Scopri il mondo Touring

Al Salento Finibus Terrae Festival il miglior Corto Italia e Premio Touring è per Storie di una Notte di Francesco Giorgi

Giovanni Colonna
Mercoledì, 19 Agosto, 2015

Elegante e straordinaria la serata conclusiva del Salento Finibus Terrae Film Festival, manifestazione itinerante dedicata ai cortometraggi ideata e diretta dal regista Romeo Conte. Immersa tra gli ulivi secolari e amata dal cinema internazionale, Borgo Egnazia, in località Savelletri di Fasano, in provincia di Brindisi, ha accolto i numerosi ospiti ai quali sono stati consegnati i premi Safiter (Salento Finibus Terrae) 2015 e sono stati premiati i vincitori delle ultime due sezioni di cortometraggi in concorso: “Corto Italia” e “Reelove”. 

 

Patrocinata, tra gli altri, anche dal Touring Club Italiano, il Salento Finibus Terrae Festival proietta e racconta, proprio attraverso i cortometraggi, le bellezze e le contraddizioni d’Italia e del mondo. In concorso 95 lavori organizzati in dieci sezioni: Mondo Corto, Diritti Umani, Documentari, Oltre i Diritti Umani, Thriller/Noir, Children World, Ambiente, Ambiente e territorio (progetto per le scuole), Reelove e Corto Italia. 

 

Il premio della sezione Corto Italia non poteva che coincidere con il premio Touring, quale ulteriore occasione per ricordare il comune impegno per far conoscere (e amare) l’Italia agli italiani, e non solo. Quest’anno il vincitore è stato il cortometraggio “Storie di una notte”, regia di  Francesco Giorgi. Per la consegna del trofeo, un’opera esclusiva in ceramica realizzata della prestigiosa Bottega dei Fratelli Vestita di Grottaglie, è intervenuto il console TCI Giovanni Colonna. “È sempre un piacere essere al fianco di Romeo Conte in questa importante iniziativa che parla di cinema, ma anche di arte, cultura, ambiente, turismo – ha dichiarato Giovanni Colonna, durante la cerimonia. Quest’anno consegniamo il premio miglior Corto Italia con un appello che vorremmo divenisse comune e unanime: difendiamo il nostro mare dalla minaccia degli scarichi di fogne e dalle trivellazioni”.  Al patron del Festival, Romeo Conte, un dono speciale consegnato dal fiduciario TCI Oronzo Urso: il pacco dono riservato ai soci 2015. Un segno di amicizia e affetto verso un operatore culturale particolare attento al territorio, che valorizza con il suo lavoro, anche interpretando, finora inconsapevolmente, i valori del Touring.

 

Oltre alla consegna dei premi, la serata finale del festival è stata dedicata anche alla commemorazione di Pier Paolo Pasolini attraverso il documentario “Pasolini 1964” e l'intervento del regista americano Abel Ferrara, autore della pellicola “Pasolini”, presentata al pubblico pugliese.  Ripercorrendo l'ultima giorno di vita di Pasolini, mentre cercava di recuperare delle bobine rubate di Salò, in un viaggio che si conclude con la sua morte, il film mostra le sequenze perdute, trattando anche l’ultimo progetto del regista italiano, un film su San Paolo ambientato a Detroit.

 

Questi i premi consegnati e i vincitori: Premio Safiter all'ospite d'onore, il regista Abel Ferrara; Premio Safiter all’attore Marco D'Amore e all’attrice Ilaria Spada; Premio Safiter alla carriera all'attore Renato Scarpa; Questi i vincitori: sezione “Corto Italia” – “Storie di una notte” di Francesco Giorgi; sezione “Reelove” – “Nuvola” di Giulio Mastromauro; sezione Mondo Corto - “Signs Everywhere” di Julio Ramirez; sezione Diritti Umani - “La cella 0” di Salvatore Esposito; sezione Documentari: “Emergency Exit - Young italians abroad” di Brunella Filì; sezione Oltre i Diritti Umani - “Due piedi sinistri” di Isabella Salvetti; sezione Thriller/Noir - “Der Ausflug” di Stefan Najib; sezione Children World - “Nella tasca del cappotto” di Marco di Gerlando; sezione Ambiente - “Thriller” di Giuseppe Marco Albano; sezione Ambiente e il tuo territorio - Progetto Scuole: ex equo “Quant'è bella Sanvito mia”; “Ambiente e territorio”.