Scopri il mondo Touring

La Sacra Cintola di Prato, tesoro e simbolo della città

Gianluca Chelucci
Mercoledì, 18 Ottobre, 2017

Nel pomeriggio di sabato 16 dicembre, i Consoli di Prato organizzano una visita alla mostra-evento "Legati da una cintola, l'Assunta di Bernardo Daddi e l'identità di una città". La visita sarà guidata dallo storico dell’arte Paolo Benassai, Console di Prato.

La cintura della Vergine custodita nel Duomo di Prato, è stata per secoli il tesoro più prezioso della città. È un simbolo religioso e civile, fulcro delle vicende artistiche di Prato ed elemento cardine della sua identità.

La finissima striscia di lana verde broccata in fili d’oro è al centro della grande esposizione, allestita nel Museo di Palazzo Pretorio, che comprende altre opere di valore, prima tra tutte la smembrata pala di Bernardo Daddi del 1337-38, ricomposta eccezionalmente per l’occasione, che racconta la leggenda di come la reliquia sia stata consegnata a San Tommaso dalla Madonna al momento dell’Assunzione, sia stata portata a Prato verso il 1141 dal mercante pratese Michele Dagomari e da questi donata nel 1172 alla pieve della città.


La mostra presenta, oltre alla reliquia solitamente conservata nella cappella di Agnolo Gaddi nel Duomo, la serie di dipinti, sculture e miniature che testimoniano le varie elaborazioni del tema dell’Assunta che dona la propria cintola.
Testi e foto propongono inoltre lo studio della cappella affrescata da Gaddi, la prepositura di Santo Stefano, le ostensioni che abitualmente avvengono a Prato e la storia del suo culto nei secoli.

Il Duomo di Prato è parte integrante di un percorso che permette ai visitatori di entrare nella Cappella della Cintola, abitualmente preclusa alla visita. 

Prenotazione obbligatoria.

 

Per informazioni e prenotazioni: http://www.touringclub.it/evento/la-sacra-cintola-di-prato-tesoro-e-simbolo-della-citta