Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Cave di Marmo di Vitulano (BN) e Torrecuso

Cave di Marmo di Vitulano (BN) e Torrecuso

Dove

Indirizzo evento: 
Vitulano BN
Vitulano e Torrecuso (BN)

Quando

Domenica 29 Settembre 2019
giornata intera

Ritrovo

Come arrivare: 

- Ore 9.30 : Ritrovo dei partecipanti (con mezzi propri) a Vitulano (BN), via Sant’Antonio, davanti al bar Forgione . 

Ora di ritrovo: 
ore 9.30

Contatti

Organizzatore: 
Tci Club di Territorio di Benevento
Cellulare: 
328.8826562
Indirizzo mail: 
benevento@volontaritouring.it
Recapito di emergenza: 
Antonio De Angelis 328.8826562 (Fierro)
Console accompagnatore: 
Socio attivo Antonio De Angelis
Presenza guida: 

La storia del Marmo di Vitulano inizia nel 1700 quando Luigi Vanvitelli lo utilizzò per la Reggia di Caserta. Oggi l'estrazione continua nel rispetto dell'ambiente in un sito protetto dove ogni fase della lavorazione è allo stesso tempo antica e tecnologicamente avanzata. Il Sannio beneventano è Capitale Europea del vino per il 2019 e Torrecuso è uno dei cinque comuni capofila del progetto “Sannio Falanghina”. 
Vitulano. Il territorio di Vitulano (m 430), situato in una conca aperta verso sud-est ai piedi del monte Péntime, era abitato fin dai tempi preistorici. Sull’origine del nome si è molto discusso: per alcuni studiosi deriva dalla città sannitica Volana. Con i paesi vicini fece parte nel Medioevo di un gastaldato alle dipendenze della città di Tocco. Quando nel 1456 il terremoto distrusse il capoluogo della valle, il borgo divenne capoluogo e fu feudo di Giulio Acquaviva d’Aragona. Nel 1521 fu venduto a Giovanni Vincenzo Carafa. Passò poi ai D’Avalos, che ne conservarono la signoria fino all’abolizione della feudalità (1806). Fece parte del Principato Ultra fino al 1861, quando entrò a far parte della provincia di Benevento. 
Cave di marmo. Le cave sono state usate fin dalla prima metà del sec. XVIII sotto Carlo III di Borbone. Dalle cave provengono pregevoli marmi colorati che adornano la Reggia di Caserta, il Palazzo Reale di Napoli, il Cremlino a Mosca, la Basilica di Pompei e molte chiese dell’Italia meridionale. 
Torrecuso. La cittadina (m 420), detta un tempo Torum Licusi e Terlicoso, sorge alla sinistra del fiume Calore, su uno sperone roccioso situato alle pendici settentrionali del monte Péntime, tra la valle del Taburno e la valle Telesina. I reperti documentari e la struttura urbanistica consentono di attribuire la formazione del centro abitato al periodo longobardo. Appartenne in feudo ai Della Leonessa e ai Caracciolo, che nel 1603 ottennero il titolo di marchesi di Torrecuso. Nel 1811 passò al Mandamento di Vitulano e nel 1861 alla provincia di Benevento. È patria dello storico e uomo politico Antonio Mellusi (1841 - 1925). L’abitato conserva l’aspetto medievale dell’antico centro fortificato, con i resti della cinta muraria e tre porte d’accesso, con viuzze strette e tortuose. Tra gli edifici religiosi sono da ricordare la Chiesa dell’Annunziata, detta anche dell’Ave Gratia Plena, fondata nel 1453, e l’Eremo di San Liberatore, sorto tra i secoli XV e XVII come succursale dell’Annunziata. La cittadina è rinomata per la produzione vinicola. 

Altre informazioni utili: 

Programma
- Ore 9.30 : Ritrovo dei partecipanti (con mezzi propri) a Vitulano (BN), via Sant’Antonio, davanti al bar Forgione . 
- Ore 10.00 : Visita alla cava di marmo Uria. 
- Ore 11.30 : Passeggiata nel centro storico di Vitulano con visita guidata a cura dello scultore Mariano Goglia.
- Ore 13.00 : Pranzo al sacco o presso l’agriturismo Falluto - località Saude - 82030 Torrecuso (BN) - prenotazione libera a carico dei singoli partecipanti - per prenotare contattare il console Alfredo Fierro benevento@volontaritouring.it oppure 328.8826562 - al costo di 25 euro a persona - con il seguente menù: Antipasto “Zi Mennato" ( prosciutto, capicollo, pancetta, spianata, frittata, ovile, formaggio con pizzette e bruschette), Primo (Cavatelli al tegamino), Secondo (Roastbeef al forno con patate e melanzane), Dolce, Frutta di stagione, acqua minerale, vino e caffè. 
- Ore 15.00 : Visita all’Azienda vitivinicola Falluto . 
- Ore 16.00 : Visita guidata a Torrecuso. 
Quote di partecipazione: la manifestazione è gratuita per i soci e gli amici del Touring Club Italiano. 
Pranzo al sacco o presso l’agriturismo Falluto – Torrecuso – al costo di € 25,00 a persona – prenotazione libera a carico dei singoli partecipanti, contattando il console Alfredo Fierro benevento@volontaritouring.it oppure 328.8826562 - 
I soci e gli amici del Touring Club Italiano regolarmente iscritti alla manifestazione sono coperti da apposita polizza assicurativa per la responsabilità civile. 
Prenotazioni: 
Dal 1/9 al 26/9/2019 : 
- tel. 328.8826562 
- email benevento@volontaritouring.it 
Si raccomanda un abbigliamento idoneo per la visita ad una cava. 
Partecipanti: max 40 persone 
Volontario Tci accompagnatore e telefono attivo il giorno della visita Socio attivo Antonio De Angelis 328.8826562 (Fierro) 
Modalità di pagamento e condizioni di partecipazione: il Volontario Touring accompagnatore ha la facoltà di variare l’itinerario. 
La manifestazione si effettua anche in caso di pioggia. 
Il Club di Territorio di Benevento si riserva il diritto di accettare o meno la prenotazione. 
Manifestazione organizzata per i soci e gli amici del Tci e soggetta al regolamento della Commissione regionale consoli della Campania. 
Sono ammessi in via eccezionale i non soci perché possano constatare la qualità e l’interesse delle nostre manifestazioni e quindi associarsi.