Scopri il mondo Touring

Riti di dolore a Francavilla Fontana.

Giovanni Colonna
Giovedì, 29 Marzo, 2012

Dalla processione dell’Addolorata a quella dei Misteri. I riti che precedono la Pasqua a Francavilla Fontana, come da tradizione, prendono il via nel venerdì precedente la domenica delle Palme, noto come il Venerdì di dolore. Con la processione dell’Addolorata la città si prepara agli appuntamenti della Settimana santa che conservano intatto un patrimonio di devozione e di tradizioni secolari che si ripetono da sempre nel segno della forza della fede. La venerazione e devozione all’Addolorata sono sempre state molto forti e la processione registra un’altissima partecipazione di fedeli, introducendo i francavillesi nell’atmosfera di dolore e attesa che caratterizza questa particolare settimana. L’Addolorata, “Regina del dolore”, veste un abito in velo di seta nero sovraccarico di ricami in oro e porta in petto uno spadino, simbolo dello strazio che le trafigge il cuore e l’anima.  Un tempo la processione era ritardata nel tragitto dai fedeli che fermavano i portatori a spalla e legavano al velo banconote e monili in segno di devozione. I confratelli della Reale Arciconfraternita dell’Orazione e Morte vestono anch’essi di nero (camice, mozzetta e cappuccio) mentre le consorelle dell’Addolorata indossano l’abitino con le effige della loro protettrice. Essi  hanno sede nella chiesa di santa Chiara che è però nota soprattutto col nome di chiesa della Morte, luogo di culto per eccellenza della Settimana Santa francavillese.

Francavilla Fontana, 30 marzo - Venerdì di dolorePROCESSIONE DELL'ADDOLORATAChiesa santa Chiara, ore 19.30

 

Fotografia: Enrico La Sorsa® RIPRODUZIONE VIETATA