Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Santa Croce del Sannio e Sassinoro (BN) ai confini con il Molise

Santa Croce del Sannio e Sassinoro (BN) ai confini con il Molise

Dove

Indirizzo evento: 
82020 Santa Croce del Sannio BN
Santa Croce del Sannio e Sassinoro

Quando

Sabato 1 Giugno 2019
giornata intera

Ritrovo

Come arrivare: 

- Ore 9.30 : Ritrovo dei partecipanti (con mezzi propri) a Santa Croce del Sannio (BN), corso Generale De Maria,davanti al bar “Enjoy” 

Ora di ritrovo: 
ore 9.30

Contatti

Organizzatore: 
Tci Club di Territorio di Benevento
Cellulare: 
328.8826562
Indirizzo mail: 
benevento@volontaritouring.it
Recapito di emergenza: 
Giovanni Liparulo - 328.8826562
Console accompagnatore: 
Vice console Giovanni Liparulo

Santa Croce del Sannio. Situato ai confini tra la Campania e il Molise, il territorio di Santa Croce del Sannio (m 689) fu abitato fin dall’antichità, come attestano i ruderi di vecchie mura e il rinvenimento, in contrada Santa Barbara, di monete d’argento dell’epoca dell’imperatore Adriano; era un luogo di sosta lungo la via consolare Minucia. Nel sec. VIII era un casale dei Benedettini cassinesi, che, al tempo delle invasioni saracene, v’innalzarono una grande croce. Allora si chiamava semplicemente Santa Croce e apparteneva alla Capitanata; in seguito fu detta Santa Croce di Morcone, sia perché è di fronte a Morcone, sia per distinguerla da Santa Croce di Magliano (Campobasso), quando la cittadina passò al Molise.
Nel 1861 fu inclusa nella nuova provincia di Benevento e dal 1883 si chiamò Santa Croce del Sannio. Il paese, circondato da un’oasi di verde e dalle testimonianze dei secoli passati, propone due aspetti interessanti: il centro storico di origine medievale con antichi portali e la parte settecentesca con grandi strade e palazzi nobiliari, che fanno da corona all’imponente chiesa matrice, caratterizzata dalla bellissima facciata in pietra calcare locale, realizzata con i massi che i contadini, per devozione e per grazie ricevute, hanno donato. La chiesa, dedicata a Santa Maria Assunta, risale al 1536; danneggiata dal terremoto del 1688, venne ristrutturata grazie al Cardinale Orsini. Nel 1761 la chiesa fu ampliata con una pianta a croce latina a tre navate, con la realizzazione di un transetto e trasformando la casa del parroco e l’oratorio nelle due navate laterali. Solo dopo il 1800 la cupola fu rivestita con le caratteristiche “rigiole di Ischia”. Si conserva, tra gli edifici notevoli, il vasto Palazzo ex baronale, sede del Municipio, che, nonostante le trasformazioni, si presenta ancora come un fortilizio. Di particolare attrattiva è un torneo equestre in costume, che ogni anno si tiene a Santa croce nel periodo di Carnevale, e che rappresenta la “Pace tra Cristiani e Saraceni”: è un evento particolare che, attraverso una rievocazione storica medievale, celebra e ripropone un episodio accaduto nel IX secolo. A Santa Croce del Sannio nacquero Giuseppe Maria Galanti (1743-1806), originale figura di pensatore politico e riformatore; Luigi Galanti (1756-1836), geografo e patriota; Girolamo Vitelli (1849-1935),insigne filologo e papirologo. 
Sassinoro. Situato al confine con il Molise, Sassinoro (m 545) sorge su un colle roccioso alle pendici del monte Rotondo, uno degli ultimi contrafforti del Matese, in posizione intermedia tra la pianura di Morcone e quella di Sepino, presso la valle del fiume Tammaro. Secondo la leggenda, il nome ha origine da un sasso sul quale si riposò il papa Onorio III; in realtà il nome primitivo, col quele il paese è ricordato dal 1027, è Sassannorum (sasso vecchio). Nella zona sono stati scoperti numerosi utensili in pietra risalenti all’epoca preistorica; ritrovamenti effettuati in alcune contrade sembrano confermare la presenza romana nel territorio. Nel sec. XI era possesso dell’abbazia di S. Sofia di Benevento. Sotto Federico II fu feudo della famiglia De Capua dei conti di Altavilla, che lo possedette fino al 1566, quando il paese fu acquistato da Scipione Carafa. Appartenne poi alle famiglie Allegretti, Mazzacane di Cerreto, e, infine, ai Mondelli fino all’abolizione della feudalità. Sassinoro fece parte del contado del Molise fino al 1861, quando passò alla provincia di Benevento. Subì gravi distruzioni dai terremoti del 1456 e del 1805. È l’unico comune della provincia di Benevento che dipenda dalla diocesi di Campobasso - Boiano (Molise). Il centro storico della cittadina conserva l’impianto dell’antico borgo medieva le, un tempo interamente circoscritto da un recinto murario di forma ellittica in cui si aprivano quattro porte. Una pittoresca strada di 2 km verso nord-ovest conduce al santuario di Santa Lucia, m 854, immerso in un bosco di querce. Costruita nel sec. XVII attorno a una grotta naturale dove, secondo la leggenda, erano apparsi ai pastori sassinoresi S. Lucia e S. Michele Arcangelo, la struttura originaria è stata inglobata all’inizio del Novecento in una chiesa più grande. 

Altre informazioni utili: 

Programma
- Ore 9.30 : Ritrovo dei partecipanti (con mezzi propri) a Santa Croce del Sannio (BN), corso Generale De Maria,davanti al bar “Enjoy” 
- Ore 10.00 : Visita guidata a Santa Croce del Sannio 
- Ore 13.00 : Pranzo al sacco o presso l’agriturismo “Mastrofrancesco” 
- Ore 15,30 : Visita guidata a Sassinoro 
Quota di partecipazione : la manifestazione è gratuita per i soci e gli amici del Tci. 
Pranzo al sacco o presso l’agriturismo “Mastrofrancesco” – Morcone – al costo di € 25,00 a persona – prenotazione libera a carico dei singoli partecipanti – per prenotare occorre contattare il console Alfredo Fierro 

benevento@volontaritouring.it oppure 328.8826562 – con il seguente menù: Antipasto (salumi e formaggi della casa), Primi (panzerotti con ricotta e orapi, timballo di riso nero con asparagi, tuorlo panato e fonduta di caciocavallo), Secondo (spalla di maiale nero al forno con contorno), Dessert (mousse di fragole, yogurt, nocciole e miele), acqua minerale, vino, caffè. 
I soci e gli amici del Tci regolarmente iscritti alla manifestazione sono coperti da apposita polizza assicurativa per la responsabilità civile. 
Prenotazioni : Dal 25/3 al 30/5/2019 
- tel. 328.8826562 
- email : benevento@volontaritouring.it 
Partecipanti : max 40 persone 
Volontario Tci accompagnatore e telefono attivo il giorno della visita Vice console Giovanni Liparulo - 328.8826562 
Il Volontario Touring accompagnatore ha la facoltà di variare l’itinerario.
La manifestazione si effettua anche in caso di pioggia. 
Il Club di Territorio di Benevento si riserva il diritto di accettare o meno la prenotazione. 
Manifestazione organizzata per i soci e gli amici del Tci e soggetta al regolamento della Commissione regionale consoli della Campania. 
Sono ammessi in via eccezionale i non soci perché possano constatare la qualità e l’interesse delle nostre manifestazioni e quindi associarsi.