Scopri il mondo Touring

Premiati i volontari per la cultura più stakanovisti

Volontariato: ripartiamo da Expo

di 
Tino Mantarro
11 Novembre 2015
Lo spirito con cui Milano deve capitalizzare l’energia positiva sprigionata da Expo deve essere quello che ha mosso Cesare Fischetti, volontario per il Patrimonio culturale del Touring Club Italiano, a donare 435 ore in 6 mesi per garantire l’apertura dei luoghi Aperti per Voi. Ovvero uno spirito d’azione per cui tutti fanno la propria parte mettendosi in gioco in prima persona con un unico obiettivo: costruire una nuova identità di Milano come città della cultura. È questo lo spirito che è emerso dalla conferenza organizzata dal Touring Club Italiano e dal Comune di Milano per parlare di progetti e prospettive per la cultura, il turismo e il volontariato dopo Expo. Un appuntamento per parlare del futuro della città ripartendo da Expo.
 
 
VOLONTARI RECORDMAN
Conferenza che è stata anche l’occasione per premiare i Volontari Tci per il patrimonio culturale che più si sono distinti per il loro particolare stakanovismo nel donare il proprio tempo alla città e ai turisti nei sei mesi di Expo. Cesare Fischetti con 435 ore, Mario Gobbi con 275 ore, Walter Pennacchietti con 255 ore, e poi Alessandro Malavasi con 240 ore e Sheila Compagno con 204 ore sono i cinque volontari che più tempo hanno speso per assicurare l’apertura dei luoghi Aperti per Voi milanesi. Ma loro rappresentano solo la punta di un movimento che, in 180 giorni, ha coinvolto oltre 800 volontari per accogliere le circa 250mila persone che hanno visitato i luoghi Aperti per Voi e partecipato ai 132 eventi organizzati dal Touring Club Italiano.
 
L'ESPERIENZA DI EXPOINCITTA'
Un'esperienza quella dei volontari che rappresenta un tassello fondamentale per non disperdere l’eredità positiva di Expo. Un concetto sottolineato più volte sia dall’assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo Del Corno, sia dall’assessore al Turismo, Franco D’Alfonso, sia dal presidente del Tci, Franco Iseppi: tutti concordi nel dire che Expo grazie al suo successo rappresenta un punto di partenza per una nuova stagione di Milano. «Un punto di partenza soprattutto per l’esperienza di Expoincittà, che con 10milioni di presente e oltre 48mila eventi è riuscito a dimostrare a tutti che Milano è una città di cultura, che investe in cultura e produce cultura» come ha sottolineato Del Corno. «Cultura che viene prodotta e promossa non solo dal Comune, ma da un’inedita alleanza tra tutti i soggetti pubblici e privati del territorio, tra cui anche il Touring e i suoi volontari. Alleanza che sarà fondamentale per mantenere la continuità di quest’esperienza positiva e per costruire una nuova identità di Milano per i suoi cittadini e per i turisti che sono venuti e continueranno a venire» spiega Del Corno.
 
I NUMERI DEL TURISMO
Del fatto che i turisti continueranno a venire è convinto l’assessore al Turismo, D’Alfonso, che nel parlare dei dati non ancora definitivi degli arrivi del 2015, gongola al più 25,30% che si prospetta. «Un dato che si somma al più 21% registrato tra il 2011 e il 2014, che fa emergere Milano in controtendenza con il panorama nazionale di stagnazione» dice D’Alfonso. «Un dato positivo che mostra il reale cambiamento che è in corso in città per quanto riguarda il turismo: non solo la città degli affari e degli eventi legati alla moda o al Salone del Mobile, ma una città da scegliere in se e per sé per uno short break per quello che ha da offrire tutti i giorni». Dai musei agli eventi, dai negozi all’intero sistema culturale Milano in questi mesi ha dunque vinto la sua sfida, riuscendo a emergere non solo come la città che ospita un grande evento, ma come destinazione dove andare ben oltre l’occasione specifica.
 
APERTI PER VOI CONTINUA
Anche perché il lavoro dei Volontari Tci per patrimonio culturale non si conclude certo con Expo e Aperti al Mondo, ma prosegue e si rilancia. Così vengono prolungati gli orari della chiesa di San Maurizio al monastero Maggiore, dal martedì alla domenica dalle 9.30 alle 19.30. E vengono aperte dai volontari per la cultura Tci anche Casa Manzoni (da poco restaurata grazie al contributo di Intesa/San Paolo e aperta dal martedì al venerdì 10-18 e sabato 1418) e Casa Verdi, aperta al pubblico il martedì e il sabato 14-18. La dimostrazione che il Touring riparte da Expo, e va subito oltre.