Scopri il mondo Touring
  • Viaggi
  • Eventi
  • A Capo di Ponte (BS) per scoprire il Monastero Cluniacense di San Salvatore

A Capo di Ponte (BS) per scoprire il Monastero Cluniacense di San Salvatore

Dove

Indirizzo evento: 
25044 Capo di Ponte BS, Italia

Quando

Sabato 20 Ottobre 2018
ore 15,00 inizio della visita guidata

Ritrovo

Come arrivare: 

Come raggiungere il monastero: Dal centro di Capo di Ponte, sorpassata la stazione ferroviaria, per chi proviene da Brescia, prendere a destra la direzione per Paspardo dopo circa 1 Km di campi e castagneti si trova il Monastero.

Essendo il Monastero di proprietà privata, fondazione Camunitas, la visita sarà curata dalla Pro Loco di Capo di Ponte incaricata delle aperture.

Ora di ritrovo: 
ore 15,00 all'ingresso del Monastero

Contatti

Organizzatore: 
LE INIZIATIVE dei CONSOLI di BRESCIA Area Valle Camonica
Console accompagnatore: 
Silvano Nember
Presenza guida: 

Valle Camonica:

Il Monastero Cluniacense di San Salvatore in Capo di Ponte.

Sembra accertato che il Monastero risalga a prima dell'anno 1000.  Carlo Magno con la sconfitta dei Longobardi assegnò l'intera Valle Camonica all'abbazia di Marmoutier di Tours. Si trova menzione del Monastero di San Salvatore nel 1095 in una bolla papale di Urbano II indicato come priorato alle dipendenze dell'abbazia cluniacense di San Paolo d'Argon. Con la Rivoluzione francese e l'alienazione dei beni della chiesa il monastero diviene proprietà privata e il proprietario Giacomo Rizzi (1879) fa restaurare quel che rimane dell'intero complesso impedendo una impropria destinazione cui pare fosse destinato.

Altri restauri, in particolare per le coperture, sono avvenuti nel 1958 e poi nel 1980.

Di tutto il complesso monastico, oggi di proprietà della fondazione Camunitas che lo ha acquisito nel 2003,  rimane solo la chiesa i cui lavori di restauro sono stati completati nel 2009.

Il complesso architettonico di San Salvatore, ben visibile dalla strada di valle isolato fra i boschi, si presenta compatto di forme severe e massicce.

Di impronta romanico-borgognona, si compone di tre navate che terminano in tre absidi, e da un tiburio ottagonale che lo rende caratteristico.

Conserva deboli lacerti di affreschi ma sono le massicce colonne con capitelli decorati da figure di impronta nettamente medioevale  e la pavimentazione in grosse lastre di pietra ad attrarre l'attenzione del visitatore.

Quota individuale di partecipazione:  € 5,00

La visita è riservata al Tci ed avrà luogo con un minimo di 20 iscritti, e sarà condotta

dal console Tci per la Valle Camonica Silvano Nember

Informazioni e prenotazioni:

entro il 30 settembre al cell. 3490088680 (dalle ore 14 alle ore 20).

Altre informazioni utili: 

In allegato locandina dettagliata dell'evento