Scopri il mondo Touring

Sul Mincio tra i fiori di loto, simbolo di rara bellezza

Francesca Poli
Lunedì, 3 Luglio, 2017

A sud-est della Lombardia troviamo il territorio del Parco del Mincio, istituito dalla Regione Lombardia nel 1984, esteso su un territorio di c.ca 17.000 ettari e gestito da un consorzio di 13 comuni a tutela delle aree rivierasche del fiume.

Lunedì 3 Luglio il gruppo Aperti Per Voi di Brescia ha organizzato una escursione sul fiume.

Ettore, esperto barcaiolo e ottimo conoscitore della flora e fauna del luogo, ci ha accompagnato in barca lungo un tratto della Riserva naturale delle Valli del Mincio, zona palustre di eccezionale e rara bellezza che costituisce il "cuore" del Parco del Mincio e racchiude un enorme patrimonio botanico e faunistico. Ci siamo imbarcati a Grazie navigando il fiume tra canneti e la miriade di canali che attraversano la larga distesa d'acqua, dove tra il fiorire di fior di loto, ibischi di palude e la fitta vegetazione sorvolano e nidificano aironi rossi e cinerini, svassi, il raro tarabuso, il falco di palude, germani, folaghe, gallinelle e molte altre rare specie. Abbiamo costeggiato il piccolo borgo dei pescatori "Angeli", dove il fiume ritrova la sua unità e allargandosi forma il primo e più ampio dei tre laghi che circondano Mantova: il Lago Superiore, teatro estivo dell'immancabile e spettacolare fioritura del Fior di Loto. Infine siamo ritornati per altre vie d'acqua a Grazie di Curtatone

Abbiamo fatto tantissime e bellissime fotografie. Ve ne proponiamo una selezione. Ringraziamo i fotografi Mario Albini, Franco Demartis, Celeste Porto e Silvio Lamponi