Scopri il mondo Touring

Palazzo Mantica di Udine e i suoi gioielli meta della visita dei Soci Touring del Friuli Venezia Giulia

Marina Tagliaferri
Giovedì, 3 Marzo, 2016

Palazzo Mantica, antica ed elegante dimora nobiliare della fine secolo del XV sec, appartenente all’omonima famiglia e ora sede della Società Filologica Friulana, è stato meta della visita organizzata il 27 febbraio dal Gruppo Consolare del Friuli Venezia Giulia. Gli ospiti, accompagnati dal vice console Giorgio Bellini, sono stati ricevuti dal Presidente del sodalizio prof. Federico Vicario e dal Direttore dott. Feliciano Medeot che, nel porgere i saluti di benvenuto, hanno illustrato la storia del Palazzo e della Filologica Friulana che vi trova sede unitamente ad altre istituzioni culturali locali, tra cui la Deputazione di storia patria del Friuli. Nel corso della visita i Soci, provenienti da varie località della regione (presente anche il vice console per Pordenone D’Andrea e la vice console per Udine Mariarosa Rigotti) hanno potuto scoprire le collezioni artistiche custodite nel palazzo, illustrate con ricchezza di particolari dal dott. Medeot. Ammirando dipinti, sculture, bassorilievi esposti nelle varie sale, i presenti hanno ripercorso la storia della dimora nobiliare, dalle origini al restauro, alle nuove acquisizioni di locali rivelatesi parte della storia di Udine. Molto interesse ha suscitato il ritratto, restaurato, del Cardinale Mantica nella Sala del Presidente.
Nella Biblioteca l’interesse dei convenuti si è focalizzato sull’Atlante linguistico italiano, tuttora in corso di redazione, curato dell'ALI, Centro di ricerca istituito a Torino in collaborazione tra l'Università di Torino e la Società Filologica Friulana "G.I. Ascoli" di Udine. Si tratta di una raccolta sistematica di carte geografiche che presentano, per ogni località italiana esplorata, le varianti dialettali di concetti, nozioni o frasi, composto di oltre cinque milioni di schede dialettali.
Dalle pagine di questo nostro sito, un sentito ringraziamento alla Società Filologica Friulana per averci permesso di conoscere uno dei palazzi più belli di Udine, interessante ed unico spaccato di storia cittadina.