Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Roma: mostra “Dream. L’arte incontra i sogni”

Roma: mostra “Dream. L’arte incontra i sogni”

Dove

Indirizzo evento: 
Chiostro del Bramante, via Arco della Pace 5, Roma

Quando

Da Sabato 29 Settembre 2018 a Domenica 5 Maggio 2019
Dal lunedì al venerdì 10 – 20, sabato e domenica 10 – 21

Contatti

Telefono di riferimento: 
06 68809035
Un tema che diventa viaggio, scoperta, conoscenza, emozione: il sogno.
 
I grandi protagonisti dell’arte contemporanea si rivelano attraverso opere intime e visionarie in un luogo straordinario, il Chiostro del Bramante di Roma, nella mostra intitolata "Dream. L’arte incontra i sogni".

A occhi aperti oppure a occhi chiusi, di notte o di giorno, nel cassetto o realizzati, una mostra che parla di desideri, aspettative e fantasie, che permette allo spettatore di dare forma ai propri sogni.

Questa mostra è un percorso allegorico verso la parte più segreta dell’animo umano: attraverso l’idea di viaggio viene sviluppato il tema del sogno che costituisce il canale o “la strada reale”, secondo il pensiero di Sigmund Freud, per entrare in contatto con l’inconscio e la dimensione spirituale.

La mostra affronta il sogno come elemento di riflessione, di scoperta, come espressione privata, come porta d’accesso allo spazio più profondo dell’animo. A opere site-specific si alternano lavori ripensati per gli spazi del Chiostro del Bramante in una successione che diviene un unico grande racconto anche grazie al coinvolgimento diretto degli artisti.

Un percorso espositivo immaginato come un’esperienza che conduce il pubblico dalle zone più in ombra alla dimensione meditativa, fino agli spazi celesti dell’anima.
"Dream è la rappresentazione dell’idea di sogno, una dimensione altra che trascende la fisicità della percezione per accedere nei territori dell’emozione, dell’incanto, della poesia" dice Danilo Eccher, curatore della mostra.
 
 
Un viaggio fisico, surreale, mentale e onirico che guida gli spettatori attraverso una serie di tappe e passaggi, soste e ripartenze, dall’immersione nella natura a un confronto con le forme, dall’evocazione di memorie personali e collettive al contatto con la materia, dalle ombre, i suoni, il buio verso l’immersione totale nella luce.

Questa esposizione completa la trilogia ideata da Danilo Eccher per il Chiostro del Bramante iniziata con "Love" (2016) e proseguita con "Enjoy" (2017), tre grandi mostre dedicate alle più intime emozioni dell’uomo, rappresentate grazie alle tante poetiche dell’arte contemporanea, tre panorami capaci di esplorare i sentimenti dell’anima, dall’ambiguità dei desideri alle più esaltanti gioie sino all’inconscio.
 
UN PERCORSO ONIRICO
Nella perfetta architettura rinascimentale di Donato Bramante, il primo omaggio al mondo dei sogni è dato da due imponenti volti femminili dagli occhi chiusi che si fronteggiano e accompagnano nell’onirico (J. Plensa).
 
Si prosegue con mole altre opere, come un uomo disteso a terra sotto uno sconfinato cielo stellato (A. Kiefer), oppure una stanza invasa da fasci di sterpi (M. Merz). Nella confusione si perdono i punti di riferimento, ma su una piccola duna di sabbia è incastonata una piccola bussola (G. Anselmo) e si intravedono luci e ombre di figure danzanti (C. Boltanski) o una misteriosa creatura fatta di piume che serpeggia come una temibile Demogorgone (K. MccGwire) ed il viaggio verso altre dimensioni continua con tanti altri artisti.
 
 
GLI ARTISTI
Jaume Plensa, Anselm Kiefer, Mario Merz, Giovanni Anselmo, Christian Boltanski, Doris Salcedo, Henrik Håkansson, Wolfgang Laib, Claudio Costa, Kate MccGwire, Anish Kapoor, Tsuyoshi Tane, Ryoji Ikeda, Bill Viola, Alexandra Kehayoglou, Peter Kogler, Luigi Ontani, Ettore Spalletti, Tatsuo Miyajima, James Turrell.
 
 
Mostra a cura di Danilo Eccher