Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Milano, " Spettacoli di febbraio 2018 al Teatro Libero"

Milano, " Spettacoli di febbraio 2018 al Teatro Libero"

Dove

Indirizzo evento: 
Milano, Teatro Libero, Via Savona 10

Quando

Da Giovedì 1 Febbraio 2018 a Domenica 25 Febbraio 2018
Da lunedì a sabato ore 21, domenica ore 16

Contatti

Telefono di riferimento: 
028323126
Indirizzo mail: 
biglietteria@teatrolibero.it

1–6 febbraio 2018 – Da lunedì a sabato ore 21, domenica ore 16  FRIDA K – Vita di merda con pittura regia Serena Nardi con Sarah Collu e Serena Nardi
Lo spettacolo è un piccolo affresco sulla vita, gli amori e la morte della celebre pittrice messicana, divenuta una delle icone del ventesimo secolo. La regista Serena Nardi pone lo sguardo sull’artista in relazione al suo rapporto con la Morte, sua compagna di tutta una vita. Una messa in scena che prende il via dai fatti biografici, così come Frida stessa li racconta nei numerosi scritti che ha lasciato. Gli episodi che segnarono l’esistenza di questa donna straordinaria ci mostrano la forza e la tenacia con cui Frida Kahlo si aggrappava alla vita, che la morte le contendeva fin dall’adolescenza.
 
8–12 febbraio 2018 – Da lunedì a sabato ore 21, domenica ore 16 NUOVO EDEN di Jessica Leonello regia Manuel Renga con Jessica Leonello
Immaginate di addormentarvi per quindici anni. Di risvegliarvi e tornare a fare un giro per le vostre città, cercando i luoghi impressi nella vostra memoria, le persone, le abitudini. Tutto sommato, a noi, pare non sia successo nulla. Ma per Cesare, che viveva nel cuore storico di una operosa città del Nord Italia, quasi tutto è cambiato: il cinema Eden –che era l’ultimo cinema a luci rosse si è trasformato in un cinema d’essai, il cricket è diventato il secondo sport più praticato e i suoi giocatori sono tutti indiani e pachistani ormai di seconda generazione, ogni semaforo si è trasformato in rotonda. Certo gli amici di un tempo sono rimasti e tra loro, Dolores, cercherà di aiutare Cesare ad affrontare questa nuova realtà. Ma la vita non smette mai di stupirci e può accadere che un uomo di una certa età, diventi appassionato di cricket e amico di un ragazzo indiano.

13–17 febbraio 2018 – Da lunedì a sabato ore 21.00, domenica ore 16 MARIA SOTTERRATA – La terra trema, la volontà no regia Valentina Malcotti con Valeria Sara Costantin
Maria Fantìn è una giovane ragazza di Gemona che sogna di diventare un’abile sarta e lavorare in un atelier di moda a Parigi. Il terremoto sconvolge la sua realtà: Maria rimane imprigionata sotto le macerie, non sa più dove si trova, non riesce ad uscire. In uno spazio ed un tempo in continuo mutamento ripercorre la sua vita nel tentativo di ritrovare la propria identità per sfuggire alla cinica Nostra Signora Morte, anch’essa rimasta incastrata sotto il terremoto, suo malgrado. Maria combatte fra passato e futuro sospesa in un limbo di attesa: oscillando tra vita e morte, le circostanze del crollo e lo scacco con Nostra Signora Morte, la costringeranno a compiere una scelta decisiva.

18–22 febbraio 2018 – Da lunedì a sabato ore 21, domenica ore 16 FANTINE – Quando dal Caos nasce l’Amore di Michele Mariniello regia Michele Mariniello con Sara Drago
Fantine – Quando dal Caos nacque l’Amore è un monologo tratto dal romanzo I Miserabili di Hugo. Una rivisitazione del personaggio di Fantine, estrapolato dal contesto romantico-ottocentesco e fatto rivivere al giorno d’oggi. La storia racconta le vicende del personaggio del romanzo, nel contesto degradato della periferia di una grande città. Fantine è rappresentata nell’attimo prima di morire, che giace incinta su un letto di ospedale; come sospesa in un coma, rivede tutta la sua vita, tutto ciò che l’ha condotta lì, nel tentativo di definire il senso della propria esistenza. Così Fantine racconta la sua storia, racconta l’abbandono e l’assenza di esempi positivi, la difficoltà e allo stesso tempo l’importanza di scegliere; racconta l’amore, unica possibilità di cambiare il destino, di contenere la mancanza di controllo che l’uomo ha sulla propria esistenza.

23-25 febbraio 2018 / Rassegna Palco Off – venerdì e sabato ore 21, domenica ore 16 LA VOCE DI PEPPINO IMPASTATO regia Pierpaolo Saraceno con Pierpaolo Saraceno e Mariapaola Tedesco
La voce di Peppino Impastato è il titolo scelto da Pierpaolo Saraceno per ricordare il giornalista, attivista e poeta italiano ucciso dalla mafia nel 1978. Dalle frequenze di Radio Aut, radio libera fondata a Terrasini nel 1977, si poteva ascoltare la voce secca, diretta e sincera di un uomo semplice e umile, ma tanto forte da sfidare nella sua terra, martoriata dalla mafia, la sua stessa famiglia mafiosa. Quell’uomo è Peppino Impastato, grande lottatore, ma soprattutto grande spirito ribelle, ucciso soli trent'anni su ordine del capo di “Cosa Nostra”, Gaetano Badalamenti (Don Tano), bersaglio preferito di Peppino nelle sue trasmissioni di Radio Aut.
 

Vantaggio per i Soci

Biglietto ridotto per i soci del Touring Club