Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Venezia: videoconferenza "Concorsi per i moderni edifici pubblici"

Venezia: videoconferenza "Concorsi per i moderni edifici pubblici"

Dove

Indirizzo evento: 
Venezia
Piattaforma ZOOM

Quando

Sabato 29 Maggio 2021
ore 10:00 - durata 2 ore circa - piattaforma Zoom

Ritrovo

Ora di ritrovo: 
ore 10:00

Contatti

Organizzatore: 
Tci Venezia
Telefono di riferimento: 
tel. 327 5575292 lun-ven: 9,30-12,30; 15,30-17,30
Indirizzo mail: 
consolivenezia@gmail.com
Console accompagnatore: 
Donatella Perruccio Chiari
Presenza guida: 
Guida dell'evento: 
Prof.ssa Arch. Paola Placentino
Referente: 
Donatella Perruccio Chiari

Videoconferenza TCI Venezia

Continua il ciclo di videoconferenze online su piattaforma ZOOM promosse da TCI Venezia per portare l’arte e la cultura direttamente a casa.

 

Corso di Storia dell’Architettura.

“L’Architettura in Italia dall’Unità al 1999” – ciclo di 8 lezioni.

 

Sabato 29 maggio 2021

ore 10,00    5° lezione della Prof.ssa Arch. Paola Placentino

 

 

“Concorsi per i moderni edifici pubblici: città universitarie, uffici postali, stazioni ferroviarie, palazzi di Giustizia, villaggi sportivi (Milano, Firenze, Padova, Ferrara, Roma, Napoli)”

-Adalberto Libera, Angiolo Mazzoni, Luigi Moretti, Marcello Piacentini, Giuseppe Samonà, Giuseppe Terragni.

 

 

L’immagine dell’Italia è profondamente trasformata dai cantieri che si aprono per realizzare moderni edifici pubblici.

Opere controllate da uffici tecnici dello Stato che, sia a livello centrale che periferico, si avvalgono di un’organizzazione amministrativa efficace e sono assegnate attraverso la procedura dell’appalto-concorso.

 

I numerosi concorsi banditi arrivano a modellare le città lungo l’intera penisola con la realizzazione delle sedi di amministrazioni provinciali o di enti statali e anche di edifici per la salute, il culto, lo sport e la cultura.

 

Tra i partecipanti ci sono nomi celebri e giovani architetti, che emergeranno come professionisti nel secondo dopoguerra.

In un immenso cantiere fumante l’architettura, che stentava a uscire dallo storicismo, si avvale di progettisti che non solo realizzano il programma politico del regime, ma elaborano proposte decisamente innovative nelle quali la lezione razionalista è filtrata dalla lezione della tradizione, dando corpo a progetti pienamente moderni, sintesi di ricerca formale, chiarezza costruttiva e soluzioni funzionali.

 

Profilo della prof. arch. Paola Placentino

  • Si laurea all’Università IuaV di Venezia con il massimo dei voti presentando una tesi sul cantiere delle Procuratie Nuove e le trasformazioni di Piazza San Marco tra XVI e XVII secolo.
  • Nel 2011 consegue il dottorato in storia dell’architettura e dell’urbanistica, presso la Scuola di Dottorato della stessa Università, discutendo la tesi su un manoscritto del XVI secolo contenente disegni di architettura, antica e moderna, conosciuto come ‘taccuino di Michelangelo’ e conservato presso il Musée des Beaux-Arts di Lille (Francia).
  • Ha presentato le sue ricerche in convegni nazionali e internazionali; ha pubblicato saggi e articoli sull’architettura del Rinascimento, sui disegni d’architettura e sulla loro circolazione a stampa tra XVI e XVII secolo.
  • Ha collaborato con l’Ècole Française de Rome, Institut de recherche en histoire et archéologie, per la pubblicazione di un database delle fonti archivistiche edite relative all’edilizia nella Repubblica di Venezia.
  • Dal 2011 collabora alla didattica presso l’Università IuaV di Venezia in corsi di storia della città e dell’architettura (corsi di laurea magistrale) e nell’estate 2016 ha collaborato con l’Università di Padova per tenere lezioni di storia dell’architettura presso la Shanghai Tech Summer School.
  • Attualmente è titolare di un assegno di ricerca presso l’Università IuaV di Venezia (dipartimento di Architettura, Costruzione e Conservazione) per studiare la committenza patrizia veneziana tra la fine del XV e l’inizio del XVI secolo e l’influenza della bottega di Pietro Lombardo sull’architettura residenziale. 
Altre informazioni utili: 

Quota di partecipazione a singola conferenza:

  • Socio TCI                   € 20,00

 

Condizioni di partecipazione:

Prenotazioni solo telefoniche al n. 327 5575292 a partire dal lunedì di due settimane antecedenti l’evento nei giorni:

 

Modalità di pagamento

  • A mezzo bonifico con IBAN:
  • IT 73 Z 02008 36190 000104553985
  • C/C intest.: G. Mason / D. Perruccio;  
  • riportare il n° di Tessera TCI (valido)

 

n° max partecipanti: no limit

 

durata della lezione: 2 ore c.a

 

Attenzione: le video-lezioni si svolgono su piattaforma ZOOM che gli interessati dovranno scaricare sul proprio PC.

 

Mezz’ora prima l’inizio della videoconferenza verrà inviata agli iscritti una mail con codice e password per accedere  alla stessa.