Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • In treno con il Touring a Montefalcione e Castelvetere (Av)

In treno con il Touring a Montefalcione e Castelvetere (Av)

Dove

Indirizzo evento: 
83030 Montefalcione AV,
Montefalcione e Castelvetere (Av)

Quando

Sabato 30 Ottobre 2021
giornata intera

Contatti

Telefono di riferimento: 
vice console Pietro Mitrione: 328 847 7535
Indirizzo mail: 
Inlocomotivi2018@gmail.com

“Irpinia Express”, il treno della mobilità dolce, un viaggio tra passato e presente alla scoperta dell’Irpinia.

Ferrovia Avellino / Rocchetta Sant’antonio

La ferrovia Avellino - Rocchetta Sant'Antonio è una linea che collega Avellino con la zone interne dell'Irpinia, toccando anche dei comuni in provincia di Potenza, fino ad arrivare alla stazione di Rocchetta Sant'Antonio - Lacedonia (una volta provincia di Avellino, poi Foggia). Inaugurata il 27 ottobre 1895, non è percorsa da treni a partire dal cambio d'orario ferroviario del 12 dicembre 2010. Il tratto della linea su cui gravitava il maggior bacino d'utenza era compreso tra Avellino e Lioni. Le proposte per una ferrovia di collegamento trasversale attraverso le valli dei fiumi Calore, Sabato e Ofanto risalgono agli anni settanta del XIX secolo ma trovarono difficoltà ad essere accolte per tutta una serie di motivazioni, non ultime quelle di una difforme valutazione del tracciato da progettare. Trovarono tuttavia accoglimento nella lista di quelle da costruire incluse in 3acategoria nella lista della legge Baccarini del 1879. Con l’approvazione della legge n. 128 / 2017, che sancisce l’istituzione di ferrovie turistiche in aree di pregio naturalistico o archeologico, in vigore dal 9 settembre 2017, la tratta ferroviaria Avellino Lioni Rocchetta è inserita nell’elenco delle prime 18 tratte ferroviarie turistiche italiane.

La Ferrovia è stata, recentemente, dichiarata di interesse culturale ai sensi dell’art 10 comma 3 lettera d del D. Lgs 42/2004, primo esempio di tutela diretta rivolto ad un tracciato ferroviario storico del territorio nazionale.

La posizione del Touring Club Italiano

Con riferimento alla campagna Tesoro Italia /Patrimonio Negato il Club di Territorio “Paesi d’Irpinia” ha individuato quale sito “negato” per la provincia di Avellino la ferrovia Avellino - Rocchetta Sant’Antonio, “sospesa” su decisione della Regione Campania, dal 12 dicembre 2010.

La più antica linea ferroviaria dell’Irpinia la Avellino – Rocchetta Sant’Antonio, tra le più antiche della Campania, fu inaugurata nel suo intero percorso il 27 ottobre del 1895.

Senza voler inseguire modelli, ma seguendo la naturale inclinazione dei luoghi, ci piacerebbe trasformare questa tratta nella ferrovia del gusto, della cultura contadina, dell’enogastronomia di qualità, del paesaggio, della natura. L’Avellino Rocchetta è un parco tematico, rappresenta un viaggio emozionale nella terra del vino, del paesaggio, della luce, del vento. La tratta, opportunamente potenziata e ristrutturata, potrà collegare l’Alta Irpinia e la Valle del Calore ai nodi dell’alta velocità, ridando così valore alla funzione principale per la quale fu costruita: un efficiente trasporto pubblico su ferro tra i due mari.

La linea ferroviaria Avellino Rocchetta può avere un nuovo significato come infrastruttura a servizio dello sviluppo della cultura e del turismo dell’Irpinia:

  • È la ferrovia delle acque: attraversa e lambisce in più punti i fiumi Sabato, Calore ed Ofanto.
  • È la ferrovia dei grandi vini docg: attraversa i territori, servendoli con stazioni dei comuni degli areali del Taurasi e del Fiano.
  • È la ferrovia del Parco Naturalistico Regionale dei Monti Picentini.
  • È la ferrovia delle aree a tutela della biodiversità.

È la ferrovia dei Borghi: storia, cultura ed identità territoriale.

Altre informazioni utili: 

ATTENZIONE: LA MANIFESTAZIONE SI SVOLGE NEL RIGOROSO RISPETTO DELLE DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E LOCALI DI CONTENIMENTO DELLA PANDEMIA, VIGENTI ALLA DATA DELLA MANIFESTAZIONE, ALLE QUALI I SINGOLI PARTECIPANTI SI DEVONO ATTENERE.

PROGRAMMA

09:00 - partenza dalla stazione di Avellino (parcheggio libero).

09:40 - arrivo alla stazione di Montefalcione. Incontro con i viticoltori, passeggiata in cantina e degustazione vini.

11:00 - partenza dalla stazione di Montefalcione

12:00 - Arrivo alla stazione di Castelvetere. Spostamento in navetta al borgo (15’-20’).
12:20 - Arrivo al borgo, in P.zza Monumento. I viaggiatori saranno liberi di passeggiare per le strade del centro storico, in un percorso articolato, organizzato dalla Pro Loco Castelvetere, dove potranno degustare, in locali dedicati alle cantine le pregiate varietà del vino locale. Il percorso si snoda all’interno del centro storico e del borgo medievale, recuperato ed oggi divenuto una delle prime realtà a livello nazionale aderente al circuito degli Alberghi diffusi. Oltre alla struttura del vecchio castello, oggi albergo diffuso, sarà possibile visitare le bellezze architettoniche presenti.

Pranzo libero a sacco o nelle strutture presenti nel borgo (consigliato prenotare), dove sarà possibile gustare la famosa maccaronara.

Nel pomeriggio visita libera o guidata al borgo condotta da guide certificate (è obbligatoria la prenotazione per il rispetto delle misure anti-covid19).

16:30 - Raduno in piazza, navetta per la stazione.

16:50 - Partenza dalla stazione di Castelvetere per rientro.

18:20 - Arrivo alla stazione di Avellino.

Costo Biglietto treno [ACQUISTABILE IN STAZIONE LA MATTINA] 
– ADULTI: 12,00 €
– 
BAMBINI dai 4 ai 14 anni: 6,00 €
– 
BAMBINI dai 0 ai 4 anni: gratuito
– Degustazioni: da listino, acquistabili sul posto
– Visite guidate: prenotazione obbligatoria

Ristoranti disponibili nel borgo:
Osteria del Borgo +39 320 9764595   |   +39 0827 65300
Ristorante da Miliuccio +39 371 1653912  | +39 0827 65666

Info e prenotazioni attività
info@irpiniaexpress.com –  tel. 331 1085593 | 3291221625

Per informazioni:

- Fondazione FS 06 44103520

- Associazione InLocoMotivi

Inlocomotivi2018@gmail.com

331  108  5593  -  329  122  1625

Riferimenti per il Touring: vice console Pietro Mitrione: 328  847  7535

A seguito delle disposizioni emanate dalle Autorità competenti, al fine di massimizzare la tutela della salute di viaggiatori e dipendenti, Fondazione FS ha attivato misure e iniziative in materia di prevenzione della diffusione del Coronavirus.

In particolare:

- sono state potenziate le attività di sanificazione e disinfezione dei treni

- sono stati installati a bordo dei treni dispenser di disinfettante per le mani;

- il nostro personale è stato dotato dei sistemi di protezione necessari (mascherine, guanti);

- è stato introdotto un nuovo criterio di prenotazione dei posti a bordo che, mantenendo invariato il comfort, garantisce il rispetto delle distanze di sicurezza prescritte dalle Autorità sanitarie.

In collaborazione con: