Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Capua (CA) : la Reale Sala d'Armi borbonica

Capua (CA) : la Reale Sala d'Armi borbonica

Dove

Indirizzo evento: 
Via Giovanni Andreozzi, 30, 81043 Capua CE, Italia
Reale Sala d'Armi borbonica - Capua

Quando

Sabato 7 Marzo 2020
dalle ore 9.30 alle ore 13

Ritrovo

Come arrivare: 

- Ore 9.30 : Raduno dei partecipanti (mezzi propri) presso la Chiesa di San Salvatore a Corte - via Principi Longobardi - Capua, sito tenuto aperto dai Volontari del Touring Club Italiano nell'ambito del Progetto "Aperti per Voi".

Ora di ritrovo: 
ore 9.30

Contatti

Organizzatore: 
Tci Club di Territorio Terra di Lavoro
Telefono di riferimento: 
La Gamba Antonio: 333.9808553
Indirizzo mail: 
terradilavoro@volontaritouring.it
Recapito di emergenza: 
Ugo Dal Poggetto 334.6825871
Console accompagnatore: 
socio attivo Ugo Dal Poggetto
Presenza guida: 
Guida dell'evento: 
locali

In esclusiva per i soci e gli amici del Touring Club Italiano una caratteristica ed interessante visita guidata per scoprire un apprestamento militare dell'ingegneria borbonica del 1830 allocato in una chiesa barocca con un originale sistema di scale per la presa rapida delle armi. Sono stati contati circa 25.000 scanni per fucili.

Quella che oggi s’identifica con la Sala d’Armi corrisponde in realtà all’antica chiesa di San Giovanni delle Monache, realizzata da Domenico Antonio Vaccaro (1678 - 1745) su disegno di Ferdinando Sanfelice (1675 - 1748), massimi rappresentanti del Barocco napoletano.

Essa è annessa al convento di San Giovanni delle Dame Monache, istituito in età longobarda. Fondata nel 1737 e consacrata nel 1753, la chiesa conserva traccia del passato aspetto anzitutto nel taburno ottagonale vaccariano, che oggi troneggia sulla struttura e la preannuncia da lontano all’osservatore che accede in Via Andreozzi.

La trasformazione in Sala d’Armi avvenne nel periodo dell’occupazione napoleonica in Italia, allorché i beni ecclesiastici immobili vennero adibiti a nuovo uso (in primis militari). Tornato il potere nelle mani dei Borboni (1815), la stessa linea di pensiero fu perseguita tramite la costituzione di una Scuola di Applicazione del Genio e dell’Artiglieria (già prevista dai Napoleonici), progetto a cui fu sottoposto appunto il complesso di San Giovanni, compresa la chiesa vaccariana. Questa vide il suo antico impianto ecclesiastico a pianta ottagonale incisivamente dominato dal rifacimento ottocentesco (1830-1843), eseguito sotto la guida del Colonnello Gennaro Loiacono.

Esso si riscontra oggi, in primo luogo, nella macchina lignea che invade l’interno e che consiste in due ragni di scale di accesso indipendenti ai due lati, nonché nella scala a doppia coclea concentrica, che serve una sorta di torre centrale: tali strutture erano funzionali alla pratica movimentazioni delle armi disposte nelle rastrelliere che efficientemente corrono lungo il perimetro dell’originale invaso ottagonale.

Il secondo intervento si osserva nella facciata: la caratterizza un ampio fornice centrale archivoltato aperto su un corpo aggettante e disegnato da un bugnato liscio che si estende, inoltre, alla restante parte della fascia inferiore dell’edificio. La cupa ombra di un ampio finestrone semicircolare che sormonta il suddetto ingresso è ravvisata dalle chiare decorazioni a rilievo in stile neoclassico consistenti in trofei militari.

Altre informazioni utili: 

Programma

- Ore 9.30 : Raduno dei partecipanti (mezzi propri) presso la Chiesa di San Salvatore a Corte - via Principi Longobardi - Capua, sito tenuto aperto dai Volontari del Touring Club Italiano nell'ambito del Progetto "Aperti per Voi".

Inizio itinerario di avvicinamento con visita alle chiese longobarde di San Salvatore, San Giovanni e San Michele a Corte e a Santi Rufo e Carponio.

Visita alla Sala d'Armi, alla Chiesa di Sant'Angelo in Audoaldis (esterni) e al Castello Normanno delle Pietre.

- Ore 13.00  circa: termine della visita guidata.

Quota di partecipazione:

Soci e non Soci  :  3,00 € a persona a copertura dei costi organizzativi e della guida.

Prenotazioni: a mezzo email terradilavoro@volontaritouring.it

oppure telefonando a La Gamba Antonio: 333.9808553

Condizioni di partecipazione: le prenotazioni sono aperte e si chiuderanno mercoledì 4 marzo 2020.

Trasporti: mezzi propri.

La domenica tutti i parcheggi sono gratuiti. Si consigliano: via Conte Landone, via Conte Landolfo, piazza Etiopia (piazza Commestibili), piazza San Tommaso d'Aquino.

Volontario Touring accompagnatore e telefono attivo il giorno della visita: socio attivo Ugo Dal Poggetto 334.6825871

Guide : locali

Partecipanti: max 40 persone

Il Volontario Touring accompagnatore ha la facoltà di variare l’itinerario.

La manifestazione si effettua anche in caso di pioggia.

Il Club di Territorio “Terra di Lavoro” del Touring Club Italiano si riserva il diritto di accettare o meno la prenotazione.

I soci e gli amici del Touring Club Italiano regolarmente iscritti alla manifestazione sono coperti da apposita polizza assicurativa per la responsabilità civile.

Manifestazione organizzata per i soci e gli amici del Tci e soggetta al regolamento della Commissione regionale consoli della Campania.

Sono ammessi in via eccezionale i non soci perché possano constatare la qualità e l'interesse delle nostre manifestazioni, e quindi associarsi.

Ristorante convenzionato “Sette Serpi” – nel chiostro dell’Annunziata 333.5794919.

Nel centro storico : ristoranti a cura delle Associazioni Commercianti e Pro Loco.