Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • Alla scoperta dei migratori sul Fiume Azzurro

Alla scoperta dei migratori sul Fiume Azzurro

Dove

Indirizzo evento: 
Bereguardo (PV)
Ponte di Barche

Quando

Domenica 30 Marzo 2014
Appuntamento alle 9:45

Contatti

Telefono di riferimento: 
339/8692843
Indirizzo mail: 
segreteria@uomoeterritoriopronatura.it

Con l’arrivo della primavera, tornano le migrazioni. Sono infatti migliaia gli uccelli che, superato l’inverno, si muovono attraverso i continenti per raggiungere le aree di nidificazione, vicine o lontane. Albanelle, falchi di palude, poiane, nibbi, falchi pescatori, ma anche cicogne bianche e cicogne nere percorrono migliaia di chilometri, seguendo antiche rotte che attraversano nuovi paesaggi trasformati dalle attività dell’Uomo. Per osservare questo fenomeno, domenica 30 marzo,  l’Associazione Uomo e Territorio Pro Natura nell’ambito del programma territoriale “La Via dei Cairoli", promuove una passeggiata nella valle del Ticino, per osservare da vicino la ricca fauna.

IL PERCORSO.  Si snoda a partire dal Ponte di Barche di Bereguardo (sponda destra del fiume) lungo le rive del Ticino, in direzione sud. Una passeggiata per cogliere i numerosi segni della primavera, apprezzando la pace e la bellezza della natura che si risveglia dopo il torpore invernale, e osservando rapaci e cicogne in volo verso nord, nei luoghi di nidificazione. La facile passeggiata, di circa un paio d’ore, è aperta a grandi e piccoli. L’appuntamento è alle ore 9.45 al Ponte di Barche di Bereguardo (in sponda destra) presso la bacheca informativa vicina alla rampa di accesso al ponte. È consigliato un abbigliamento comodo e l’uso del binocolo. È inoltre richiesta la prenotazione scrivendo a: segreteria@uomoeterritoriopronatura.it.

LA VALLE DEL TICINO. Può essere considerata una delle poche zone incontaminate scampate (per ora) alle drastiche modificazioni operate nei secoli in una delle aree più densamente popolate del Pianeta: si tratta forse del più importante corridoio ecologico che attraversa la Pianura Padana, una vera infrastruttura verde che collega l’Appennino (e dunque il Mediterraneo) alle Alpi (quindi all’Europa centrale) e che ospita centinaia di specie animali.

La partecipazione prevede una donazione libera a supporto dei progetti istituzionali dell’Associazione. 

(Autore foto: M.Canziani)

Altre informazioni utili: 

È consigliato un abbigliamento comodo e l’uso del binocolo. È richiesta la prenotazione.