Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Palermo: visita alle Chiese di Santa Maria della Pietà e di Santa Maria della Catena

Palermo: visita alle Chiese di Santa Maria della Pietà e di Santa Maria della Catena

Dove

Indirizzo evento: 
Chiese di Santa Maria della Pietà e di Santa Maria della Catena a Palermo

Quando

Sabato 21 Dicembre 2019
Inizio Visita ore 10,00

Ritrovo

Ora di ritrovo: 
Alle ore 10,00 in Via Torremuzza 32 davanti alla Chiesa

Contatti

Organizzatore: 
Club di Territorio di Palermo
Indirizzo mail: 
palermo@volontaritouring.it
Presenza guida: 

Come l’anno scorso, il Club di Territorio di Palermo ha il piacere di riunirsi, qualche giorno prima di Natale, per scambiarsi gli auguri e le impressioni sulle attività svolte. 
Quest’anno abbiamo pensato di far precedere questo gradito momento di convivialità dalla visita a due chiese, vicine ed entrambe significative.
 
In Via Torremuzza, Santa Maria della Pietà, chiesa di stile barocco che è stata progettata e realizzata tra il 1678 e il 1723 dall’architetto Giacomo Amato.
Arretrata rispetto alla strada e fronteggiata dal Palazzo Petrulla, dà luogo all’omonima piazzetta che, nonostante le ridotte dimensioni, lascia trasparire il gusto della teatralità, tipicamente barocco. L’imponente facciata è composta da due ordini di colonne inframmezzate da statue, rappresentanti Santi e Beati domenicani, in quanto chiesa dell’omonimo monastero domenicano sorto nel 1526 su mandato testamentario di Francesco Abatellis, mastro portulano, siniscalco r pretore della città di Palermo. Le indicazioni testamentarie del 1509 esprimevano, in verità, il desiderio che la regola fosse quella di San Benedetto, sotto il titolo di Madonna della Pietà, alla quale l’Abatellis era molto devoto. Ha interno ad unica navata decorata da stucchi del Serpotta e da un notevole affresco raffigurante “Il trionfo dell’ordine Domenicano”.
 
La chiesa di Santa Maria della Catena, sita in piazzetta delle Dogane, è in stile gotico-catalano e risale al 1500 quando Giovanna d’Aragona, moglie del defunto re di Napoli Ferdinando I, rese omaggio al simulacro della Madonna della Catena. La prima documentazione cha abbiamo di questo luogo di culto è del 1330, si chiamava chiesa della Madonna del Porto ed era stata concessa da Federico III di Sicilia. L’attuale chiesa venne costruita sulla preesistente cappella tra il 1490 ed il 1520 ad opera dell’architetto Carnalivari. Il nome si deve al fatto chiesa un muro era presente una catena che chiudeva il porto della Cala. La leggenda vuole che alla fine del XIV secolo la Madonna avesse sciogliere, in quel luogo, le catene di alcuni prigionieri condannati ingiustamente. E’ caratterizzata da un’ampia scalinata esterna ed ha l’interno diviso in tre navate con alte colonne di marmo su cui poggiano eleganti arcate.

Terminata la visita alla Chiesa di Santa Maria della Catena ci recheremo al vicino ristorante “A’ Cala” per un “aperipranzo”.

Altre informazioni utili: 

Informazioni e prenotazioni:

Quota di partecipazione alle visite
Socio TCI            €     2,50
Non soci             €     5,00
La quota comprende l’assicurazione RC e infortuni

PRANZO: “A’CALA” SOLO PER SOCI e FAMILIARI:            €   18,00
CONFERMA DI PARTECIPAZIONE ALLA MAIL:
palermo@volontaritouring.it
ENTRO IL 02 DICEMBRE 2019
Alla conferma indicare numero di tessera.

MASSIMO NUMERO DI PARTECIPANTI 75

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club