Scopri il mondo Touring

A Recco fuochi di passione e di fede

Rosita Corsello
Giovedì, 1 Settembre, 2011

Sette spettacoli pirotecnici sul mare, di cui uno in pieno giorno, decine di  “sparate”, i colpi a terra sul greto del torrente con i tradizionali “mascoli”  di ferro riempiti con la polvere da sparo, pronti ad esplodere anche in piena notte, concerti bandistici, stand gastronomici, solenni processioni con l’arca della Madonna del Suffragio.

 

Tutto è pronto a Recco, in provincia di Genova, per l’edizione 2011 della Sagra del Fuoco, che si porta dietro quattro secoli di storia e cultura, tra fede, passioni, tradizioni popolari, volontariato e anche tragedie più “recenti”come il bombardamento anglo-americano del 1943 che rase al suolo la cittadina, attraversata  da un viadotto ferroviario di importanza strategica per le operazioni belliche.

Un appuntamento che chiude la lunga estate “ pirotecnica” ligure, che si è snodata in tanti centri da Sarzana a Ventimiglia.

Sono decine di migliaia i turisti che la festa di mercoledi 7 e giovedi 8 settembre richiamerà, con ogni mezzo a Recco, a cominciare dai treni straordinari promossi dalla Regione Liguria nella cittadina del Golfo Paradiso, già capitale gastronomica per la celebre focaccia con il formaggio in dirittura d’arrivo verso la certificazione Igp da parte dell’Unione Europea e gli atleti del “settebello” di pallanuoto pluricampioni del mondo.