Scopri il mondo Touring

Invasioni digitali al Museo Diocesano, MuDi.

Giovanni Colonna
Venerdì, 29 Aprile, 2016

 

Sono arrivate le invasioni digitali.
Armati di smartphone e tablet, eternamente connessi, sino all’8 maggio in molti siti e luoghi d’arte e cultura italiani, i visitatori diventano moderni “invasori digitali”, pronti a riempire il web con immagini del patrimonio culturale in un ideale racconto collettivo.
Al bando quindi i musei antidiluviani, quelli con vecchi cartelli che vietano di fotografare e con solerti custodi che ti piombano addosso appena fai cenno d’estrarre il telefono o, peggio ancora, la fotocamera. La parola d’ordine è condividere, per fare entrare in rete – è proprio il caso di dirlo – anzitutto intenti e passione, superando i confini geografici, e per far conoscere anche attraverso internet i piccoli musei, i tesori nascosti, i siti culturali poco conosciuti o lontani dai flussi turistici più noti attraverso un selfie, un post, un tweet, un sms, un’email.
Tanti appuntamenti in tutta Italia, consultabili attraverso il sito www.invasionidigitali.it. In molti casi, come nelle province di Brindisi e Taranto, in prima linea anche i consoli e i volontari del Touring Club Italiano con la missione, che anima il Tci da oltre 120 anni, di far conoscere l’Italia agli italiani.

Si comincia da Taranto, venerdì 29 aprile alle ore 16.00, con l’invasione del Museo Diocesano, il MuDi, ingresso da vico I Seminario.
Una delle strutture museali più grandi d'Italia, il MuDi (Museo Diocesano) è allestito nell'ex Seminario Arcivescovile di  Taranto, nel cuore del borgo antico a pochi passi dalla Cattedrale, diretto da don Francesco Simone e gestito dalla Cooperativa Custodes Artis, ospita oltre 300 opere che accompagnano il visitatore nella  storia religiosa ed ecclesiastica della provincia dal VII al XX secolo fra arredi sacri reliquie sculture e dipinti  di eccezionale valore culturale.

Ingresso con ticket ridotto: 3 euro, comprendente anche il servizio di visita guidata.
Per informazioni: Tel. 099 4716003. Puoi seguire il MuDi on line su facebook

Per partecipare alle invasioni digitale è raccomandata l'iscrizione sul sito http://www.invasionidigitali.it/invasione/mudi-museo-diocesano-di-arte-sacra-taranto/
Hashtag da utilizzare sono  #MuDiTaranto #igers_taranto #invasionidigitali #ioviaggiotouring