Scopri il mondo Touring

A Cisternino la Conferenza internazionale dei Borghi più belli del Mediterraneo

Giovanni Colonna
Venerdì, 16 Ottobre, 2015

Piccolo, bello e attivissimo. È il Comune di Cisternino, in provincia di Brindisi, nella Valle d’Itria. Comune Bandiera arancione del Touring Club, ma anche Gioiello d’Italia, Borgo più bello d’Italia, Città Slow, Comune Bandiera Verde Agricoltura. Insomma, una comunità e un territorio con al petto le medaglie più belle che premiano le sue qualità turistico ambientali,  l’autenticità dei suoi luoghi, la genuinità e varietà dei suoi prodotti tipici e delle sue tradizioni gastronomiche, l’impegno a favore dell’agricoltura e per il recupero e la valorizzazione del patrimonio rurale.  

Per tre giorni Cisternino diventa capitale mediterranea dei borghi più belli.
Dal 16 al 18 ottobre, si svolge qui la terza Conferenza Internazionale per "I Borghi più belli" del Mediterraneo. Obiettivo di questo prestigioso incontro è quello di coordinare la creazione di reti nazionali che valorizzino le bellezze e le tipicità dei piccoli borghi storici, dei paesaggi, delle tradizioni culturali, sociali ed enogastronomiche attraverso la valorizzazione e promozione degli elementi distintivi e identitari di queste piccole e straordinarie realtà. 

“L’iniziativa che vanta già numerosi riconoscimenti istituzionali - osserva l’Assessora regionale all'Industria turistica e culturale, Loredana Capone – ha per la Regione Puglia un ruolo significativo nel processo di valorizzazione del patrimonio territoriale, in chiave non solo turistica e culturale, ma anche quale strumento di dialogo interculturale tra i diversi Paesi del bacino del Mediterraneo su temi fondamentali quali la pace e lo sviluppo sostenibile. I Borghi sono custodi di valori identitari infungibili e rappresentano una formula di vita in cui l’uomo si riconcilia nella quotidianità con il tempo e con lo spazio. La bellezza che connota queste identità alimenta la speranza che l’armonia possa caratterizzare un futuro possibile. Di noi tutti il compito di preservare tanto valore”.

Tutti gli incontri si svolgono presso il Teatro Paolo Grassi. Il primo giorno si discute di albergo diffuso quale buona pratica del turismo sostenibile nei piccoli borghi.
Sabato 17 ottobre è l’evento clou: il Forum Mediterraneo per la costituzione di Reti Nazionali de “I Borghi più belli”. I lavori della mattina, con inizio alle ore 10.00, prevedono il saluto del sindaco di Cisternino, Donato Baccaro, gli interventi delle istituzioni, la relazione del presidente del network che aggrega “I Borghi più belli d’Italia” e del mediterraneo, Fiorello Primi, la presentazione dell’esperienza di rete dei borghi più belli della Palestina e del “Progetto Borghi” elaborato dal Politecnico di Bari. Le conclusioni di questa prima sessione sono affidate all’Assessora allo Sviluppo economico e all’Industria culturale e turistica della Regione Puglia, Loredana Capone.

Nel pomeriggio, si prosegue discutendo di bellezza come fattore di sviluppo. In programma, la presentazione della “Guida dei borghi del Mediterraneo” e del disegno di legge di modifica del primo articolo della Costituzione italiana per inserire la bellezza come elemento costitutivo della Repubblica Italiana. Previsti anche gli interventi dei rappresentanti del Censis, di Unioncamere Lazio, della sezione Turismo di Confindustria Brindisi, del GAL Valle d’Itria, dell’Aiccre Puglia. I lavori di questa seconda parte della giornata vedranno le conclusioni dell’Assessora alla Pianificazione Territoriale e Urbanistica della Regione Puglia, Anna Maria Curcuruto.
Domenica 18 ottobre gli ospiti e gli osservatori internazionali, provenienti dai diversi Paesi mediterranei, scopriranno bellezza e istintività della Puglia e, in particolare della Valle d’Itria, visitando Alberobello e Castellana Grotte.