Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Montecchio Maggiore (Vi): visita alle ville vicentine affrescate dal Tiepolo

Montecchio Maggiore (Vi): visita alle ville vicentine affrescate dal Tiepolo

Dove

Indirizzo evento: 
Montecchio Maggiore
Villa Cordellina

Quando

Sabato 2 Ottobre 2021
0re 9,45 - la lezione si svolge nel corso dell’intera giornata (fine verso le ore 17.00)

Ritrovo

Come arrivare: 

Come arrivare al punto di ritrovo:

  • - autostrada A4/ E70 uscita casello di Alte Ceccato-Montecchio Maggiore, poi seguire le indicazioni stradali
Ora di ritrovo: 
0re 9,45 all’ingresso di Villa Cordellina Via Lovara, 36 Montecchio Maggiore

Contatti

Organizzatore: 
Tci Venezia
Telefono di riferimento: 
dal 22/09 al 29/09 tel. 327 5575292 lun-ven: 9,30-12,30; 15,00-17,00
Recapito di emergenza: 
Donatella Perruccio Chiari 348 2660404 , Giuseppe Mason 328 1377260
Console accompagnatore: 
Donatella Perruccio Chiari
Referente: 
Donatella Perruccio Chiari

Le ville vicentine affrescate dal Tiepolo

Sabato 02 ottobre 2021

 

Ore 10,00 Villa Cordellina Lombardi a Montecchio Maggiore

Ore 11,30 Villa Loschi Zileri a Monteviale

Ore 13,00 Villa Valmarana ai Nani a Vicenza

(Pausa pranzo veloce in barchessa)

 

Intera giornata dedicata alla conoscenza di tre importanti ville vicentine molto interessanti sia dal punto di vista architettonico sia per gli affreschi di Gian Battista Tiepolo.

Conduce la prof. Paola Placentino.

 

Abstract:

Modelli europei nelle ville venete del ‘700:  le ville vicentine affrescate dai Tiepolo

 

Tra la fine del Seicento e l’inizio del Settecento l’investimento fondiario costituisce ormai il solido pilastro dell’economia della Repubblica di Venezia. Nelle campagne si moltiplicano gli insediamenti padronali, necessari per guidare la pianificazione e l’organizzazione dei lavori agricoli. L’attenzione dei proprietari terrieri torna a rivolgersi alla cosiddetta casa di villa che, dall’essere un’abitazione temporanea, deve essere trasformata in una vera e propria residenza.

Nel territorio vicentino i progetti di trasformazione e ampliamento (talvolta di nuova edificazione) delle ville rinascimentali sono spesso ambiziosi e gli architetti coinvolti, Antonio Gaspari (1670-1730), Giorgio Massari (1687-1766) e Francesco Muttoni (1667-1747) riescono a rielaborare i tradizionali temi palladiani con un nuovo approccio che  attinge alle novità tratte dal mondo romano ed europeo.

 

Nei cantieri, proprio come era accaduto nella seconda metà del Cinquecento, convergono anche pittori noti e affermati, di diversa provenienza, chiamati da quella committenza aristocratica, che desidera decorare e arricchire le nuove dimore, con vedute monumentali e di paesaggio, e sottolineare così la propria emancipazione dalla provincia.

 

Anche Giambattista Tiepolo soggiorna per lunghi periodi in terra vicentina tra il 1734 e il 1760, anche affiancato dal figlio Giandomenico, per lavorare nei cicli pittorici di villa Cordellina a Montecchio Maggiore, di Villa Loschi Zileri e di villa Valmarana ai Nani a Vicenza. Se Giambattista è solito mettere in scena le fiabe antiche tratte da Omero e dai miti olimpici, Giandomenico affresca scene di vita reale, sia in contesti rurali che cittadini, dove trovano spazio i contadini, la folla anonima,  le maschere.

 

Le tre ville ‘raccontano’ come nel Settecento il fortunato tema della casa di campagna si articoli per rispondere a nuove necessità.

Per i tre architetti è determinante la vivacità del contesto veneziano, un contesto internazionale dove può essere facile l’accesso a disegni e modelli provenienti dalle altre corti europee.

I progetti di Gaspari, Massari e Muttoni diventano inoltre la cornice per ospitare gli affreschi dei Tiepolo, che non hanno eguali  per ricchezza, raffinatezza e varietà e che qui diventano innovatori della grande tradizione della pittura decorativa.

Profilo della prof. arch. Paola Placentino

  • Si laurea all’Università IUAV di Venezia con il massimo dei voti presentando una tesi sul cantiere delle Procuratie Nuove e le trasformazioni di Piazza San Marco tra XVI e XVII secolo.
  • Nel 2011 consegue il dottorato in storia dell’architettura e dell’urbanistica, presso la Scuola di Dottorato della stessa Università, discutendo la tesi su un manoscritto del XVI secolo contenente disegni di architettura, antica e moderna, conosciuto come ‘taccuino di Michelangelo’ e conservato presso il Musée des Beaux-Arts di Lille (Francia).
  • Ha presentato le sue ricerche in convegni nazionali e internazionali; ha pubblicato saggi e articoli sull’architettura del Rinascimento, sui disegni d’architettura e sulla loro circolazione a stampa tra XVI e XVII secolo.
  • Ha collaborato con l’Ècole Française de Rome, Institut de recherche en histoire et archéologie, per la pubblicazione di un database delle fonti archivistiche edite relative all’edilizia nella Repubblica di Venezia.
  • Dal 2011 collabora alla didattica presso l’Università IuaV di Venezia in corsi di storia della città e dell’architettura (corsi di laurea magistrale) e nell’estate 2016 ha collaborato con l’Università di Padova per tenere lezioni di storia dell’architettura presso la Shanghai Tech Summer School.
  • Attualmente è titolare di un assegno di ricerca presso l’Università IUAV di Venezia (dipartimento di Architettura, Costruzione e Conservazione) per studiare la committenza patrizia veneziana tra la fine del XV e l’inizio del XVI secolo e l’influenza della bottega di Pietro Lombardo sull’architettura residenziale. 

 

 

Altre informazioni utili: 

Quota di partecipazione:

  • Socio TCI:    €  25,00
  • Non socio:  €  28,00
  • I biglietti di ingresso per le tre ville si acquistano in Villa Cordellina.
  • Il biglietto è utilizzabile anche per ingresso a Palazzo Chiericati e Villa Barbaran da Porto (www.tiepolo250.it)

 

Prenotazioni:

  • dal lun. al ven.: 9.30/12.30 – 15/17
  • -dal 22/09 al 29/09
  • -solo telefoniche al: 327 5575292

 

 

Tel. attivo nei giorni della visita:

  • Console: Donatella Perruccio Chiari Cell. 348 2660404
  • Vice-Console: Giuseppe Mason Cell. 328 1377260

 

La quota comprende: Docenza, radioguida, assicurazione infortuni/RCT.

 

Modalità di pagamento:

  • - pagamento entro 3 gg. dalla prenot. con bonifico all’IBAN:
  •    IT 73 Z 02008 36190 000104553985
  •    C/C intest.: G. Mason / D. Perruccio

 

Condizioni di partecipazione:

  • -al momento della prenotazione si deve comunicare il numero di tessera TCI (valida) propria e dello accompagnatore ed il numero di cellulare;
  • -la lezione è aperta a soci e non soci;
  • -nel caso di mancata partecipazione, comunicata entro 3 gg. dall’evento, il socio può richiedere il rimborso della quota versata (detratte le spese) a condizione che possa essere sostituito;
  • -il non socio avrà gli stessi diritti e lo stesso trattamento del socio.

 

Ora e luogo di ritrovo:

0re 9,45 all’ingresso di Villa Cordellina Via Lovara 36 Montecchio Maggiore

 

Max partecipanti: 30

 

Durata della visita: la lezione si svolge nel corso dell’intera giornata (fine verso le ore 17.00)

 

Pranzo: libero nella barchessa della Villa Valmarana (ci chiedono il n°. di chi fruirà del servizio)    

 

Disposizioni e raccomandazioni Covid

  • Si prega di prendere visione delle norme di comportamento richieste dal T.C.I. in allegato, salvo modifiche che intervenissero prima della lezione.
  • In ogni caso per le visite al chiuso dovrà essere  presentato il Green Pass

 

Accesso disabili: 

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club