Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Padova: la basilica del Santo e l'Odeo Cornaro

Padova: la basilica del Santo e l'Odeo Cornaro

Dove

Indirizzo evento: 
Padova
Basilica del Santo, monumento equestre

Quando

Sabato 24 Marzo 2018
ore 9:45

Ritrovo

Come arrivare: 

 

Indicazioni utili per arrivare al punto di ritrovo:

 

in treno

  • Dalla Stazione FF.SS:
  • a piedi: corso del Popolo, Corso Garibaldi, piazza Eremitani, Via Zabarella, Via del Santo.
    Durata della camminata : 25 minuti
  • con il tram: fermata SANTO, direzione Guizza-Capolinea Sud.
  • con l'autobus: Linee urbane n.  3, 12, 18, 16. Fermata: Riviera Businello

in auto

  • Da Bologna: A13, uscita Padova Sud; Da Rovigo: A13, uscita Padova Sud; Da Verona: A4, uscita Padova Est.
  • Seguire le indicazioni per il centro della città.
  • dove parcheggiare
  • Parcheggio Piazza Isaac Rabin, Prato della Valle
Ora di ritrovo: 
ore 09:45 davanti all’ingresso della Basilica, lato monumento equestre

Contatti

Organizzatore: 
Corpo Consolare di Venezia
Telefono di riferimento: 
tel. 327 5575292 lun-ven: 9,30-12,30; 15,30-17,30
Indirizzo mail: 
consolivenezia@gmail.com
Recapito di emergenza: 
fino al giorno prima dell’evento 327 5575292, poi 348 2660404
Console accompagnatore: 
Donatella Perruccio Chiari
Presenza guida: 
Guida dell'evento: 
prof. arch. Gianmario Guidarelli e padre Abram
Referente: 
Donatella Perruccio Chiari

 

Le iniziative del Corpo Consolare di Venezia

Visita guidata TCI n. 06/18

 

Basilica del Santo e Odeo Cornaro

Sabato  24 marzo 2018

 

 

 

(Scheda a cura del Corpo Consolare TCI di Venezia)

 

La basilica del Santo e l'Odeo Cornaro a Padova

La giornata si compone di due momenti: il primo dedicato alla basilica del Santo (conferenza e visita); il secondo (nel pomeriggio ore 15,00) dedicato alla visita del complesso architettonico dell'Odeo Cornaro.

 

La basilica del Santo è uno dei più significativi monumenti religiosi del medioevo europeo.

I lavori, iniziati nel 1232 per ospitare la tomba di Sant'Antonio da Padova e inglobando una piccola chiesa preesistente, si sono prolungati per secoli, includendo interventi fino alla fine del XIX secolo.

 

Nel corso della visita verrà illustrato il progetto originario e tutte le principali trasformazioni, comprese quelle di cui rimane solo una labile traccia, come l'altare di Donatello.

 

Il complesso voluto da Alvise Cornaro, fu costruito nel 1524 da Giovanni Maria Falconetto come luogo per rappresentazioni teatrali.

La loggia e lo spazio scoperto, infatti, servivano per mettere in scena opere teatrali, a partire da quelle di Angelo Beolco detto il Ruzante, amico e collaboratore di Alvise Cornaro.

L'Odeo era invece dedicato alla musica e agli incontri culturali del cenacolo umanistico che si raccoglieva attorno al nobile padovano.

Si tratta di uno dei complessi  "all'antica"  più innovativi della Padova della prima metà del XVI secolo, con un raffinato uso degli ordini architettonici e citazione da spazi antichi, come la Domus Aurea.

 

Profilo del prof. arch. Gianmario Guidarelli

  • Storico dell’architettura e della città, docente presso l’Università degli Studi di Padova. Laureatosi allo IUAV con il massimo dei voti, ha conseguito il dottorato di ricerca di eccellenza in architettura e della città. Ha svolto attività presso la Duke University, l’Università di Bergamo e la Scuola Normale di Pisa. È stato titolare di corsi di Storia dell’arte e di architettura presso lo IUAV di Venezia, a Padova e allo Studium Marcianum. Attualmente, tra le altre cose, è ricercatore presso l’Università IUAV di Venezia. Dal 2010 coordina il progetto “Chiese di Venezia, nuove prospettive di ricerca” ed è direttore dell’omonima collana editoriale (Marcianum Press). Autore di un libro e di un numero monografico di “Venezia Cinquecento” sulla architettura della Scuola Grande di San Rocco, di numerosi saggi sul rinascimento Veneziano e sull’architettura religiosa nel Rinascimento Europeo.
  • Attualmente la sua attività di ricerca, concentrata sui rapporti tra architettura, liturgia e teologia, si è focalizzata sulla cattedrale veneziana di San Pietro di Castello (VIII.XVII sec.), sull’architettura delle abbazie cassinensi e sul Ghetto di Venezia.
Altre informazioni utili: 

Console   TCI accompagnatore:

  • Donatella Perruccio Chiari
  • tel. 348 2660404

 

Visita condotta da:

  • prof. arch. Gianmario Guidarelli
  • padre Abram

 

Prenotazioni solo telefoniche:

 

Tempi di prenotazione: a partire dal 05/03/2018 (fino ad esaurimento dei posti)

 

Quota individuale di partecipazione:

  • socio:       € 26,00
  • non socio: € 29,00
  • La quota comprende: docenze, ingressi, affitto sala,radioguide, assicurazione infortuni.

 

Informazioni  utili:

 

luogo: Basilica del Santo Padova

 

ora   dell’evento: ore 10,00 inizio visita

 

durata  della visita: la visita sarà effettuata nel corso dell’intera giornata

 

La partecipazione è riservata  a: soci (con eventuale accompagnat.)  e, salvo posti disponibili, anche a  non soci

 

n° max partecipanti:  30

 

pranzo: non previsto

 

ora/luogo del ritrovo: ore 09,45, davanti all’ingresso della Basilica, lato monumento equestre

 

accesso ai disabili:  

 

recapito   telefonico x emerg.:  fino  al  giorno prima dell’evento 327 5575292, poi 348 2660404

 

Accesso disabili: 

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club