Scopri il mondo Touring
  • Sponsor
  • Scopri i Monti Dauni con ‘Puglia Open Days'

Scopri i Monti Dauni con ‘Puglia Open Days'

30 Luglio 2015
Continuano anche a settembre le attività di “Puglia Open Days”, un progetto curato da Pugliapromozione per scoprire gratuitamente le bellezze artistiche e culturali della Regione. Sui Monti Dauni, tra passeggiate in borghi medievali, visite guidate a castelli e musei, vi attende una Puglia insolita.
 
Non solo borghi, castelli e cattedrali, ma anche musei e abbazie. Ogni sabato fino al 26 settembre, l’offerta di “Puglia Open Days”, dalle 20.00 alle 23.00, apre le porte di molti tesori sparsi lungo tutta la Regione, dal Gargano al Salento. Visite guidate, attività per ragazzi ed aperture straordinarie di molti monumenti: il tutto è gratuito per i visitatori affinché conoscano l’eccezionale patrimonio culturale pugliese. Una splendida occasione per scoprire anche gli angoli più nascosti, insoliti e meno conosciuti della Puglia.
 
I Monti Dauni, in Provincia di Foggia offrono la possibilità ai visitatori di scoprire scenari notturni estivi incorniciati da dolci rilievi, suggestivi borghi, sublimi architetture sacre, meravigliosi castelli e sorprendenti collezioni archeologiche.
 
Di seguito alcuni suggerimenti per scegliere l’esperienza più adatta a voi sui Monti Dauni, segnalandovi anche i 7 Borghi designati dal Touring Club come Bandiere Arancioni.
 
La poetica Rocchetta Sant’Antonio* vi racconterà sorprendenti storie legate al Santuario di S. Maria del Giuncarico e vi mostrerà le raffinate forme del Castello rinascimentale dei D’Aquino.
 
A Sant’Agata di Puglia* vi appassionerete alla leggenda di Agatone, da ascoltare su una delle torri del Castello Imperiale.
 
Ascoli Satriano vi stupirà con i preziosi reperti di epoca dauna e romana del Polo museale e con i bei pezzi d’arte sacra custoditi nella Concattedrale.
 
A Deliceto scoprirete gli scorci e le atmosfere senza tempo dei suoi vicoli, palazzi, delle sue chiese, emozionandovi con la storia del suo maestoso Castello Normanno.
 
A Bovino* potrete apprezzare le prime forme d’espressione artistica in terra pugliese, incise sulle stele antropomorfe del Museo Civico.
 
Ascolterete un Angelo Guerriero all’interno di una grotta sacra, monaci, cavalieri venuti dalla Spagna in una solida Abbazia. Tutto ciò succederà ad Orsara di Puglia*.
 
Troia* vi delizierà con la sua splendida cattedrale, capolavoro del romanico pugliese, dal rosone in pietra traforata, unico al mondo.
 
A Faeto vi sorprenderanno le linee rinascimentali e l’imponenza del SS Salvatore, ma soprattutto il suono della lingua francoprovenzale.
 
La Cattedrale di Lucera vi racconterà come la città da saracena e musulmana tornò cattolica ad opera di Carlo d’Angiò.
 
Biccari e la sua torre, invece vi affascineranno con una colossale opera di incastellamento del nord della Puglia, effettuata dai Bizantini a difesa del loro dominio dalle incursioni longobarde.
 
Ad Alberona* la storia dei Dauni vi sarà raccontata dai reperti conservati nell’Antiquarium, mentre le vie del borgo vi parleranno di Templari e Cavalieri di Malta.
 
Roseto Valfortore v’incanterà con la sua storia attraverso le pietre decorate dai suoi scalpellini, come nella balaustra di ingresso della Chiesa Madre.
 
A Motta Montecorvino potrete ascoltare le curiose storie di una torre campanaria che fu torre difensiva e di una quercia secolare.
 
Pietramontecorvino* vi stupirà con i selciati in pietra di Terravecchia e con la bellezza della Torre Normanna.
 
 
* Bandiere Arancioni del Touring Club.
 
 
Testo sponsorizzato