Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Le risiere di Isola della Scala (VR): storia e degustazione

Le risiere di Isola della Scala (VR): storia e degustazione

Dove

Indirizzo evento: 
Isola della Scala (Vr)
Antica e Rinomata Riseria Ferron - Via Torre Scagliera, 9

Quando

Sabato 16 Giugno 2018
ore 10:00

Ritrovo

Ora di ritrovo: 
ore 10:00 presso Antica e Rinomata Riseria Ferron Via Torre Scagliera, 9 - 37063 - Isola della scala (VR)

Contatti

Organizzatore: 
CLUB DI TERRITORIO DI VERONA
Telefono di riferimento: 
3384537216
Indirizzo mail: 
verona@volontaritouring.it
Recapito di emergenza: 
3384537216
Presenza guida: 

 

LE INIZIATIVE DEL CLUB DI TERRITORIO DI VERONA

Visita guidata

 

LE RISERIE DI ISOLA DELLA SCALA

STORIA E DEGUSTAZIONE

Sabato 23 giugno 2018

 

Nel periodo romano le paludi del fiume Tartaro, che occupavano la parte meridionale del territorio, erano molto estese così da procurarne l'"isolamento" dai villaggi e contrade circostanti. Di qui il nome di Insula Cenensis.

 

I primi insediamenti risalgono all'età del Bronzo, che si sono ampliati durante la dominazione romana e con la costruzione della via Claudia Augusta. Nel periodo medievale si registra l'insediamento di monasteri benedettini, che lavorarono alla bonifica del territorio agricolo. In epoca comunale il territorio appartenne quasi interamente ai conti Bonifacio di Verona e fu chiamato "Isola dei Conti".

 

Nel XIII secolo il paese venne assoggettato dagli Scaligeri, i quali rafforzarono le difese sul fiume Tartaro. Con gli Scaligeri il territorio assunse il nome definitivo di Isola della Scala (Ìsola de la Scala in veneto).

 

Con la conquista della Serenissima Repubblica di Venezia ci fu l'insediamento di molte famiglie veneziane, che provvidero alla costruzione di opere di idraulica e d'arte.

Lo stesso nome fu mutato in "Isola di San Marco", ma non ebbe molta sorte nell'uso perché gli abitanti della cittadina rimasero sempre legati all'antico nome sin da ripristinarlo al tramonto della dominazione. In quel periodo tuttavia le paludi furono bonificate e dal XVII secolo fu introdotta la coltivazione del riso.

 

Durante il periodo napoleonico, Isola della Scala perse la sua autonomia, a favore del distretto di Villafranca, ma tornò ad un ruolo di primo piano con la dominazione Austriaca.

 

Meritano sicuramente una visita l'Abbazia di Santo Stefano, Santuario della Bastia, Chiesa della Formica e la Torre Scaligera, simbolo del borgo.

 

Fa parte dell'area di produzione del Riso Nano Vialone Veronese che viene coltivato su terreni della pianura veronese irrigati con acqua di risorgiva. Presenti anche allevamenti bovini, suini e avicoli.

Specialità locale è il risotto all'isolana, uno dei piatti più conosciuti nel panorama gastronomico veronese.

Il Riso Vialone Nano presenta virtù uniche, acquisite grazie alle proprietà dei terreni di Isola della Scala (Verona), dove è tradizionalmente coltivato da oltre cinque secoli.

La purezza delle acque risorgive utilizzate per irrigare i terreni, unita a tecniche ancora tradizionali, porta il Riso Vialone Nano a presentare caratteristiche organolettiche assolutamente peculiari: i chicchi tondeggianti, poco allungati, tengono benissimo la cottura e assorbono i condimenti in modo ideale. Apprezzato sia nella cucina tradizionale che nelle proposte più innovative, è ineguagliabile per la produzione di risotti tradizionali, come il classico tastasale, la zucca, il radicchio o il classico risotto alla milanese.

La semina del Riso Vialone Nano è praticata con chicchi selezionati, derivanti dall’incrocio di due varietà; esistono diversi itinerari dedicati ai luoghi di coltivazione: percorrerli significa scoprire antichi luoghi fra borghi di campagna, risaie e corti dove il tempo si è fermato.

 

Altre informazioni utili: 

Informazioni e prenotazioni:

 

CLUB DI TERRITORIO DI VERONA

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA (entro giovedi precedente la visita)

 

Ritrovo partecipanti:

  • Antica e Rinomata Riseria Ferron 
  • Via Torre Scagliera, 9 - 37063 - Isola della scala (VR)

 

Quota individuale di partecipazione: (per minimo 10 partecipanti)

  • Socio TCI     € 3,00
  • Non Socio    € 5,00  

 

La quota comprende:  visita guidata

 

 

Accesso disabili: 

Vantaggio per i Soci

Vantaggi per i soci del Touring Club