Scopri il mondo Touring

Programma delle attività e delle visite nell'autunno del 2016

Antonio Fumarola
Mercoledì, 21 Settembre, 2016

Programma delle attività e delle visite nell'autunno del 2016

Il programma nasce dall'attività del Club del Territorio del Touring Club di Trieste, che attua in città manifestazioni e azioni che il Touring Club Italiano promuove a livello nazionale e realizza visite e incontri con istituzioni, enti e realtà culturali del territorio per meglio conoscere e far conoscere Trieste nella sua complessità.

24 settembre in mattinata

con il console MIRCA NEGRINI

visite guidate al Museo Paleocristiano  e alla mostra “Leoni e Tori dell’Antica Persia ad Aquileia”

Visita al Museo Paleocristiano di Aquileia, museo molto suggestivo, dalle caratteristiche del tutto peculiari. In esso i concetti di "museo" e di "area archeologica" convivono in perfetta simbiosi: l'edificio attuale, infatti, corrisponde all'ultima di una serie di ristrutturazioni condotte nel corso di 15 secoli sul sito di una delle Basiliche paleocristiane di Aquileia. Il complesso, sorto all'esterno della cinta muraria antica, divenne nel corso dei secoli un monastero dell'ordine benedettino, per poi subire nuove modifiche e cambiare definitivamente destinazione.  Oltre  ai resti della Basilica paleocristiana e dei suoi mosaici policromi, emersi nel corso delle indagini archeologiche, al suo interno sono raccolti gli splendidi mosaici provenienti dalla Basilica paleocristiana del Fondo Tullio alla Beligna, alcuni altri mosaici di provenienza aquileiese, nonché l'ingente raccolta epigrafica di iscrizioni cristiane pertinente al sito aquileiese.

Per  il ciclo di mostre denominato “Archeologia Ferita”, ci sarà anche la visita all'esposizione “Leoni e Tori dall’antica Persia ad Aquileia”, con importanti capolavori provenienti dal Museo Archeologico Nazionale di Teheran e da quello di Persepoli. I preziosi reperti in mostra coprono un arco temporale assai lungo e sono testimonianze di due dinastie fondamentali dell’Iran preislamico: gli Archemenidi e i Sasanidi.

Visite guidate a cura di archeologi, operanti nei due siti.

Costo: € 7,00.-

PRENOTAZIONI GIA' CHIUSE

24 e 25 settembre

GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO

Sabato 24 e domenica 25 settembre per le Giornate Europee del Patrimonio apertura straordinaria del Museo della Comunità Greco Orientale di Trieste “Mafalda e Costantino Pisani” e visite guidate, a cura del prof. Antonio Sofianopulo.

Si tratta della 33° edizione delle Giornate Europee del Patrimonio. La  manifestazione è stata ideata nel 1991 dal Consiglio d'Europa e dalla Commissione Europea con l'intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le Nazioni europee. Si tratta di un'occasione di straordinaria importanza per riaffermare il ruolo centrale della cultura nelle dinamiche sociali italiane.  Il Museo, che aderisce ad “Aperti per voi” sarà aperto con i seguenti orari:  sabato 24 settembre mattina dalle 9.30 alle 12.30 e il pomeriggio dalle 15.30 alle 18.30; alle ore 17.30 il prof. Antonio Sofianopulo terrà una visita guidata  Domenica 25 settembre alla mattina apertura dalle 9.30 alle 12.30 e visita guidata del prof. Sofianopulo alle 11.30. Ingresso gratuito e accoglienza a cura dei Volontari per il Patrimonio culturale del TCI.

28 settembre

Giornata di apertura straordinaria del Museo della Comunità Greco Orientale “Mafalda e Costantino Pisani” in occasione della tappa triestina delle iniziative promosse dal Corriere della Sera “IL BELLO DELL'ITALIA”.

Il Museo sarà aperto la mattina dalle 9.30 alle 12.30 e al pomeriggio dalle 15.30 alle 18.00 a cura dei Volontari per il patrimonio Culturale del TCI.

Alle ore 18 nella sala della Biblioteca  al II piano della sede della Comunità, riva III Novembre n.7, ci sarà una conferenza tenuta della dott.ssa Luisa Crusvar, che curò per il Comune di Trieste il percorso espositivo del Museo di Arte Orientale, dal titolo:

"Marino Lusy, un greco straordinario nella Trieste del primo '900"

Cosmopolita, filantropo, alpinista, viaggiatore, artista, collezionista e studioso delle stampe giapponesi.

Marino Lusy fu un personaggio interessantissimo vissuto a Trieste nella prima metà del '900, appartenente ad una ricca famiglia greca stabilitasi a Trieste per motivi d'affari, fu architetto ed artista dedito sopratutto alle incisioni, amò viaggiare in estremo oriente e raccolse una ricchissima collezione di "Surimono", la più importante in Europa e che ora è custodita presso il Museum Rietberg di Zurigo. Fu anche importante alpinista e da lui prende nome la Torre Lusy, nel gruppo Dolomitico delle Cinque Torri. Donò al Comune di Trieste un palazzo nella centralissima Piazza Goldoni, come fondazione a favore dell'Istituto per i Poveri. E' sepolto nel cimitero della Comunità Greco- Orientale di Trieste.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

Dal 1° al 6 novembre

viaggio a MALTA e GOZO storia, cultura e bellezze ambientali nel cuore del Mediterraneo

un viaggio ideato e guidato dalla Socia TCI e Volontaria per il patrimonio Culturale Gabriella Di Landro

con i Consoli di Trieste Gabriella Cucchini e Mirca Negrini

Questo viaggio  si avvale dell'esperienza e competenza della socia TCIe >Volontaria per il Patrimonio Culturale Gabriella Di Landro, che ama e frequenta Malta da moltissimi anni e ne conosce quindi tutti i suoi molteplici aspetti. Il viaggio si articola in sei giorni con un programma molto intenso, per conoscere Malta, a metà strada tra la Sicilia e l’Africa, caleidoscopio di tutte le civiltà, che vanta 7000 anni di storia, un vero e proprio museo all’aperto, dove si sono avvicendati Fenici, Greci, Cartaginesi, Romani, Arabi, Normanni, Aragonesi, Cavalieri di Malta, Francesi e Inglesi.

Accompagnati da una guida locale di lingua italiana visiteremo La Valletta con i suoi musei, le chiese, i palazzi, le raccolte d'arte – vedremo uno degli splendidi quadri del Caravaggio - le catacombe, le tre città costruite dai Cavalieri, i templi megalitici; andremo in barca anche a Gozo e faremo un' escursione in battello per ammirare le mura di La Valletta, le baie delle tre città, la fortezza Ricasoli e tanto altro.

Visite guidate a cura di guide specialistiche maltesi.

Viaggio organizzato dall'Agenzia di viaggi “La via degli Artisti” di Trieste.

Ci sono ancora alcuni posti disponibili (nel volantino allegato tutte le notizie)

Venerdì 2  dicembre ore 17

I Musei di Trieste

visita al Museo della Fondazione Giovanni Scaramangà di Altomonte

via Filzi 1, II piano

Da circa tre anni i Volontari per il Patrimonio Culturale del Touring Club Italiano di Trieste svolgono servizio di accoglienza al Museo della Comunità Greco orientale “Mafalda e Costantino Pisani”. Dal rapporto quasi quotidiano con i componenti della Comunità è nato il desiderio di conoscere da vicino i palazzi triestini che importanti famiglie greche hanno costruito, abitato e che ora sono sedi di importanti enti e istituzioni pubbliche e private. Dopo il primo appuntamento del 2015 a palazzo Galatti, sede della Provincia, quest'anno si prosegue con la visita a palazzo Scaramangà, limitatamente agli ambienti museali.

Guidati da uno dei componenti la Fondazione, visiteremo il Museo, sorto per volontà testamentaria di Giovanni Scaramangà, commerciante di origine greca e grande collezionista di memorie di Trieste.

Percorreremo le stanze di quella che era l'abitazione del fondatore situata in un edificio costruito nella seconda metà del secolo XVIII, affacciato sulla piazza Sant'Antonio, in fondo al Canal Grande e proprio di fronte alla chiesa di San Spiridione, della Comunità Serbo ortodossa di Trieste.  Nell'appartamento alcuni ambienti sono stati conservati inalterati il che li connota come museo d'ambiente, mentre altri sono stati adattati alle esposizioni. Le raccolte, costantemente arricchite con nuove acquisizioni, comprendono più di un migliaio di stampe tra vedute della città, ritratti, scene di vita e carte geografiche, oltre a numerosi atlanti, libri su Trieste, disegni e quadri. Monete, medaglie, ceramiche di fabbricazione triestina, carte da gioco, elementi di arredamento ed oggettistica varia completano il tutto.

La mostra allestita quest'anno espone raffinati lavori di ricamo, indumenti finemente ricamati usati nelle grandi occasioni e tutti risalenti al XVII secolo. In mostra anche un antifonario del 1683, interessanti ex voto, un raro spartito di musica da camera stampato a Venezia nel 1624 e altri pregevoli documenti storici.

Numero massimo di partecipanti: 25 persone.  Non ci sono costi.

Il volantino con maggiori dettagli sarà diffuso a fine ottobre.

Prenotazioni all'indirizzo e-mail del Club di Territorio trieste@volontaritouring.it