Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Nell’Appennino pistoiese, sulle tracce di Leonardo da Vinci

Nell’Appennino pistoiese, sulle tracce di Leonardo da Vinci

Dove

Indirizzo evento: 
Pistoia
Stazione ferroviaria - binario 1

Quando

Domenica 9 Dicembre 2018
ore 9.10

Ritrovo

Come arrivare: 

Ritrovo
Pistoia, Stazione ferroviaria - binario 1. 

Orario di ritrovo e partenza in treno
ore 9.10: Stazione ferroviaria - binario 1 (muniti di biglietto a/r Pistoia-Pracchia)
ore 9.23: partenza della corsa speciale del treno Pistoia–Pracchia

Ora di ritrovo: 
ore 9.10

Contatti

Organizzatore: 
Club di Territorio di Pistoia
Cellulare: 
339/6723270
Indirizzo mail: 
visite.prenotazioni@gmail.com
Recapito di emergenza: 
339/6723270
Console accompagnatore: 
Gianluca Chelucci
Presenza guida: 
Guida dell'evento: 
Guide dell’Ecomuseo della Montagna Pistoiese
Referente: 
Martina Fornaini

Il Club di Territorio di Pistoia, in collaborazione con l’Ecomuseo della Montagna Pistoiese e con la partecipazione della Pro loco di Frassignoni, la Cooperativa Val d’Orsigna e Ass. Tre Molini, organizza una giornata esclusiva sull’Appennino pistoiese, tra Orsigna e Gavinana

Un suggestivo viaggio in treno da Pistoia a Pracchia, lungo la storica Linea Porrettana, grazie all’organizzazione di una corsa speciale e il mattino sarà dedicato alla visita guidata della “Via della Castagna e del Carbone”, che fa parte dell’itinerario della vita quotidiana dell’Ecomuseo della Montagna Pistoiese. 
Questo, operativo dal 1990, comprende sei itinerari (Ghiaccio, Ferro, Arte sacra, Vita quotidiana, Naturalistico, Pietra), che illustrano lo stretto rapporto fra l’uomo e l’ambiente e l’economia di sussistenza presente per secoli sulla Montagna Pistoiese, di cui restano significative testimonianze.
Nello specifico, la Via della Castagna e del Carbone presenta l’attività legata alla coltivazione del castagno e al taglio del bosco per ottenere il carbone. Ai due itinerari si accede tramite due ponti autoportanti, ispirati ad un modello ideato da Leonardo Da Vinci, che conducono all’interno della valle dell’Orsigna, che conserva tuttora intatte le sue caratteristiche ambientali originarie.
La Via della Castagna racconta la filiera di questo frutto autunnale: lungo il percorso si visita un metato, dove avviene l'essiccazione delle castagne, e un antico molino (il Molino di Giamba), destinato alla loro macina. Questi luoghi vengono ancora usati dagli abitanti del luogo per ottenere il prodotto finito, cioè la farina dolce. 
La Via del Carbone, che prosegue dopo il Molino di Giamba, illustra invece il mestiere del carbonaro. Durante il percorso si potrà visitare la caratteristica capanna del carbonaro e una carbonara didattica, sezionata in modo tale da far comprendere come veniva allestita e il suo funzionamento.
Al termine della visita, presso la “Festa della Castagna e del Castagnaccio”, sarà possibile degustare i tipici “necci”, dolci fatti con la farina nuova di castagne e farciti principalmente con ricotta, e il castagnaccio.
Il pomeriggio a Gavinana per la visita della mostra “Le macchine di Leonardo: tracce del genio sulla Montagna Pistoiese” che propone 46 modellini leonardiani realizzati dall'arch. Andrea Neri, supervisionato nella realizzazione dal prof. Carlo Pedretti, grande studioso di questo personaggio. La mostra è ospitata fino al 31 dicembre a Palazzo Achilli, edificio cinquecentesco e dimora dal 1700 al 1800 della famiglia Achilli, oggi utilizzato come Punto informativo dell’Ecomuseo e come sede di eventi culturali e esposizioni temporanee.
La mostra, realizzata con il patrocinio di Regione Toscana, Comune di San Marcello Piteglio, Comune di Pistoia e il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, presenta la figura di Leonardo e le sue invenzioni, scoprendo le correlazioni presenti nel territorio, come i magli per battere il ferro, visibili presso il Museo del Ferro di Pontepetri e la ferriera di Maresca (una delle più antiche conservate in Toscana) o i ponti in legno autoportanti.
Dopo la mostra si visiterà la Pieve romanica di Santa Maria Assunta e sue preziose testimonianze d’arte, riferibili al contesto artistico-culturale in cui visse Leonardo. Tra queste, un’acquasantiera in marmo, due dossali in terracotta invetriata (”Adorazione della Croce”, “Adorazione del S.S. Sacramento”) realizzati nel 1500 da Santi Buglioni e il gruppo scultoreo dell’“Annunciazione”, in legno policromo, attribuibile alla Bottega del Verrocchio.

 

Maggiori dettagli e programma nella documentazione allegata

 

Quota di partecipazione: € 25

Altre informazioni utili: 

Quota di partecipazione: € 25

Contatti
Cellulare: 339/6723270 (Martina Fornaini)
Indirizzo mail: visite.prenotazioni@gmail.com 

 

Prenotazione obbligatoria entro il 05.12.2018
La quota comprende: 
- gli ingressi al metato, al Molino di Giamba, a Palazzo Achilli, alla Pieve di S.M. Assunta e le relative visite guidate;
- i trasferimenti con bus navetta per il tragitto Pracchia-Orsigna, Orsigna-Gavinana e Gavinana-Pracchia. 
La quota non comprende: 
- il viaggio in treno da Pistoia a Pracchia; 
- i pasti a Orsigna. 

(*) Nota per il pranzo 
Il pranzo ad Orsigna è libero. Per chi fosse interessato al pranzo nei ristoranti “Molino di Berto” e “La Selva”, si ricorda che le prenotazioni sono individuali e vanno effettuate direttamente entro il primo dicembre.
Ristorante “Molino di Berto”: Via di Paoluccio, 2 – Orsigna (Pt) - Tel: 0573/490101
Ristorante “La Selva”:  Via Casa Sandrella, 19/B – Orsigna (Pt) - Tel: 0573/490094

Posti limitati: la visita avrà luogo con un numero minimo di 15 ed un massimo di 28 partecipanti.

In collaborazione con: