Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Bergamo, "Tiziano e Caravaggio in Peterzano"

Bergamo, "Tiziano e Caravaggio in Peterzano"

Dove

Indirizzo evento: 
Bergamo, Accademia Carrara, Piazza Giacomo Carrara 82

Quando

Da Giovedì 6 Febbraio 2020 a Domenica 17 Maggio 2020
lunedì/venerdì: 9 – 18; sabato 9 – 13

Contatti

Telefono di riferimento: 
0354920090
Allievo a Venezia di Tiziano e maestro a Milano di Caravaggio, Simone Peterzano (c. 1535  - 1599) è uno dei protagonisti della cultura artistica della seconda metà del XVI secolo. Quanto rimane nella sua pittura degli insegnamenti del maestro; quanti racconti tra mondi culturali oggi vicinissimi ma un tempo pressoché distanti, tra Venezia e Milano; quanto uno studio della sua vicenda potrebbe avvicinarci a svelare l’ultimo grande mistero della storia dell’arte, i primi anni di Caravaggio? 
 
La mostra di Accademia Carrara Bergamo, a cura di Simone Facchinetti, Francesco Frangi, Paolo Plebani e M. Cristina Rodeschini, non solo indaga il talento di un pittore troppo poco noto ma pone, grazie a importanti prestiti, nazionali e internazionali, l’attenzione verso un capitolo straordinario della pittura tra Cinquecento e Seicento, cercando di dare alcune risposte
 
Dalle opere del maestro Tiziano, a esempi della pittura veneta con Veronese, Tintoretto, Parrasio Micheli, Bernardino Licinio e Paris Bordon, dalle opere dell’allievo Caravaggio a esempi di pittura lombarda con Antonio Campi, Giovan Ambrogio Figino e Giovanni da Monte. Un percorso espositivo che, anche grazie ad affascinanti testimonianze, come l’edizione veneziana del 1568 dell’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto e le Rime di Giovan Paolo Lomazzo del 1587, permetterà al pubblico di immergersi nella cultura, nei gusti, nelle tendenze di un’epoca d’oro, in un viaggio emozionante e di scoperta. 
 
Nove le sezioni previste: la formazione e la giovinezza di Peterzano, all’ombra di Tiziano; iconografia della musica; soggetti erotici; Angelica e Medoro: echi e riflessi letterari; Peterzano e la pratia del disegno tra Veneto e Lombardia; l’arrivo a Milano: le pale per i barnabiti; la Milano di Carlo Borromeo; l’affermazione lombarda di Peterzano; Michelangelo Merisi da Caravaggio. 
 
Tra Venezia e Milano Peterzano si forma a Venezia, seppur di origine bergamasche e orgogliosamente si firmerà per lungo tempo “Titiani alumnus”, una volta a Milano porta con sé non solo l’onore per il maestro ma i riferimenti stilistici e culturali, i temi sacri così come profani, le suggestioni di luce e colore vivace della pittura veneziana. A Milano arriva dunque come una novità rispetto ai colleghi presenti nel territorio e, in poco, si afferma e riceve importanti commissioni, la sua bottega cresce, tanto da includere allievi come il giovane Caravaggio, mentre il suo linguaggio si va avvicinandosi a soluzioni proprie del modo lombardo, nell’ottica controriformista codificata da Carlo Borromeo. Questo passaggio stilistico è tale da dover attendere studiosi come Roberto Longhi e Mina Gregori per risolvere sovrapposizioni tra opere autografe di Peterzano e pittori lombardi suoi coetanei. 
 
 

Vantaggio per i Soci

Biglietto ridotto per i soci del Touring Club