Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • In treno, con il Touring, per le 3 DOGC, Greco Tufo, Fiano Avellino e Taurasi

In treno, con il Touring, per le 3 DOGC, Greco Tufo, Fiano Avellino e Taurasi

Quando

Domenica 29 Settembre 2019

Contatti

Telefono di riferimento: 
328 847 7535
Indirizzo mail: 
info@irpiniaexpress.it
Console accompagnatore: 
Pietro Mitrione, vice console del Touring
Referente: 
vice console Pietro Mitrione

Partiremo da Tufo, raccontandovi del Greco, che qui vive, passeremo per Montefalcione che ci dirà del Fiano di Avellino e infine concluderemo il nostro tour con il Taurasi a Castelfranci. Della Ferrovia dei vini parleremo fermandoci nelle stazioni, quei luoghi dai quali il vino partiva per molte destinazioni diverse. E racconteremo quelle caratteristiche che hanno portato alla creazione proprio di quei vini. Un’esperienza unica vi aspetta! Pronti a partire?

Il Touring Club Italiano invita i soci e gli amici a partecipare a questa bellissima giornata alla scoperta di 3 delle 4 DOGC della Campania.

 

PROGRAMMA

9:00 - RADUNO presso la stazione di Tufo - Check-in e consegna kit degustazione. Per coloro che arriveranno in macchina a Tufo, l'amministrazione metterà a disposizione l'area PIP di Tufo adiacente alla stazione per parcheggiare. Indicazioni predisposte in loco vi guideranno sia in area PIP che da lì alla stazione.

10:00 - PARTENZA TOUR - Prima Tappa "Il Greco di Tufo" - Breve visita guidata alle Miniere di zolfo "Di Marzo" - Aperitivo in miniera - Degustazione guidata di Greco di Tufo a cura di Consorzio Tutela Vini Irpinia.

11:32 - PARTENZA DALLA STAZIONE FERROVIARIA DI TUFO - Viaggio in treno storico - Durante il viaggio verranno serviti i vini irpini mentre l'attore Nicola Mariconda ci intratterrà con una delle sue piece teatrali - Arrivo alla Stazione di Montefalcione ore 12:30

12:30 - PARTENZA TOUR - Seconda Tappa "Il Fiano di Avellino" - Incontro con l'agronomo: Il Territorio e Il Fiano - Passeggiata in vigna - la vigna si trova a 500 - 600m dalla stazione, con un percorso leggermente in salita - Light Lunch - Degustazione guidata di Fiano di Avellino a cura di Consorzio Tutela Vini Irpini -  Accompagnamento Gastronomico a cura di Antonio Del Franco

14:35 - PARTENZA DALLA STAZIONE FERROVIARIA DI MONTEFALCIONE - Viaggio in treno storico -  Durante il viaggio verranno serviti i vini irpini mentre l'attore Nicola Mariconda ci intratterrà con una delle sue piece teatrali -  Arrivo alla stazione di Castelfranci ore 15:08

15:08 - PARTENZA TOUR - Terza Tappa "Il Taurasi" - Accoglienza della Pro Loco di Castelfranci in stazione, passeggiata guidata al centro storico -  Arrivo in Piazza del Soccorso e visita alla Chiesa di Santa Maria del Soccorso -  Degustazione di Aglianico Taurasi a cura di Consorzio Tutela Vini Irpini - Accompagnamento gastronomico a cura della Pro Loco di Castelfranci e Aziende locali.
 

17:00 - RITORNO IN STAZIONE 17:25 - PARTENZA DALLA STAZIONE DI CASTELFRANCI

Informazioni e contatti

Associazione Culturale In Loco Motivi / info@irpiniaexpress.it / 331 108 5593

 

FERROVIA AVELLINO / ROCCHETTA SANT’ANTONIO

 

La ferrovia Avellino - Rocchetta Sant'Antonio è una linea che collega Avellino con la zone interne dell'Irpinia, toccando anche dei comuni in provincia di Potenza, fino ad arrivare alla stazione di Rocchetta Sant'Antonio - Lacedonia (una volta provincia di Avellino, poi Foggia). Inaugurata il 27 ottobre 1895, non è percorsa da treni a partire dal cambio d'orario ferroviario del 12 dicembre 2010. Il tratto della linea su cui gravitava il maggior bacino d'utenza era compreso tra Avellino e Lioni.

Le proposte per una ferrovia di collegamento trasversale attraverso le valli dei fiumi Calore, Sabato e Ofanto risalgono agli anni settanta del XIX secolo ma trovarono difficoltà ad essere accolte per tutta una serie di motivazioni, non ultime quelle di una difforme valutazione del tracciato da progettare. Trovarono tuttavia accoglimento nella lista di quelle da costruire incluse in 3acategoria nella lista della legge Baccarini del 1879.

Con l’approvazione della legge n. 128 / 2017, che sancisce l’istituzione di ferrovie turistiche in aree di pregio naturalistico o archeologico, in vigore dal 9 settembre 2017, la tratta ferroviaria Avellino Lioni Rocchetta è inserita nell’elenco delle prime 18 tratte ferroviarie turistiche italiane.

La Ferrovia è stata, recentemente, dichiarata di interesse culturale ai sensi dell’art 10 comma 3 lettera d del D. Lgs 42/2004, primo esempio di tutela diretta rivolto ad un tracciato ferroviario storico del territorio nazionale.

 

LA POSIZIONE DEL TOURING CLUB ITALIANO

 

Con riferimento alla campagna Tesoro Italia /Patrimonio Negato il Club di Territorio “Paesi d’Irpinia” ha individuato quale sito “negato” per la provincia di Avellino la ferrovia Avellino - Rocchetta Sant’Antonio, “sospesa” su decisione della Regione Campania, dal 12 dicembre 2010.

La più antica linea ferroviaria dell’Irpinia la Avellino – Rocchetta Sant’Antonio, tra le più antiche della Campania, fu inaugurata nel suo intero percorso il 27 ottobre del 1895.

Senza voler inseguire modelli, ma seguendo la naturale inclinazione dei luoghi, ci piacerebbe trasformare questa tratta nella ferrovia del gusto, delle cultura contadina, dell’enogastronomia di qualità, del paesaggio, della natura. L’Avellino Rocchetta è un parco tematico, rappresenta un viaggio emozionale nella terra del vino, del paesaggio, della luce, del vento. La tratta, opportunamente potenziata e ristrutturata, potrà collegare l’Alta Irpinia e la Valle del Calore ai nodi dell’alta velocità, ridando così valore alla funzione principale per la quale fu costruita: un efficiente trasporto pubblico su ferro tra i due mari.

La linea ferroviaria Avellino Rocchetta può avere un nuovo significato come infrastruttura a servizio dello sviluppo della cultura e del turismo dell’Irpinia:

  • È la ferrovia delle acque: attraversa e lambisce in più punti i fiumi Sabato, Calore ed Ofanto.

  • È la ferrovia dei grandi vini docg: attraversa i territori, servendoli con stazioni dei comuni degli areali del Taurasi e del Fiano.

  • È la ferrovia del Parco Naturalistico Regionale dei Monti Picentini.

  • È la ferrovia delle aree a tutela della biodiversità.

È la ferrovia dei Borghi: storia, cultura ed identità territoriale.

In collaborazione con: