Scopri il mondo Touring

L'architettura razionalista a Roma

Elisa Bucci
Martedì, 10 Febbraio, 2015

Nell’ambito delle iniziative organizzate dal Club di Territorio di Roma, sabato 14 Febbraio alle ore 15.30 presso la sede dell’Istituto Italiano della Moda, via Ovidio 7A, il nostro console Andrea Portante ci illustrerà il tema:“Fra razionalismo e romanità: architettura italiana fra le due guerre”.

All’inizio del XX secolo l’Italia è all’avanguardia con una “scuola razionalista” che ha forti legami con i grandi protagonisti internazionali (dal Bauhaus a Le Corbusier). Molti di questi architetti aderiscono con convinzione al fascismo, ispirati dalla sua carica di rinnovamento e “giovanilismo”. Dopo la Guerra di Etiopia le scelte del regime si allontanano sempre più dalle soluzioni “futuriste” per cadere sempre di più in uno stile che vuole richiamare la romanità e punta più sulla imponenza che sull’originalità del disegno.

Marcello Piacentini, architetto “di fiducia” del duce, interviene a “mediare”, arrivando a quell’ibrido di moderno e di antico che riconosciamo come “stile fascista” in progetti come la città universitaria di Roma o l’E42 (poi divenuto EUR).

Nella presentazione molto “visiva”, passeremo a volo di uccello le origini storiche e culturali del movimento razionalista e le più importanti realizzazioni fra le due guerre.

I soci interessati all’incontro potranno prenotarsi inviando un’email, entro giovedì 12, al seguente indirizzo: roma@volontaritouring.it