Vi si accede ancora oggi, dopo 500 anni, con una passerella dalla quale si ha una vista mozzafiato sulle guglie di roccia delle Meteore. Accesso già scomodo e certo non da tutti, fa venire i brividi pensare che un tempo l'unico modo per salirvi era attraverso un montacarichi a sacco dalla torre di Vrizoni. Questo complesso religioso venne fondato nel 1518, realizzato da due fratelli di Ioánina là dove S. Varlaám aveva fondato un luogo di eremitaggio nel XIV secolo. Splendidamente affrescato, il monastero vide funzionare il più organizzato “scriptorium” delle Meteore.