Scopri il mondo Touring

San Severino Lucano

localita

San Severino Lucano (PZ)
Il primo nucleo dell'abitato, il cui nome deriva da quello del feudatario Sanseverino, sorse intorno al XV secolo per iniziativa dei monaci della vicina abbazia del Sagittario. Il tessuto urbano del centro privilegia la formazione a schiera, allineata lungo l'asse viario principale. Meritano la visita la chiesa Madre di S. Maria degli Angeli, costruita intorno al 1500, il Museo laboratorio della Fauna Minore e il Mulino Iannarelli, del 1720, che ospita oggi un ristorante tipico e una struttura ricettiva, nella frazione di Mezzana. Bellissimo il panorama che si goda dal santuario della Madonna del Pollino, che sorge su uno sperone roccioso (1573 m.); raggiungibile sia a piedi sia in auto, è visitabile da inizio giugno a metà settembre quando "ospita" la statua della Madonna del Pollino. Posizionata su Timpa della Guardia a oltre mille metri di altezza è invece “Rb Ride", la giostra panoramica realizzata dall'artista contemporaneo Carsten Höller: l’opera favorisce la contemplazione del paesaggio naturale mozzafiato che si può godere da quel punto del Parco Nazionale del Pollino. Di grande interesse naturalistico è il Bosco Magnano, che ospita anche il Parco avventura del Pollino, con percorsi anche per i più piccoli. Tra le ricorrenze popolari più importanti c’è il carnevale, con le maschere locali e il suono tipico del “cupi-cupi”, e la festa di “pirtusavutt” (spillatura delle botti di vino) l’8 dicembre, gradita occasione per incontrarsi nelle cantine ad assaporare il vino novello. L'apice del folclore è la Festa della Madonna del Pollino: tre giorni e tre notti di festeggiamenti a suon di musica, mentre ad agosto si tengono il Pollino Music Festival, che ospita ogni anno artisti di fama nazionale e internazionale, e il Festival della cultura meridionale "La terra dei briganti".

Scrivi la tua recensione