Scopri il mondo Touring

Una giornata per accendere i riflettori sulle ferrovie dimenticate

Sergio Ferroni
Martedì, 25 Febbraio, 2014

Riporto quanto pubblicato in data odierna sulla "Nazione cronaca Pistoia"

 

 

Pistoia, 24 febbraio 2014 - Il 1° di marzo in occasione della 7^ Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate, i Club di Territorio di Bologna e di Pistoia del Touring Club Italiano organizzano l’evento: “Sulla Porrettana: dove i treni non fermano ma sono annunciati”. L’iniziativa, realizzata in collaborazione con Club Alpino Italiano Sezione “Alto Appennino Bolognese”, Croce Verde di Piteccio, Gruppo Fermodellistico Pistoiese “La Porrettana” e Pro Loco di Piteccio, fa parte del ciclo di incontri e visite “La Porrettana, un ‘treno’ per il futuro”, promosso dai Club di Territorio di Bologna e di Pistoia per le celebrazioni del 150° anniversario della Ferrovia Porrettana.

 

L’intero ciclo si propone come strumento di sensibilizzazione per il rilancio turistico del territorio appenninico interessato dalla storica linea ferroviaria, che ha visto in anni recenti drasticamente depotenziati i suoi servizi, con particolare riguardo al versante toscano (su cui pesa oggi anche l’incognita del rapido ripristino del tracciato ferroviario, interrotto da una frana). L’escursione partirà dalla stazione di Valdibrana, chiusa al traffico passeggeri dagli anni Ottanta (dove i treni non fermano ma sono annunciati...) e proseguirà lungo strade secondarie per permettere, tra l’altro, la visione dei più grandiosi viadotti della linea: Grazzini, Fabbricaccia, Fabbrica e Piteccio. Il percorso (della durata di 3 ore circa) si concluderà alla Stazione di Piteccio, anch’essa chiusa da anni al traffico passeggeri ed impresenziata, che ospita la sede del Gruppo Fermodellistico Pistoiese “La Porrettana”.