Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Sarajevo e Mostar (da Milano e Varese): Visita molto speciale in occasione del " Centenario della Grande Guerra"

Sarajevo e Mostar (da Milano e Varese): Visita molto speciale in occasione del " Centenario della Grande Guerra"

Dove

Indirizzo evento: 
Sarajevo, Bosnia ed Erzegovina

Quando

Da Mercoledì 31 Ottobre 2018 a Domenica 4 Novembre 2018

Contatti

Organizzatore: 
INIZIATIVA DEI CONSOLI DI MILANO E VARESE in collaborazione con l'agenzia “Le Marmotte”
Presenza guida: 

A conclusione delle celebrazioni per il Centenario della Grande Guerra, una visita molto speciale Sarajevo, la  Gerusalemme d’Europa. nel luogo dove è scoccata la scintilla che 100 anni or sono  ha infiammato l’Europa e dove più recentemente un’altra assurda guerra ha segnato la geografia dei Balcani.

Programma della visita:

1° Giorno
MILANO – SARAJEVO
Partenza con voli di linea.

Tour panoramico della città con sosta alla Moschea Gazi Husref bay, capolavoro dell’architettura ottomana, alla Vecchia Chiesa Ortodossa, dedicata agli arcangeli Gabriele e Michele che vanta un’importante icona, decorata dagli artisti Radulo e Maksim Tujkovic nel XVII secolo ed un bel campanile in stile barocco ed al Ponte Latinski vicino al punto dove avvenne l’attentato all’Arciduca Ferdinando.

2° Giorno
SARAJEVO

Giornata interamente dedicata a questa particolare città, crocevia di culture e stili diversissimi fra loro.  Il bellissimo Bazar Turco, i Palazzi Amministrativi del periodo austroungarico, la Sinagoga e la Grande Moschea dove durante l’occupazione nazista, l’Haggadah, uno dei più importanti testi sacri ebraici, fu salvato dai musulmani che lo nascosero per poi restituirlo ai legittimi proprietari.  

La Chiesa Ortodossa, il Museo delle Icone e Svrzo House, una famosa casa turca dove si respira l’atmosfera antica.  Il Tunnel dell’Assedio.  Durante l'assedio di Sarajevo, nella guerra di Bosnia Erzegovina (1992–1995), fu costruito dagli assediati bosniaci, con lo scopo di collegare la città, che era stata interamente isolata e circondata dalle forze serbe, con un'altra parte del territorio bosniaco, passando al di sotto dell'area neutrale dell'aeroporto, posta sotto il controllo delle Nazioni Unite, che permise alle riserve alimentari e agli aiuti umanitari di raggiungere la città. Il tunnel, alto 1,60 mt e largo circa 0,80 mt, si estendeva per una lunghezza di circa 800 metri. Lo scavo della galleria è iniziato nel gennaio del 1993.

3° Giorno
SARAJEVO – TRAVNIK- JAICE -SARAJEVO

Travnik, vecchia fortezza fatta costruire nel XV secolo per tenere lontani i Turchi, svetta sulla città da una posizione privilegiata. 

Jaice. Cittadina nel cuore delle Bosnia Erzegovina è ubicata alla confluenza dei fiumi Pliva e Vrbas ed il suo centro storico si erge al di sopra a bellissime cascate che portano le acque del primo ad unirsi a quelle del secondo.

4° Giorno
SARAJEVO–BLAGAJ–POCITELJ–MOGORJELO-MOSTAR

Blagay una vecchia cittadella turco ottomana, dove è conservato il suo simbolo: il Tekija, un Monastero Derviscio costruito nel 1520. Si innalza al fianco della sorgente del Buna, addossato alla roccia carsica della parete montuosa. Ha uno stile che fonde la tradizione ottomana con richiami occidentali.  Vicino al monastero è situata una piccola cascata, che si riversa in un lago ed una grotta naturale scavata nella roccia, che dà vita a bellissimi giochi di colore.  

Pociteljcittà di pietra” sembra essere nata proprio dalla montagna su cui è arroccata, come se ogni edificio si fosse fatto strada tra le fitte piante, i cui vecchi tronchi hanno lo stesso colore grigiastro dei muri. È un piccolo paese, a meno di 30 km da Mostar con alle spalle una lunga storia di città fortificata ed ha rivestito un ruolo di grande importanza strategica durante il periodo medievale sotto il dominio ungherese; durante l’occupazione ottomana vennero invece costruiti gli edifici protagonisti della vita pubblica, come le moschee, l’hammam e i bagni turchi, le scuole (Makteb e Madresa) e la torre dell’orologio. Ora riusciamo a intravedere solo una parte della bellezza originaria di questo luogo perché la guerra degli anni ’90 ha fortemente danneggiato molti di questi preziosi edifici. 

Mogorjelo sosta rovine di una villa romana. 

Ed infine Mostar. Tristemente nota per le vicende della recente guerra dei Balcani è un vero e proprio gioiello con le sue stradine, i suoi negozietti ed i suoi palazzi. Fondata dagli ottomani nel XV secolo ha avuto una storia tormentatissima fatta di continui cambiamenti dai bizantini, agli slavi, agli austroungarici. La strada più affascinante del centro storico è detta Kujundziluk, un tempo era la via degli antichi orefici, oggi è la strada dei negozi e locali. 

Un piccolo arco in pietra con una porta in legno che fa accedere al cortile della moschea Koski Mehmed Pasha che con la sua splendente cupola domina la città. Al centro è collocata un'enorme fontana per le abluzioni che è una delle poche opere sopravvissute alla guerra, tutto il resto è stato restaurato. 

A Mostar si trovano anche molti edifici che risalgono al periodo Austro – Ungarico. Tra i più interessanti la prestigiosa Scuola Secondaria, il Bagno Pubblico e Palazzo Metropolitan, in stile neobarocco, dal quale si gode una bella vista panoramica sulla città. Bišćevića sokak, la strada con la famosa casa Turca; una residenza Ottomana di una famiglia importante dell'epoca. 

Bajatova, una strada che nasce come una scalinata che dal centro di Mostar sale per circa 2 chilometri partendo da un cimitero, che ricorda in modo crudo lo scempio della guerra.
5° Giorno
MOSTAR-SARAJEVO-ITALIA

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:
· Soci TCI € 1.080
· Non Soci € 1.180
· Suppl. camera singola € 110
· Pagamenti da effettuare all’Agenzia Succursale TCI Le Marmotte
· IBAN IT 28 T 05584 32890 000000002052
· Anticipo € 300 da versare entro il 20 agosto 2018
· Saldo da versare entro il 1 ottobre 2018

Prenotazioni:

al tel. 02.8526.820 dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30, fino a venerdì 13 luglio 2018.
Riapertura ufficio prenotazioni “iniziative consoli di Milano”: lunedì 3 settembre 2018.

Altre informazioni utili: 

In allegato locandina dell'evento con maggiori dettagli

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club