Scopri il mondo Touring

TCI:"Il Po: una navigazione alla scoperta di Verdi e della sua Terra"

Maria Antonietta Bordoni
Martedì, 24 Maggio, 2016

Si è svolta domenica 22 maggio la programmata escursione organizzata dalla Strada del Po e dei Sapori della Bassa Piacentina per il Club di Territorio di Cremona, per raggiungere il territorio di Villanova d'Arda (PC) alla scoperta delle bellezze naturalistiche, delle eccellenze enogastronomiche e storico artistiche delle Terre Verdiane.

 

La partenza è fissata da Cremona, piazza Marinai d'Italia, alle ore 10,00 per l'imbarco. La navigazione è tranquilla e rilassante durante una mattinata inondata di sole e caldo estivo.

Ci vengono illustrate da parte del Comandante le località che via via passiamo, ma anche le storie e i personaggi che hanno trascorso sul fiume gran parte della vita. Fa piacere al cuore apprendere che il Po è tornato grazie anche all'azione del depuratore milanese ad avere acque pulite e fauna abbondante, cosicché gli spiaggioni tornano a ripopolarsi di gente.

 

L'approdo è fissato all'Area Naturale di Isola Giarola di Villanova d'Arda. Qui siamo accolti dal Presidente della Strada del Po Dall'Oglio e dal Titolare dell'Azienda Pisaroni e da un ricco buffet in cui spiccano salumi e crostate di marmellata di ciliege e di pesche di produzione artigianali annaffiati dall' ortrugo generoso.

 

La visita all'Area protetta di Isola Giarola contornata oltre che dal Po dal corso dell'Ongina e dell'Arda è un esempio degli sforzi compiuti dall'Amministrazione Comunale per recuperare un sito degradato dall'attività di estrazione della sabbia e ripristinare la flora e la fauna tipiche dei terreni golenali. Si osservano numerose specie di uccelli, insetti e arbusti, a volte anche infestanti come la "amorfa". Foto di gruppo di rigore davanti al lago.

 

Presso il ristorante Le verdi Cantine di Sant'Agata di Villanova d'Arda in un ambiente familiare e rilassante gustiamo piatti tipici e nostrani che valorizzano la produzione degli Associati della Strada del Po e dei Sapori della Bassa Piacentina.

 

Momento altamente significativo della giornata, perchè simbolo internazionalmente riconosciuto di questi luoghi il M° Giuseppe Verdi che a S. Agata visse e compose la maggior parte delle sue opere, la visita della Villa e del Parco da egli stesso progettato, immergendoci in un'atmosfera d'altri tempi. Ammiriamo i due strumenti il fortepiano e il pianoforte accanto al letto dove ha composto di getto (poichè l'ispirazione gli giungeva di notte) le opere da Aida a Falstaff), gli oggetti personali come la tuba e la sciarpa con cui fu ritratto da Boldini nel celebre quadro, la cantina, le carrozze, ben cinque per tutte le stagioni. Per finire la colonnetta innalzata per ricordare Lulù l'amatissima barboncina di Verdi e della Strepponi: "alla memoria di un vero amico". Infine la graziosa cappella. Il primo piano di Villa Verdi è tuttora occupato dagli eredi (V^ generazione) dei Carrara Verdi.

 

Raggiungiamo con mezzi storici, 2 corriere di antica memoria, Soarza frazione di Villanova collegata al comune principale dalla famosa strada dei ciliegi, ora carichi di rossi frutti.

 

La Proloco di Villanova organizza per il 3-4-5 e 10-11-12 giugno la Festa delle ciliege e noi, avendone l'occasione non abbiamo voluto rinunciare a questo dolce e accattivante frutto da portare a casa come souvenir della giornata.

 

Nell'ultima parte del pomeriggio la gradita visita alla Cascina Pizzavacca azienda condotta dalla famiglia Pisaroni fin dai primi anni del '900, che di generazione in generazione ha saputo rinnovarsi senza rinunciare all'utilizzo degli antichi metodi di conservazione e lavorazione di frutta e verdura riproponendo i sapori genuini di una volta nei propri prodotti che ormai raggiungono un vasto numero di consumatori in Italia e all'estero creando anche nuovi e inediti accostamenti, come ad esempio la giardiniera che accompagna da noi affettati e bolliti e in Sicilia il tonno rosso.

 

Grande soddisfazione di tutti i numerosi partecipanti per una giornata che ancora una volta è stata promossa per rinsaldare i legami tra le sponde cremonesi e piacentine e celebrare il Po che ne è il tramite.