata (termine ore 17,30-18,00)

 

accesso ai disabili:

 

pranzo: libero (veloce) 

 

Accesso disabili: 

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club