Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Avellino ai tempi dei principi Caracciolo, nell'arte di Cosimo Fanzago

Avellino ai tempi dei principi Caracciolo, nell'arte di Cosimo Fanzago

Dove

Indirizzo evento: 
83100 Avellino AV
Avellino

Quando

Sabato 12 Ottobre 2019
giornata intera

Ritrovo

Come arrivare: 

- Ore 9.15 : Raduno dei partecipanti (mezzi propri) al Casino del Principe - Corso Umberto I n. 215, presso la sede della Pro Loco. Parcheggio gratuito parco Manganelli - Largo Santo Spirito (dietro l'edificio della Polizia Municipale). 

Ora di ritrovo: 
ore 9.15

Contatti

Organizzatore: 
Tci Club di Territorio Paesi d'Irpinia
Indirizzo mail: 
filomena_cataldo@virgilio.it
Recapito di emergenza: 
Filomena Cataldo 349.3707392
Console accompagnatore: 
Socio attivo Filomena Cataldo
Presenza guida: 
Guida dell'evento: 
a cura del Gruppo Archeologico Irpino

Visita guidata in esclusiva organizzata dal Club di Territorio Paesi d'Irpinia del Touring Club Italiano in collaborazione con il Gruppo Archeologico Irpino, presidente ing. Gerardo Troncone al Centro Storico del capoluogo Irpino: Castello, Fontana dei Tre Cannuoli, Dogana, Re di Bronzo, Torre dell'Orologio, Palazzo di Victor Hugo, Duomo, Cripta. 
Fontana dei tre Cannuoli - Numerosi sono i nomi, con i quali viene chiamata questa fontana : Fontana di Costantinopoli, Fontana Caracciolo, Fontana dei Tre Cannuoli. La fontana, capolavoro di Cosimo Fanzago, venne realizzata per volere del principe Francesco Marino I Caracciolo. Nella nicchia centrale ospitava un’originale statua di Bellerofonte e la Chimera. 
Duomo - Il Duomo, consacrato all’Assunta, è il principale luogo religioso di Avellino. L’assetto principale della cattedrale è stato modificato più volte nel corso degli anni. La facciata è in stile neoclassico, con tre portali di accesso e con le statue di San Modestino, patrono della città e San Guglielmo, santo patrono dell’Irpinia. L’interno della chiesa è suddiviso in tre navate, con l’assetto a croce latina. Di grande interesse la cripta con i capitelli longobardi e il campanile, con numerosi inserti lapidei di età romana. 
Palazzo De Conciliis - Questo palazzo venne costruito durante il Settecento, per volere della ricca famiglia De Conciliis. In questo palazzo, nel 1808 vi soggiornò Victor Hugo, che giunse in città, quando aveva otto anni, al seguito del padre. Michelina De Conciliis donò il palazzo al comune. Oggi ospita il centro di ricerca “Guido Dorso”, l’Archivio Storico Comunale ed alcune associazioni sociali e culturali, che operano nella città. 
Il Re di Bronzo - La piccola guglia venne costruita nel 1668, per celebrare Carlo d’Asburgo, che tre anni prima era diventato Re di Spagna a soli quattro anni. Nella base è inserito un medaglione in bronzo, ove è ritratto Cosimo Fanzago. 
Torre dell'Orologio - La Torre dell’Orologio di Piazza Amendola è il simbolo di Avellino. La Torre si può ammirare da quasi tutta la città, grazie alla sua altezza di ben 36 metri. Progettata da Cosimo Fanzago, in origine era a due piani, e fu successivamente soprelavata per inserirvi un orologio con quattro quadranti. 
Castello Longobardo - Il castello nel corso dei secoli ha subito numerosi assedi, tra cui si ricorda quello delle truppe di Alfonso d’Aragona nel 1436. Durante il Seicento divenne il luogo di residenza dei principi Caracciolo e il principe Marino II creò, al suo interno l’Accademia dei Dogliosi. Il castello venne distrutto a fine ‘700, in circostanze ancor oggi inspiegate. 
Il Casino del Principe - Il Casino del Principe è un edificio, probabilmente risalente al 1591, realizzato per volontà del principe Camillo Caracciolo come luogo d'accesso ad un sontuoso parco retrostante che, ricco di alberi, piante e fiori esotici, era luogo ideale per caccia e diporto. Nel 1647, durante la cosiddetta rivoluzione di Masaniello, sia il castello che il parco subirono ingenti danni. La struttura venne poi riconvertita in taverna ed albergo per i viaggiatori. 

Altre informazioni utili: 

Programma
- Ore 9.15 : Raduno dei partecipanti (mezzi propri) al Casino del Principe - Corso Umberto I n. 215, presso la sede della Pro Loco. Parcheggio gratuito parco Manganelli - Largo Santo Spirito (dietro l'edificio della Polizia Municipale). 
- Ore 9.30 : Visita guidata - in collaborazione con il Gruppo Archeologico Irpino, presidente ing. Gerardo Troncone - al Centro Storico del capoluogo Irpino: Castello, Fontana dei Tre Cannuoli, Dogana, Re di Bronzo, Torre dell'Orologio, Palazzo di Victor Hugo, Duomo, Cripta. 
- Ore 13.30 : Pranzo presso il ristorante "ALMA Gourmet" - via SS. Trinità 109 - Avellino - (giovani che hanno creduto nel Sud diplomati "Alma" di Gualtiero Marchesi) - prenotazione a cura dei singoli partecipanti telefonare ai numeri 349.6195405 / 0825.1493695 - con il seguente menù di prodotti tipici locali irpini: Aperitivo di benvenuto (spumantino e stuzzichini), Antipasto a scelta: 1) baccalà con peperonata, baccalà in tempura, baccalà con cipolla caramellata di Montoro (AV), baccalà con crema di ceci della Valle dell'Ufita; 2) Fesa di vitello con mostarda borretana, nato all'erba cipollina e bagnacauda; Primo a scelta: 1) Candele spezzate alla genovese ramata di Montoro (AV); 2) Risotto con crema di carciofi, ricotta salata e chips di carciofo); Secondo (Brasato di manzo di podolica irpina con verdure di stagione), acqua minerale, vino Aglianico della casa. 
Costo di 25 euro a persona per il menù completo. 
Costo di 20 euro a persona escluso il secondo. 
La prenotazione presso il ristorante e la scelta del pranzo con il relativo menù è a cura dei singoli partecipanti. 
- Ore 16.00 : Incontro alla casina del Principe con proiezione di filmati sulla storia di Avellino (Il Parco del Principe di Armando Montefusco e La città degli Occhi di Mare di Gerardo Troncone). 
A seguire visita guidata alla Chiesa di Monserrato. 
Quota di partecipazione: pranzo ristorante "ALMA Gourmet" 
- Menù completo 25 euro 
- Menù escluso secondo 20 euro 
Prenotazioni: esclusivamente a mezzo email filomena_cataldo@virgilio.it 
Trasporti: mezzi propri 
Volontario Touring accompagnatore e telefono attivo il giorno della visita: Socio attivo Filomena Cataldo 349.3707392 
Guide: a cura del Gruppo Archeologico Irpino 
Partecipanti: max 40 persone 
La quota comprende: La visita guidata come descritta, il pranzo prescelto, l’assistenza del console, le assicurazioni per la responsabilità civile. 
Modalità di pagamento e condizioni di partecipazione: Pagamento il giorno della visita. 
Le prenotazioni sono aperte. 
Il Volontario Touring Accompagnatore ha la facoltà di variare l’itinerario. 
La manifestazione si effettua anche in caso di pioggia. 
Il Club di Territorio Paesi d’Irpinia del Tci si riserva il diritto di accettare o meno la prenotazione. 
Manifestazione organizzata per i soci e gli amici del Tci e soggetta al regolamento della Commissione regionale consoli della Campania. 
Sono ammessi i non soci perché possano constatare la qualità e l'interesse delle nostre manifestazioni e, quindi, associarsi.