Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Napoli: Complesso Monumentale di Santa Maria la Nova

Napoli: Complesso Monumentale di Santa Maria la Nova

Dove

Indirizzo evento: 
Via S. Maria la Nova, 44, 80134 Napoli NA
Complesso Monumentale Santa Maria la Nova

Quando

Sabato 26 Ottobre 2019
dalle ore 9.30 alle ore 12.30

Ritrovo

Come arrivare: 

- Ore 9.30 : Raduno dei partecipanti davanti all’ingresso del Complesso Monumentale di Santa Maria la Nova - via S. Maria la Nova, 44 - 80134 Napoli. 

Ora di ritrovo: 
ore 9.30

Contatti

Organizzatore: 
Tci Corpo Consolare della Campania
Telefono di riferimento: 
081.19137807
Indirizzo mail: 
prenotazionitcina@gmail.com
Recapito di emergenza: 
Maria Rosaria Vaccaro 329.8125611
Console accompagnatore: 
vice console regionale Maria Rosaria Vaccaro
Presenza guida: 
Guida dell'evento: 
storica dell'arte dott.ssa Rosa Romano

Una visita guidata in esclusiva per i soci e gli amici del Touring Club Italiano per scoprire il Complesso Monumentale di S.Maria la Nova, un vero scrigno di storia, di arte e di religiosità, che dà il senso del mistero racchiuso nelle antiche mura di questa fondazione angioina (1279) nel cuore del centro storico di Napoli. 
Il Complesso Monumentale di S. Maria la Nova è un vero scrigno di storia, di arte e di religiosità, che dà il senso del mistero racchiuso nelle antiche mura di questa fondazione angioina (1279) nel cuore del centro storico di Napoli. 
Nella sua storia plurisecolare, infatti, è stato oggetto di molteplici trasformazioni, come ampiamente documentato dalle tracce delle stratificazioni artistiche, che ne fanno un luogo di particolare interesse per la possibilità di lasciar convivere - come spesso avviene nelle antiche fondazioni monumentali - stili e sensibilità diverse, secondo le necessità storiche ed il gusto estetico che li hanno ispirati. Un’arca, dunque, dove il processo ventennale di restauro e di progressiva musealizzazione tenta di comunicare un contatto vivo con i visitatori nella suggestiva scoperta dei percorsi espositivi. 
La Chiesa di Santa Maria la Nova è detta la Nova per distinguerla da quella di Santa Maria ad Palatium, risalente al periodo svevo, che sorgeva nel luogo dove fu poi edificato il Maschio Angioino e dove esisteva, fin dal 1216, un convento di frati minori che si voleva fondato da San Francesco. 
Carlo I d’Angiò, volendo edificare Castel Nuovo, demolì il complesso cedendo in cambio ai frati, il 10 maggio 1279, il luogo ove si trova l’attuale chiesa e sul quale sorgeva, a guardia del porto, l’antica torre Maestra.
Sulle antiche strutture fu edificato il convento e memoria della primitiva sistemazione sono l’aspetto quasi di cinta muraria che il complesso assume sulla via del Cerriglio con il campanile eretto dove probabilmente era la torre, e con un prospetto percosso da un fregio a toro, aperto solo da poche altissime finestre ed ornato da una semplice statua di S. Antonio da Padova. 
Santa Maria la Nova sorse in stile gotico, ma non si conosce l’artefice della sua costruzione. 
L’edificio nel suo aspetto originario ebbe poco più di tre secoli di vita. Tra le cause che determinarono la demolizione della chiesa angioina vanno ricordati il terremoto del 1456 e quelli del 1538, 1561, 1569 e 1588 ma, in misura maggiore, lo scoppio della polveriera di Castel S. Elmo, colpita da un fulmine il 13 dicembre 1587, che la danneggiò gravemente. 
Il rifacimento della chiesa nel 1596, attribuibile in parte ad Agnolo Franco, fu dovuto anche alle generose offerte dei fedeli seguite, inoltre, da una guarigione miracolosa a favore di un povero storpio dalla nascita, attribuita alla Madonna delle Grazie il 17 agosto 1596. 
Del Complesso Monumentale fanno parte i due chiostri di cui quello più piccolo, ospitante alcuni monumenti sepolcrali provenienti dalla chiesa, è affrescato con episodi della vita di S. Giacomo della Marca, attribuiti tradizionalmente a Simone Papa. 
Dal lato del chiostro piccolo si accede agli ambienti della Sagrestia riccamente decorata e dell’Antico Refettorio, abbellito da un affresco del Bramantino: La salita al Calvario. 
Il mistero della tomba del Conte Vlad III e del Codice La Nova. Una delle tracce più appassionanti e discusse di questo intreccio tra storia e mistero emerge nelle ricerche attualmente in corso dalla metà del 2014, laddove gli interrogativi sull’identità e la collocazione della tomba quattrocentesca gentilizia della Famiglia Ferrillo nel Chiostro minore di S. Giacomo della Marca sembrano condurre verso il personaggio leggendario del principe Vlad III, a cui si riferisce la figura letteraria del Conte Dracula. La presenza di un ricco simbolismo esoterico ed alchemico - come la presenza di iscrizioni a parete con codici cifrati ad oggi non ancora comprensibili - rendono questi luoghi leggendari. 

 

Altre informazioni utili: 

Programma
- Ore 9.30 : Raduno dei partecipanti davanti all’ingresso del Complesso Monumentale di Santa Maria la Nova - via S. Maria la Nova, 44 - 80134 Napoli. 
- Ore 10.00 : Inizio della visita guidata. Tra gli spazi visitabili il bellissimo Chiostro di S. Giacomo, con la Tomba di Matteo Ferrillo ed il mistero di Vlad III di Valacchia, la grande Cappella di S. Giacomo con la mostra permanente sull'arte presepiale napoletana, la maestosa Chiesa barocca di S. Maria la Nova, l'Antico Refettorio con l'affresco "La salita al Calvario" attribuito al Bramantino. 
- Ore 12.30 : Termine visita guidata. Visita libera agli spazi dell'ex convento francescano ora sede della galleria d'Arte Religiosa Contemporanea.  
Quota di partecipazione :
- Socio Tci   € 8,00 
- Non Socio € 12,00 
Informazioni, prenotazioni e pagamenti: 
Punto Touring di Napoli 

Via Cimarosa 38, 80127 – Napoli 
Lun – Ven: 9.30 / 13 e 15 / 19.30 
Sab: 9.30 / 13 
tel. 081.19137807 
Email: prenotazionitcina@gmail.com  
Le prenotazioni sono aperte fino ad esaurimento dei posti disponibili. 
Trasporti : mezzi propri 
Volontario Touring Accompagnatore e telefono attivo il giorno della visita: vice console regionale Maria Rosaria Vaccaro 
329.8125611 

Guida: storica dell'arte dott.ssa Rosa Romano 
Partecipanti min / max: 25 / 30 
La quota comprende: la visita guidata come da programma, il noleggio delle radio guide, assistenza del console, assicurazioni per la responsabilità civile. 
Il costo del biglietto d’ingresso è a carico dei singoli partecipanti per consentire a chi ha diritto alla riduzione o all’esenzione di poterne usufruire. 
La quota non comprende: gli ingressi, le mance, le spese di carattere personale e tutto quanto non specificato. 
Modalità di pagamento e condizioni di partecipazione: Le prenotazioni scadono automaticamente sette giorni dopo la loro effettuazione, anche telefonica, se non confermate dal versamento della quota. 
Il Corpo Consolare si riserva il diritto di accettare o meno la prenotazione. 
Le quote non sono rimborsabili in caso di disdetta (vedi regolamento). 
Manifestazione organizzata per i soci e gli amici del Tci e soggetta al regolamento della Commissione regionale consoli della Campania. 
Sono ammessi in via eccezionale i non soci perché possano constatare la qualità e l'interesse delle nostre manifestazioni, e quindi associarsi.

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club