Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Venezia: 59. Esposizione Internazionale d’Arte “Il latte dei sogni”

Venezia: 59. Esposizione Internazionale d’Arte “Il latte dei sogni”

Dove

Indirizzo evento: 
Venezia
ingresso Biennale Giardini

Quando

Sabato 15 Ottobre 2022
0re 9,45 all’ingresso Biennale Giardini - la lezione si svolge nel corso dell’intera giornata (fine verso le ore 18.00)

Ritrovo

Come arrivare: 

con vaporetto da P.le Roma/Ferrovia:

linea 1:    fermata Giardini Biennale (45 min c.a.)

linea 4.1: fermata Giardini B.  (36 min.ca)

linea 5.1: fermata Giardini B.  (30 min.ca)

Linea 6:   fermata Giardini B. (25 min. ca.)

Ora di ritrovo: 
0re 9,45 all’ingresso Biennale Giardini

Contatti

Organizzatore: 
Tci Venezia
Telefono di riferimento: 
dal 26 al 30.9.22 tel.: 327 5575292 dal lun. al ven.: .: 9.30/12.30 – 15/17
Recapito di emergenza: 
Donatella Perruccio Chiari Cell. 348 2660404
Console accompagnatore: 
Donatella Perruccio Chiari
Referente: 
Donatella Perruccio Chiari

Lezione in visita TCI Venezia

 

59. Esposizione Internazionale d’Arte

“Il latte dei sogni”

a cura di Cecilia Alemanni

 

Sabato 15 Ottobre 2022

 

Ore 10,00   Guida della Prof.ssa Eva Comuzzi

 

 

Riprende sabato 15 ottobre l’ormai biennale appuntamento con le visite guidate in Biennale tenute da Eva Comuzzi che quest’anno include 213 artisti in gran parte donne, provenienti da 58 nazioniSono 26 le artiste e gli artisti italiani, 180 le prime partecipazioni nella Mostra Internazionale, 1433 le opere e gli oggetti esposti, 80 le nuove produzioni. «La mostra Il latte dei sogni prende il titolo da un libro di favole di Leonora Carrington (1917-2011) – spiega la curatrice Cecilia Alemani – in cui l’artista surrealista descrive un mondo magico nel quale la vita viene costantemente reinventata attraverso il prisma dell’immaginazione e nel quale è concesso cambiare, trasformarsi, diventare altri da sé. L’esposizione Il latte dei sogni sceglie le creature fantastiche di Carrington, insieme a molte altre figure della trasformazione, come compagne di un viaggio immaginario attraverso le metamorfosi dei corpi e delle definizioni dell’umano. La mostra nasce dalle numerose conversazioni intercorse con molte artiste e artisti in questi ultimi mesi. Da questi dialoghi sono emerse con insistenza molte domande che evocano non solo questo preciso momento storico in cui la sopravvivenza stessa dell’umanità è minacciata, ma riassumono anche molte altre questioni che hanno dominato le scienze, le arti e i miti del nostro tempo. Come sta cambiando la definizione di umano? Quali sono le differenze che separano il vegetale, l’animale, l’umano e il non-umano? Quali sono le nostre responsabilità nei confronti dei nostri simili, delle altre forme di vita e del pianeta che abitiamo? E come sarebbe la vita senza di noi?

 

Ore 10.00 – Ritrovo ai Giardini

 

Ore 13.30-15.00 pausa pranzo (le persone sono libere di pranzare e di vedere la restante rassegna in autonomia / è consigliabile il pranzo al sacco.

 

Ore 15.30 Ritrovo uscita Giardini: si proseguirà assieme verso l’Arsenale.

 

Profilo della Prof.ssa Eva Comuzzi

  • Storica dell'arte contemporanea e curatrice. Dopo la laurea in Conservazione dei Beni Culturali, lavora per diversi anni alla Galleria d'Arte Contemporanea di Monfalcone, specializzandosi nell'operato delle giovani generazioni di artisti. Al termine di questa esperienza inizia a collaborare con gallerie private, istituzioni pubbliche e la fiera di Verona e nel 2011 fonda NASAC (Nuova Accademia delle Arti Storico-Artistiche Contemporanee: https://www.facebook.com/evacomuzzi), progetto itinerante e trasversale che, attraverso delle conversazioni aperte a tutti, ha lo scopo di far conoscere e divulgare le arti e la loro connessione con le altre discipline. A questo proposito, nel 2015 e grazie alla collaborazione con Erika Ciani, operatrice del benessere e istruttrice yoga uisp, svolge workshop di arte e yoga e yoga, simboli e sacramenti dove, alla parte teorica si unisce quella pratica. Dal 2009 segue i corsi di bioenergetica e Cabala e Tarocchi di Emanuele Mocarelli e Antonino Maiorana, preziosa fonte di integrazione nel suo percorso di studi. Ha seguito i seminari di Marina Valcarenghi “Fra gioia e Dolore” e Astrologia Psicosomatica” tenuto da Lidia Fassio. Nel 2014 e 2016 viene selezionata in due università estive presso il Centre Pompidou di Parigi (Magiciens de la Terre) e la Kent University, sempre a Parigi, per partecipare al seminario Matters of perception: objects and materialities of affect tenuto da Samantha Frost. Nel 2016 collabora con l’Ambasciata Italiana e l’Ars Aevi Museum di Sarajevo. Scrive per le riviste exibart e artribune. Attualmente collabora con ArtVerona, MOROSO, Le Arti Tessili di Maniago, ArtPort e OnArt.
Altre informazioni utili: 

Quota di partecipazione:

Socio TCI:   € 50,00 

Non socio:   € 53,00 

 

Prenotazioni:

- dal 26 al 30.9.22

- solo telefoniche al: 327 5575292

dal lun. al ven.: 9.30/12.30 – 15/17

 

Tel. attivo nei giorni della visita:

Console: Donatella Perruccio Chiari Cell. 348 2660404

 

La quota comprende:

Docenza, radioguida, assicurazione infortuni/RCT, biglietto di ingresso

 

Modalità di pagamento:

- il pagamento dovrà essere fatto   entro tre giorni dalla prenotazione;

- pagamento con bonifico all’IBAN:

   IT 73 Z 02008 36190 000104553985

   C/C intest.: G. Mason / D. Perruccio

 

Condizioni di partecipazione:

-al momento della prenotazione si deve comunicare il numero di tessera TCI (valida) propria e dello accompagnatore ed il numero di cellulare;

-la lezione è aperta a soci e non soci;

-nel caso di mancata partecipazione, comunicata entro 3 gg. dall’evento, il socio può richiedere il rimborso della quota versata (detratte le spese) a condizione che possa essere sostituito;

-il non socio avrà gli stessi diritti e lo stesso trattamento del socio.

 

Ora e luogo di ritrovo:

0re 9,45 all’ingresso Biennale Giardini

 

Max partecipanti: 25

 

Durata della visita:

la lezione si svolge nel corso dell’intera giornata (fine verso le ore 18.00)

 

Pranzo: libero (veloce)