Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Sant'Angelo delle Fratte (PZ) - Tour del Borgo con le sue statue e i suoi murales

Sant'Angelo delle Fratte (PZ) - Tour del Borgo con le sue statue e i suoi murales

Dove

Indirizzo evento: 
Sant'Angelo le Fratte (PZ)

Quando

Domenica 17 Giugno 2018

Ritrovo

Ora di ritrovo: 
9.30 piazzale San Nicola

Contatti

Organizzatore: 
Consoli della Basilicata
Console accompagnatore: 
Raffaele Corrado 3462744564 - Rocco Messina 3356292411
Presenza guida: 
Referente: 
Rocco Messina 3356292411 e Raffaele Corrado 3462744564

Dopo il saluto del Sindaco, avrà inizio il tour guidato del borgo con le sue suggestive statue ed i caratteristici murales. Visitata la Pinacoteca Comunale ed il Presepe permanente nella grotta del Convento, si percorrerà  l’itinerario delle antiche Cantine con la degustazione di prodotti tipici,  accompagnata da musica di folklore.

La consueta riunione conviviale si terrà presso il locale ristorante “La Cantina” (tel. 3401670011).

Le origini di Sant’Angelo le Fratte, il cui nome composto da Sant’Angelo, che si riferisce all’arcangelo Michele, patrono del paese, e da Fratte, designazione del rione che si estende a ridosso della montagna spaccata Carpineto,  risalgono all’età del ferro. I primi dati certi si ritrovano nell’alto medioevo e nel periodo angioino pare ne fosse signore Cola Janvilla, capitano di Carlo I.

E’ sede episcopale e dimora del prelati della diocesi dal 1430, dopo la distruzione dell’antica città di Satriano, fino al 1793, quando la sede vescovile viene trasferita a Campagna.

Dell’importante periodo storico vissuto a Sant’Angelo le Fratte dal XV al XVIII secolo,  distrutti la chiesa di S. Stefano, il Palazzo vescovile e l’antico convento di S. Maria dell’Alleluja, rimangono di notevole interesse, ancora oggi, la Chiesa Madre di S. Maria ad Nives, che conserva una pregevole tela del Pietrafesa, la Madonna del Rosario, e la chiesa dell’Annunziata con il gruppo statuario della Pietà, opera di grande drammaticità.  

In località Santa Maria Fellona, la villa Giachetti è un raro esempio in Basilicata di decorazione rococò di carattere laico, risalente alle seconda metà del settecento.

Cantine, murales e sculture sono questi gli ingredienti che rendono suggestivo questo piccolo paese lucano, che sta giocando con grande impegno la carta del turismo sostenibile e di qualità.

E’ una sfida che dura da oltre vent’anni ed è iniziata con i murales: ormai la Valle del Melandro, con gli oltre 400 murales tra S. Angelo le Fratte, Satriano di Lucania e Savoia di Lucania, è considerata la Valle più dipinta d’Italia.

E’ proseguita valorizzando il Parco delle Cantine con l’istituzione di un grande evento turistico“Cantine aperte” (siamo alla XXIII edizione) e da ultimo le sculture, piccoli monumenti alla civiltà contadina, ubicate negli angoli più caratteristici del borgo. 

Questa manifestazione è anche occasione affinché molti Amici possano diventare Soci Touring per continuare, numerosi, a conoscere il nostro patrimonio storico e paesaggistico.

 

Quota individuale 30 euro  -  Prenotazioni entro il 14 giugno

 

Si ringrazia per la collaborazione l’Amministrazione comunale di Sant’Angelo le Fratte.