Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Bergamo: concerto dedicato a Bartolomeo Colleoni

Bergamo: concerto dedicato a Bartolomeo Colleoni

Dove

Indirizzo evento: 
Sala Piatti di Bergamo alta, via S. Salvatore 11

Quando

Sabato 8 Febbraio 2020
Bartolomeo Colleoni è stato una figura poliedrica: uomo d’armi e di diplomazia, committente di monumenti d’arte come di istituzioni di beneficenza. La figura del condottiero è tuttavia quella più impressa nell’immaginario collettivo. Vere battaglie sono quelle del concerto beethoveniano del Gruppo Fiati Musica Aperta che verrà presentato sabato 8 febbraio, alle ore 16, nella prestigiosa Sala Piatti di Bergamo alta, in Via S. Salvatore 11, ingresso libero. L’idea eroica e cavalleresca degli scontri bellici, spogliati quasi della loro brutale essenza, specie quando potevano essere vissuti come sacrificio indispensabile all’affermazione di ideali, se non di patria e libertà, di onore e gloria, avvicinano il Rinascimento italiano al periodo delle guerre napoleoniche. 
 
La figura del condottiero corso si prestava già allora a una lettura ambivalente: paladino della libertà dei popoli oppressi, fratello dell’Egmont di Göthe “Egmont, ouverture op. 84”, ma anche tiranno da sconfiggere da Wellington “Wellingtons Sieg op. 91”. E i turchi? Anche loro feroci guerrieri, portatori tuttavia di suoni esotici e affascinanti “Marcia turca op. 113” e “Marcia turchese” di Michael Haydn. Infine, nell’anno dei 250 anni dalla nascita di L. W. Beethoven, la Sinfonia n. 7 in la maggiore,  dedicata in prima esecuzione, come l’op. 91, ai caduti della campagna del 1813. Brani di grandi musicisti e  compositori quindi quali  Haydn, Mozart, Beethoven, Bellini, Donizetti, che saranno eseguiti da  un ensemble di 13 strumenti a fiato, percussione e contrabbasso, il Gruppo Fiati Musica Aperta, di collaudata esperienza con un quarantennio di attività in Italia e all’estero. In apertura di concerto vi sarà anche un omaggio al territorio con “La bergamasca” di Ludovico Grossi da Viadana.

Il progetto è ispirato per il terzo anno consecutivo ad un percorso permanente sul Colleoni in terra bergamasca realizzato da Marco Buscarino e pubblicato su Touring Magazine, la rivista del Touring Club Italiano. Esso verrà illustrato all’inizio dello spettacolo da un attore professionista. Ciò favorirà l’ampliamento dei  punti di vista sulla città orobica, mostrandone gli aspetti  culturali, urbani e storico paesaggistici in riferimento ai luoghi in cui visse e dimorò il Colleoni. 

Per meglio valorizzare la figura del noto condottiero bergamasco e i luoghi in cui visse e operò, Marco Buscarino, a partire dal 2018, ha attuato un connubio fra il percorso suddetto intorno al Colleoni e il progetto Coglia, macroprogetto permanente in terra orobica e italiana che raggruppa oltre venti enti della bergamasca, anch’esso nato in quell’anno per valorizzare l’opera, gli ideali e i territori di origine del capitano di ventura orobico. L’iniziativa a cura della Provincia di Bergamo videa vistola presentazione di due mostre sugli stemmi colleoneschi che si tenne nella sede di Via Tasso a Bergamo ed un concerto jazz dedicato al Colleoni presentato nel cortile del Palazzo della Provincia. L’esperienza è proseguita quindi nel 2019, per continuare quest’anno con il concerto di Musica da Camera “Dedicato a Bartolomeo Colleoni” a cura del Gruppo Fiati Musica Aperta diretto dal maestro Pieralberto Cattaneo.
 
Il Gruppo Fiati Musica Aperta, fondato nel 1976 da Pieralberto Cattaneo, ha preso parte a importanti stagioni concertistiche italiane e si è fatto apprezzare in numerose tournées in Austria, Belgio, Croazia, Francia, Germania, Jugoslavia, Malta, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, USA, Brasile. Ha registrato un LP di musiche inedite sacre e da camera di G. Donizetti e G.S. Mayr. Opera anche nel campo della musica contemporanea, con prime esecuzioni assolute in concerti più volte trasmessi da RadioTre e dalle Radio tedesche e in due CD incisi per la TGE.    
   
Pieralberto Cattaneo si è diplomato in composizione all’Istituto musicale “Donizetti” di Bergamo sotto la guida di V. Fellegara; nella stessa scuola è ora docente di composizione. Si è perfezionato con F. Donatoni e W. Lutoslawski (composizione), F. Ferrara e B. Martinotti (direzione d’orchestra); sue composizioni sono state eseguite e premiate in importanti festival in Italia e in tutta Europa, trasmesse da varie emittenti europee, pubblicate e incise da EDIPAN, BMG Ariola, Rugginenti, Sinfonica, Stradivarius ... . Come direttore ha tenuto concerti in tutto il mondo, incidendo tra l’altro un LP e 2 CD di inediti di Donizetti e Mayr e 2 CD di musica contemporanea italiana. Laureato al D.A.M.S. di Bologna con una tesi sulla musica sacra di Donizetti, spesso invitato in convegni internazionali, ha curato la revisione, la pubblicazione e la prima esecuzione moderna di opere di Lenzi, Gozzini, Quirino Gasparini, Mayr, Donizetti, Piatti ... incise su CD delle case Dynamic e Bongiovanni.