Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Vatolla (Perdifumo) e San Mauro Cilento (SA): GB Vico e la dieta mediterranea

Vatolla (Perdifumo) e San Mauro Cilento (SA): GB Vico e la dieta mediterranea

Dove

Indirizzo evento: 
Ingresso del Castello De Vargas Machuca - Vatolla, frazione di Perdifumo (SA)
Vatolla (Perdifumo) e San Mauro Cilento

Quando

Domenica 21 Ottobre 2018
giornata intera

Ritrovo

Come arrivare: 

- ore 10.00: ritrovo dei partecipanti (mezzi propri) all’ingresso del Castello De Vargas Machuca - Vatolla, frazione di Perdifumo (SA)

Ora di ritrovo: 
ore 10

Contatti

Organizzatore: 
Tci Club di Territorio di Salerno
Indirizzo mail: 
salerno@volontaritouring.it
Recapito di emergenza: 
339.6923251 (Enrico Andria)
Console accompagnatore: 
Enrico Andria, console del Touring
Presenza guida: 
Guida dell'evento: 
locali

Interessante giornata dedicata a Vatolla (Perdifumo) e San Mauro Cilento (SA) per approfondire la conoscenza di Giambattista Vico e della Dieta Mediterranea. In esclusiva per i soci e gli amici del Tci. 
Manifestazione realizzata in collaborazione con la Fondazione Giambattista Vico e con la Cooperativa “Nuovo Cilento”.
Scheda della visita 
Perdifumo: Il primo nucleo del centro abitato di Perdifumo nacque nel corso dell’XI secolo con l'assorbimento degli abitanti del vicino villaggio di S. Arcangelo. Nel 1073 S. Arcangelo con i suoi possedimenti passò alle dipendenze della Badia di Cava. A seguito degli avvenimenti della guerra del Vespro (1282-1302) Perdifumo fu completamente distrutto. Ricostruito, rimase ancora in possesso della stessa Badia fino al 1412, quando tutti i suoi feudi cilentani per volontà del papa Gregorio XII passarono in mano al re Ladislao di Durazzo. Perdifumo fu poi concesso nel 1436 da Alfonso d’Aragona ai Sanseverino in assoluto dominio, conservandovi la Badia la sola giurisdizione spirituale. Nel 1500, trovandosi i Sanseverino privati di tutti i loro feudi a seguito della Congiura dei Baroni (1485-87), il re Federico d’Aragona concesse Perdifumo in feudo al cavaliere Giacomo Guindacio, nobile napoletano, che ne conservò poi il dominio come suffeudatario dei Sanseverino quando questi recuperarono nuovamente i loro feudi nel 1507.Perdifumo fu poi del ramo della famiglia dei Príncipi di Roccadaspide, a cui restò fino all’eversione della feudalità (1806).
Vatolla: è la maggiore frazione comunale, famosa per aver ospitato tra il 1689 ed il 1695 il filosofo napoletano Giambattista Vico. Palazzo De Vargas, ricordato come il "castello", ove soggiornò lo studioso, è oggi sede del Museo Vichiano e della Fondazione Giambattista Vico. Il borgo cilentano è ricordato anche per la coltivazione della celebre Cipolla di Vatolla, elemento della biodiversità cilentana.
Museo Vichiano: è collocato all’interno del Palazzo De Vargas a Vatolla, frazione di Perdifumo, paesino del Cilento interno. Il Palazzo, antico castello posto a controllo del territorio, più volte rimaneggiato e dalla tradizionale tipologia cilentana a corti terrazzate, ospitò Giambattista Vico per nove anni (1686-1695), come istitutore dei figli dell’allora proprietario marchese Rocca. Il restauro dell’area di rappresentanza del Palazzo, acquisita dalla Fondazione Vico, è avvenuto nel 1994, sulla spinta della necessità culturale espressa in forma di appello da Elena Croce, figlia del filosofo, e dall’Avv. G. Marotta presidente dell’Istituto per gli Studi Filosofici di Napoli. Il loro accorato richiamo fu raccolto dall’Avv. V. Pepe, oggi presidente della Fondazione Giambattista Vico, supportato dalla Provincia nella figura del Presidente A. Andria, che iniziò il difficile restauro completato poi dal Parco Nazionale Cilento Vallo di Diano. La validità del restauro realizzato è stata confortata da numerose testimonianze autorevoli, tra cui quella più gratificante del Prof. La Valva. Oggi il cuore del complesso museale è una sala per convegni che ospita oltre ad incontri, seminari e conferenze di grande qualità e richiamo, anche il prestigioso premio Giambattista Vico.
San Mauro Cilento: Comune insignito dalle “5 Vele” del Touring Club Italiano anche per il 2018 per i servizi balneari, la bellezza delle spiagge e la cura delle acque e dell’ambiente. Il comune si divide in due frazioni Casal Sottano e Casal Soprano, due borghi che un tempo erano reciprocamente avversi per via di una rivalità andata poi progressivamente scemando così da permettere alle due entità di fondersi. L’attrazione principale di questo piccolo comune risiede in una natura lussureggiante. Qui sorge la Cooperativa Agricola “Nuovo Cilento”, proprietaria di 2.000 ettari di terra nel Parco Nazionale del Cilento e coltivata principalmente a fichi e uliveti. La Cooperativa rappresenta il più grande produttore italiano di olio biologico e si colloca tra i più importanti per l’olio D.O.P. grazie a olive di ottima qualità raccolte a mano e selezionatissime, sottoposte a spremitura a freddo con sistema integrale. Presso il frantoio di San Mauro la Cooperativa ospita il Laboratorio di Ricerca Gastronomica, prima struttura di ricerca e ristorazione nel territorio cilentano volto a proporre ricette antiche con i prodotti caratterizzanti la dieta mediterranea.

Altre informazioni utili: 

Programma di massima 
- ore 10.00: ritrovo dei partecipanti (mezzi propri) all’ingresso del Castello De Vargas Machuca - Vatolla, frazione di Perdifumo 

(Sa) - visita alla Fondazione Giambattista Vico con la preziosa Biblioteca e il Museo Vichiano; 
- ore 12.00: trasferimento (mezzi propri) a San Mauro Cilento;
- ore 12.30: pranzo presso il ristorante laboratorio “Al Frantoio” della Cooperativa Agricola “Nuovo Cilento” - al costo di 20 euro a persona (quota comprensiva, oltre al pranzo, anche dei laboratori e delle visite guidate) - con il seguente menù: Antipasto 

(antipasto cilentano a base di sfizi di verdure, formaggi tipici e salumi cilentani), Primo (Cavatelli e fagioli di Controne), Secondo (salsiccia fatta in casa con patate al forno), acqua minerale e vino.
- ore 14.30: percorso di conoscenza dell’olio, dalla raccolta alla molitura; corso di conoscenza e degustazione dell’olio; 
- ore 17.30: termine della manifestazione.
È necessaria la prenotazione presso il Club di Territorio di Salerno inviando una email a: 
salerno@volontaritouring.it 
Le prenotazioni sono aperte.
Quote: La manifestazione è gratuita per i soci e gli amici del Tci. 
Pranzo presso il ristorante laboratorio “Al Frantoio” della Cooperativa Agricola “NuovoCilento” - al costo di 20,00 euro a persona (quota comprensiva anche dei laboratori e delle visite guidate) da pagarsi direttamente alla Cooperativa.
- Trasporti: mezzi propri
- Volontario Tci Accompagnatore: Enrico Andria, console del Touring
- Guida: locali
- Partecipanti: max 50 persone
I soci e gli amici del Tci regolarmente iscritti alla manifestazione sono coperti da apposita polizza assicurativa per la responsabilità civile.
Per comunicazioni urgenti il giorno della manifestazione è possibile contattare il numero 339.6923251 (Enrico Andria).
Il Volontario Touring accompagnatore ha la facoltà di variare l’itinerario.
La manifestazione si effettua anche in caso di pioggia.
Il Club di Territorio di Salerno del Tci si riserva il diritto di accettare o meno la prenotazione.
Manifestazione organizzata per i soci e gli amici del Tci e soggetta al regolamento della Commissione regionale consoli della Campania.
Sono ammessi in via eccezionale i non soci perché possano constatare la qualità e l'interesse delle nostre manifestazioni, e quindi associarsi.

In collaborazione con: