Scopri il mondo Touring

I Tesori di Messina da aprire al pubblico.La Cripta del Duomo

Leone Saija
Giovedì, 24 Novembre, 2016

La cripta del Duomo di Messina, costruita in contemporanea alla costruzione della Cattedrale, venne realizzata nel 1081 per volontà del Re normanno Ruggero II.  L' accesso alla cripta era consentito attraverso due scale a chiocciola dalle absidi soprastanti. La struttura è composta da volte a crociera sostenute da colonne di epoca Greca e Romana. La cripta ha le caratteristiche di una  cappella sotterranea, che venne  chiamata Santa Maria sotto il Duomo. La cripta venne successivamente ristrutturata con stucchi e affreschi in stile barocco. In essa si trovano  due targhe che testimoniano il restauro per volontà di Giuseppe Stagno e della congregazione Schiavi delle Madonna della Lettera.

La cripta non fu danneggiata dai terremoti del 1783 e da quello catastrofico del 1908, ma venne interessata dai lavori di  ricostruzione del Duomo, per sostenere il peso del transetto e delle absidi del Duomo, provocando il successivo innalzamento della quota di calpestio della cripta. A seguito di successivi interventi nella quota di calpestio originale sono stati ritrovate le fondamenta del Duomo.

Il monumento, alla stato, non è aperto al pubblico.