Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Napoli: P.za Dante e stazione Metro “Università”- itinerario 3

Napoli: P.za Dante e stazione Metro “Università”- itinerario 3

Dove

Indirizzo evento: 
Piazza Dante – Napoli
Piazza Dante - Napoli

Quando

Sabato 2 Ottobre 2021
dalle ore 9.30 alle ore 12

Ritrovo

Come arrivare: 

- Ore    9.30 : ritrovo dei partecipanti in Piazza Dante – Napoli

Ora di ritrovo: 
ore 9.30

Contatti

Organizzatore: 
Tci Consoli della Campania
Telefono di riferimento: 
081 578 03 55
Indirizzo mail: 
vomero@touringclubnapoli.it
Recapito di emergenza: 
Lella Di Lucca 320 3029497
Console accompagnatore: 
socio attivo Lella Di Lucca
Presenza guida: 
Guida dell'evento: 
Rosa Maione

In occasione dei 700 anni dalla morte di Dante, il Touring Club Italiano della Campania commemora il Sommo Poeta con una serie di visite guidate.

Una delle tappe è l’ampia e animatissima Piazza Dante che in passato ha assunto vari nomi. Anticamente, nella seconda metà del 1500 era chiamata Largo del Mercatello per il mercato che vi si teneva ogni mercoledì fino al 1588. In seguito, cambiò denominazione e fu chiamata Piazza della Conservazione del Grano, a causa della presenza dell’edificio delle Fosse del Grano e delle cisterne dell’olio; fu anche chiamata Largo di Port’Alba al Mercatello. Utilizzata per diversi scopi, intorno al XVI secolo nello slargo vi si teneva una scuola di equitazione frequentata da nobili e gentiluomini del tempo. Nel 1625 in un antico torrione, inserito nelle mura vicereali, fu aperta Port’Alba, tutt’ora esistente, incorporata nell’emiciclo voluto da Carlo di Borbone ed eseguito dall’architetto Luigi Vanvitelli. L’emiciclo è ornato da 26 statue che rappresentano le allegorie della virtù del sovrano borbonico, al centro, in origine doveva essere posto un’abside entro la quale si doveva erigere una statua equestre di Carlo, che non è mai stata realizzata, tant’è che la stessa piazza doveva assumere la denominazione di Foro Carolino. Nel 1843 fu aperto nel nicchione l’ingresso al convitto dei Gesuiti, che dal 1861 prenderà il nome di Convitto nazionale Vittorio Emanuele II. Nel 1860 la Piazza prese il nome di Piazza Dante e nel 1871 venne eretta al centro la Statua del Sommo Poeta realizzata da Tito Angelini, nel 1931 è stata poi affissa una dedica che recita: All’Italia raffigurata in Dante Alighieri.

Da qui percorreremo la storia del monumento dedicato a Dante Alighieri, una storia fatta di considerazioni artistiche, letterarie, che individua, nel monumento a Dante, una nuova identità coincidente con la nascita della nazione e della nuova fisionomia politica dell’Italia unita in cui vede in Luigi Settembrini, il poeta, il letterato, il patriota e politico che si impegnò in prima persona per circa otto anni per la sua realizzazione.

Infine l’omaggio a Dante si conclude nella meravigliosa stazione dell’arte alla fermata Università. La stazione è stata attivata il 26 marzo del 2001, è stata progettata dall’architetto Alessandro Mendini e dal designer Karim Rashid. La stazione si trova ad una profondità di 30 metri al di sotto del livello della strada. Al suo interno, è caratterizzata da colori e pannelli molto suggestivi che catturano l’attenzione con le loro tonalità di fucsia e verde. Particolare è la scultura disegnata da Rashid che si chiama Synapsi che ricorda il reticolo neurale del cervello, così come le due colonne nere modellate come un profilo umano continuo definito Conversational Profile il cui soggetto rappresentato è proprio Rashid.

Degne di nota sono le raffigurazioni di Dante e Beatrice, sui gradini di accesso alle banchine e proprio qui la visita vuole omaggiare il Sommo Poeta con la lettura di alcuni versi del Paradiso.  

2021: 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. Nella sua vita (1265-1321) Dante viaggiò e visse in luoghi diversi, anche a Napoli, dove fu inviato per due volte come ambasciatore presso Carlo II d’Angiò, da cui venne ricevuto nel Maschio Angioino. Si sa che il Sommo Poeta visitò le biblioteche e le principali chiese partenopee, come Sant’Eligio, San Lorenzo Maggiore, dissertando su storia e di filosofia con gli eruditi frati di San Domenico Maggiore. C’era anche Dante insieme con Jacopo De Molay, Gran Maestro dei Templari, a Castel Nuovo nel 1295 quando si tenne l’elezione al soglio pontificio di Bonifacio VIII. Su invito del de Molay, Dante fu ospitato nella Commenda templare del porto, l’odierna Caserma Zanzur. Fu qui che iniziò a sognare l’idea politica imperiale. Naturalmente, subito contrastato dal nuovo papa. Nel corso del soggiorno napoletano i suoi rapporti con i templari furono abbastanza assidui: visitò anche la Commenda di Capua, da cui dipendevano quelle di Gaeta, Isernia, Napoli e l’Ospedale, diretto da fra Matteo d’Isernia, con cui sembra che Dante si dilettasse a discutere di filosofia. Fu di nuovo a Napoli nel 1296 per sugellare l’alleanza fiorentina con il Regno Angioino e per richiedere grazia della vita per un cittadino fiorentino condannato a morte. A Napoli fu sempre ben accolto: accompagnato da pochi gentiluomini girò molto per la città. Fu proprio qui, secondo alcuni cronisti d’epoca, che l’Alighieri prese l’abitudine di vestire con abiti bianco rossi, alla foggia dei Templari.

Altre informazioni utili: 

ATTENZIONE: LA MANIFESTAZIONE SI SVOLGE NEL RIGOROSO RISPETTO DELLE DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E LOCALI DI CONTENIMENTO DELLA PANDEMIA, VIGENTI ALLA DATA DELLA MANIFESTAZIONE, ALLE QUALI I SINGOLI PARTECIPANTI SI DEVONO ATTENERE.

Programma

- Ore   9.30 : ritrovo dei partecipanti in Piazza Dante – Napoli

- Ore 10.00 : Inizio della visita guidata

- Ore 12.00 : Termine della visita guidata

Quota di partecipazione

Socio TCI        €     6,00

Non Socio       €   10,00

Informazioni, prenotazioni e pagamenti:

Punto Touring di Napoli c/o Vomero Travel - Via San Gennaro ad Antignano 90 - 80129 Napoli

LUN - VEN: 10 / 13 - 16 / 18,30

SAB: 10 / 13

tel. 081 578 03 55         

email vomero@touringclubnapoli.it

Trasporti: mezzi propri

Volontario Touring accompagnatore e telefono attivo il giorno della visita: socio attivo Lella Di Lucca

320 3029497

Guida: Rosa Maione

Partecipanti: massimo 30 persone

La quota comprende: la visita guidata come da programma, utilizzo delle radioguide, assistenza del console, assicurazioni per la responsabilità civile.

La quota non comprende: le mance, le spese di carattere personale e tutto quanto non specificato.

Modalità di pagamento e condizioni di partecipazione: il Corpo Consolare si riserva il diritto di accettare o meno la prenotazione.

Manifestazione organizzata per i soci e gli amici del TCI e soggetta al regolamento della Commissione regionale consoli della Campania.

Sono ammessi in via eccezionale i non soci perché possano constatare la qualità e l'interesse delle nostre manifestazioni, e quindi associarsi.

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club