Scopri il mondo Touring

Visita a Palazzo Gaifami a Brescia per sostenere l'ANT

Francesca Poli
Martedì, 6 Ottobre, 2015

Venerdì 9 ottobre sarà possibile visitare le sale di Palazzo Gaifami, oggi sede della Croce Bianca di Brescia (via F.lli Bandiera 22). La giornata culturale è organizzata da Comitato Soci Coop Lombardia e da Fondazione ANT in collaborazione con il Touring Club Italiano, Club di territorio di Brescia. La visita che inizierà alle ore 17 sarà a cura dalla professoressa arch. Roberta Pizzicara, guida turistica e volontaria Touring, e avrà lo scopo di mostrare alla cittadinanza uno dei simboli dell’arte decorativa del  Settecento a Brescia.

La partecipazione alla visita è a offerta libera. Ogni donazione sarà un piccolo grande gesto per continuare a  sostenere le attività gratuite di assistenza socio-sanitaria domiciliare rivolte ai malati di tumore e i progetti di prevenzione oncologica portati avanti da Fondazione ANT sul territorio bresciano.

Il pomeriggio culturale sarà chiuso da un aperitivo allestito presso il Palazzo con prodotti a marchio Coop, gentilmente offerti dal Comitato Soci.

Palazzo Gaifami si presenta con una facciata architettonica sobria, priva di elementi decorativi dell’epoca settecentesca, per poi aprirsi a grandi saloni interni affrescati con motivi decorativi e immagini allegoriche realizzati all’artista Carlo Innocenzo Carloni.

Per informazioni si può contattare il numero 030 3099423.

 

Cosa è la fondazione ANT

La Fondazione ANT Italia Onlus opera in nome dell’Eubiosia (vita in dignità). Dal 1985 ad oggi ANT ha assistito, in modo completamente gratuito, oltre 100.000 Sofferenti oncologici (dato aggiornato al giugno 2014). In 9 diverse regioni italiane, oltre 4.250 malati vengono assistiti ogni giorno a domicilio da 20 équipes di operatori sanitari ANT che assicurano, al Malato ed alla sua Famiglia, tutte le necessarie cure di tipo ospedaliero e socio-assistenziale. Sono complessivamente circa 400 i professionisti che lavorano per la Fondazione (medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti, farmacisti, operatori socio-sanitari e funzionari) cui si affiancano circa 1.800 Volontari, iscritti nel registro ANT. Il supporto affronta ogni genere di problema nell’ottica del “benessere globale” del Malato. La Fondazione ANT è inoltre fortemente impegnata nella prevenzione oncologica, con progetti di diagnosi precoce del melanoma, delle neoplasie tiroidee, ginecologiche e mammarie.