Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Montella (Av): Santa Maria della Neve e il Ss. Salvatore

Montella (Av): Santa Maria della Neve e il Ss. Salvatore

Dove

Indirizzo evento: 
Montella AV
Montella AV

Quando

Sabato 25 Settembre 2021
giornata intera

Ritrovo

Come arrivare: 

- Ore 9.45 : Raduno dei partecipanti (mezzi propri) a Montella (AV) – Piazza Giovanni Palatucci. Registrazione dei partecipanti.

Ora di ritrovo: 
ore 9.45

Contatti

Organizzatore: 
Tci Club di Territorio Paesi d'Irpinia
Indirizzo mail: 
filomena_cataldo@virgilio.it
Recapito di emergenza: 
Filomena Cataldo 349 3707392
Console accompagnatore: 
Socio attivo Filomena Cataldo
Presenza guida: 
Guida dell'evento: 
locali

Complesso Monastico di Santa Maria Del Monte o della Neve: Insieme al castello longobardo rappresenta una delle testimonianze più importanti dell'intera Irpinia, sotto l'aspetto religioso, ma anche storico ed etnico. Il complesso monastico è costituito dalla chiesa e dal convento adiacente, che non è più abitato dal 1921. Il monastero ha subito modifiche architettoniche nel corso degli anni. La struttura è a pianta quadrata e con il tipico chiostro rinascimentale. Le volte a crociera che ricoprono i porticati presentano lunette che sono state affrescate da Ricciardi di San Severino. Molto interessante è anche il refettorio dove è collocato un affresco che rappresenta la Crocefissione. La chiesa è a navata unica con presbiterio e coro. Ha sei altari oltre a quello maggiore e due di questi sono di notevole importanza. In uno degli altari è conservata la pala duecentesca della Madonna della Neve. Tra la zona presbiteriale e l'arcone di fondo è alloggiato un bellissimo coro ligneo a doppio ordine di stalli, mentre sulla porta d'ingresso della sagrestia è situata la cantoria che sostiene l'organo settecentesco.

Santuario del Santissimo Salvatore: sorge sulla sommità di un monte isolato dal resto della catena montuosa, a m. 954 di altitudine. Domina, quindi, tutta la vallata sottostante. "È un luogo indimenticabile, per chiunque vi sosti in meditazione, ci si sente sospesi tra terra e cielo..." (E. Volpe). Si raccontano miracoli e prodigi legati al santuario e al Gesù giovinetto, come quello del pozzo del miracolo, situato proprio nel piazzale del santuario, in cima alla montagna, da cui è possibile attingere l'acqua. Ogni anno il santuario è meta di pellegrinaggio, in particolare il 6 agosto non solo da parte dei Montellesi, che lo considerano il loro protettore, ma anche dagli abitanti dei paesi limitrofi. Infatti, molti sono quelli che risalgono la montagna del santuario a piedi, in segno di devozione. Partono di notte da paesi lontani anche 30 km per ritrovarsi la mattina dopo, per la funzione religiosa. Un'altra "tradizione religiosa" legata al santuario è quella di suonare almeno una volta all'anno la sacra campana del peso di circa 20 quintali, fusa nel 1849 dai Fratelli Marinelli di Agnone. La campana viene suonata a doppio rintocco da almeno 4 persone e nelle sere d'estate è possibile sentirne il suono anche a 20 km di distanza. La facciata del Santuario è stata completamente ristrutturata nel 1979, si presenta molto semplice ed essenziale. L'ingresso dell'attuale chiesa settecentesca è preceduto da tre arcate con colonne che immettono in un piccolo atrio; da qui si accede al Tempio e, già entrando, si è toccati da un'atmosfera di sacro e silenzio, che emoziona. Di bellissima fattura è l'altare del 1789, opera di un "mastro" marmoraio napoletano, vero gioiello, in marmi policromi fusi armonicamente, e con al centro del paliotto l'immagine a rilievo del Salvatore. L'iconografia del Salvatore è quella del Gesù della Trasfigurazione, che nella rappresentazione popolare ha assunto le sembianze di Gesù giovinetto. La statua lignea policroma ne è un bellissimo esempio. Molto belle sono anche le cinque vetrate artistiche che rappresentano alcuni episodi del Vangelo e la Madonna della Neve. NeI 1995 è stato situato a sinistra entrando, il bel mosaico che rappresenta la Trasfigurazione e che ricorda il gemellaggio tra il Santuario e la Basilica del Tabor in Israele. La porta centrale d'ingresso, fusa in bronzo con sei formelle a bassorilievo raffiguranti la storia del Santuario, fu inaugurata nel 1979 in occasione del secondo centenario degli avvenimenti miracolosi.

Fattoria Rosabella: contornata da secolari castagneti è ubicata nei Monti Picentini a un'altitudine di circa 600 metri. Un bosco costituito da essenze vegetali tipiche della macchia mediterranea, è attraversata dal fiume Calore. Accurata e biologica è l’attività foraggera e castanicola (Castagna di Montella IGP). In azienda, vengono allevati bovini di razza Bruna Alpina per la produzione di latte e di carne, nonché equini (cavallo e pony) e animali di bassa corte. Dal latte si ottengono tipici formaggi irpini (primo sale, scamorza, ricotta, mozzarella, caciocavallo). L’area picnic è costituita da tavoli e panche in legno, gazebo, barbecue per grigliare, amache per riposare o lettini in riva al fiume. Inoltre è possibile acquistare prodotti tipici al punto vendita locale.

Altre informazioni utili: 

ATTENZIONE: LA MANIFESTAZIONE SI SVOLGE NEL RIGOROSO RISPETTO DELLE DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E LOCALI DI CONTENIMENTO DELLA PANDEMIA, VIGENTI ALLA DATA DELLA MANIFESTAZIONE, ALLE QUALI I SINGOLI PARTECIPANTI SI DEVONO ATTENERE.

Programma

- Ore 9.45 : Raduno dei partecipanti (mezzi propri) a Montella (AV) – Piazza Giovanni Palatucci. Registrazione dei partecipanti.

Saluti di Michele Santoro, Priore dell’Arciconfraternita del Santissimo Salvatore.

Trasferimento (mezzi propri) al Complesso Monumentale della Madonna della Neve – via Santa Maria del Monte / Montella - e visita guidata.

Al termine trasferimento (mezzi propri) al Santuario del Santissimo Salvatore e visita guidata.

Al termine trasferimento (mezzi propri) alla Fattoria Rosabella – via Santissimo Salvatore / Montella.

- Ore 13.30 : Picnic, a cura dei singoli partecipanti, presso la Fattoria Rosabella.

- Ore 15.00 : Passeggiata sui sentieri della Fattoria Rosabella tra boschi e cascate.

- Ore 16.30 : Termine della visita.

Quota di partecipazione: La manifestazione è gratuita per i Soci e gli Amici del Touring.

Per le visite guidate presso il Complesso Monumentale della Madonna della Neve e del Santuario del Santissimo Salvatore è previsto un contributo di 4 euro a persona per i Soci e di 5 euro a persona per i non Soci.

Fattoria Rosabella: biglietto di ingresso di 8 euro a persona con la possibilità di utilizzare tavoli, panche e barbecue per il picnic. Il costo del parcheggio presso la Fattoria Rosabella è di 4 euro ad automobile.

La prenotazione presso la Fattoria Rosabella è a carico dei singoli partecipanti – telefonare al numero 388 9982814.

Prenotazioni per la visita: esclusivamente a mezzo email filomena_cataldo@virgilio.it

Trasporti: mezzi propri

Volontario Touring accompagnatore e telefono attivo il giorno della visita: Socio attivo Filomena Cataldo 349 3707392

Guide: locali

Partecipanti: massimo 30 persone

La quota comprende: la visita guidata come descritta, l’assistenza del volontario Touring, l'assicurazione per la responsabilità civile.

La quota non comprende: il pranzo (picnic) presso la Fattoria Rosabella, le mance, le spese di carattere personale e tutto quanto non specificato.

Modalità di pagamento e condizioni di partecipazione:

Le prenotazioni sono aperte.

Il Volontario Touring Accompagnatore ha la facoltà di variare l’itinerario. 

La manifestazione si effettua anche in caso di pioggia. 

Il Club di Territorio Paesi d’Irpinia del Touring Club Italiano si riserva il diritto di accettare o meno la prenotazione. Manifestazione organizzata per i soci e gli amici del TCI e soggetta al regolamento della Commissione regionale consoli della Campania.

Sono ammessi i non soci perché possano constatare la qualità e l'interesse delle nostre manifestazioni e, quindi, associarsi.

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club