Scopri il mondo Touring
  • Sponsor
  • MX-5: un inno alla libertà e alla passione per la guida

La nuova sfida alle convenzioni di Mazda

MX-5: un inno alla libertà e alla passione per la guida

19 Maggio 2016
MX-5
Le roadster da sempre sono il simbolo della libertà e del gusto romantico.

Sin dagli anni ’60, l’auto scoperta ha trovato la propria consacrazione come mezzo fortemente sensuale ed edonistico tanto nelle pellicole della grande Hollywood quanto del grande cinema italiano degli anni ruggenti di Cinecittà.

Nonostante sia cambiato tutto da allora, nell'immaginario collettivo di oggi, persino nell’era di internet, dei social, e della globalizzazione, l’auto scoperta – o roadster per usare la terminologia “classica” – è rimasta emblema di un modo diverso di vivere l’automobile che al giorno d’oggi riporta i viaggiatori a sensazioni più autentiche e genuine.

Mazda con la MX-5 ha voluto realizzare una vettura che fosse un inno alla libertà e alla passione per la guida

Nata nel 1989, di generazione in generazione la roadster più venduta al mondo si è evoluta fino alla sua quarta serie mantenendo immutato lo spirito originario: motore anteriore longitudinale, trazione posteriore, ripartizione dei pesi fra anteriore e posteriore 50:50, una reattività ai comandi del pilota superlativa ed un prezzo ragionevole.

“Non stiamo solo realizzando un'auto, ma un'esperienza che induca a sorridere i nostri clienti” è l’intento dichiarato dai progettisti Mazda.

Quel sorriso che si allarga sul viso di guidatore e passeggero nel godere di percorsi sinuosi e poco battuti curva dopo curva, percorsi che portano ad antichi borghi medioevali, dove le case brillano di colori e le voci rimbalzano da un palazzo all'altro.

Oppure nel guidare piano nella luce abbacinante di un mattino di primavera, quando l'aria, i colori e i profumi che vi avvolgono caldi rappresentano la riscoperta di un modo di vivere il viaggio in auto - in un’epoca dove tutto è così “filtrato” ed “asettico” - oramai dimenticato da tempo.

Sensazioni autentiche ritenute però ad appannaggio esclusivo dei – relativamente – pochi fortunati che hanno la possibilità di entrare nel novero dei proprietari di una sportiva a cielo aperto.

Proprio per far crescere questo “club di fortunati” Mazda, la casa automobilistica di Hiroshima, ha cercato per l’icona sportiva del marchio - la leggendaria Mazda MX-5 - una modalità di acquisto che consentisse invece la miglior accessibilità possibile al prodotto.

Mazda ha creato uno strumento finanziario che coniuga la massima libertà e flessibilità con l’accessibilità e l’ha battezzato con un nome altamente emblematico: “Get & Drive” (testualmente “Prendi e Guida”).
 
Grazie alla formula Get& Drive messa a punto da Mazda Financial Services, è possibile oggi pagare la propria MX-5 la metà del prezzo – anche utilizzando il proprio usato in permuta come pagamento -  e godersi la vettura per due anni senza pagare nient’altro.

Il cliente deciderà poi, alla fine del periodo, se cambiare la propria MX-5, restituirla o tenerla, con la certezza di sapere da subito quale sarà il valore dell’auto (pari alla rata finale per il saldo della vecchia auto o utilizzabile come anticipo per una nuova vettura) alla scadenza del contratto.

Un approccio che consente così un’accessibilità senza precedenti ad un prodotto altamente aspirazionale ed emozionante per una platea ancora più vasta di potenziali clienti.

Un’operazione davvero intelligente per coniugare la passione per la guida e la voglia di sorridere con quella voglia di innovare propria del DNA di Mazda che, nell’ottica di migliorare sempre, sfida le convenzioni.
 
 
 
Testo sponsorizzato